Registrati    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » I vostri problemi di pelle e capelli » I nostri cosmetici fai da te promossi




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 185 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 10  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Crema per il bebè, consigli...
 Messaggio Inviato: 20/12/2008, 2:34 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 30/01/2008, 12:37
Messaggi: 324
Località: Trento
Il sederino del mio cucciolo oggi è diventato BORDEAUX e al limite della piaga :oo: solo perchè anzichè cambiarlo dopo 2 ore è rimasto 3 ore con il pannolino bagnato. In genere (ho avuto per 2 anni lo stesso problema con la prima) uso grandi strati di pasta all'ossido di zinco (Bio Bio Baby o spignattata) per prevenire, e a volte alterno una crema al Pantenolo (ecobio) perchè la pasta all'ossido di zinco NON si lava più via e alla lunga un pò secca (anche se è una mano santa.
C'è una crema galenica che compravo per la bimba, inci sconosciuto, che risolveva in fretta questo tipo di problema. So solo che è una preparazione a base di olio di mandorle dolci, non contiene ossido di zinco, è unta e molto grassa e costa pochissimo. Da sollievo e "isola" la pelle dall'umido proprio perchè è unta. Per riprodurre in casa qualcosa del genere cosa potrei fare? Una cold cream?
E avete ricette da consigliarmi?

_________________
Francesca


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 20/12/2008, 15:27 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 30/01/2008, 12:37
Messaggi: 324
Località: Trento
Oggi ho comprato la crema galenica e mi sono fatta dire tutti gli ingredienti: olio di mandorle dolci e cera d'api :oo: , NIENT'ALTRO!!!
E' un unguento, ora mi manca da scoprire la percentuale di uno e dell'altro. Secondo voi 30% cera d'api e 70 mandorle andrebbe bene?

_________________
Francesca


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 20/12/2008, 16:03 
Non connesso
PR del forum
PR del forum
Avatar utente

Iscritto il: 21/07/2008, 14:05
Messaggi: 1792
io ti consiglierei di detergere solo con acqua tiepida senza sapone e asciugare bene tamponando, senza strofinare, l'ideale sarebbe utilizzare i panni in cotone lavabile per qualche tempo.
per accelerare la guarigione potresti usare il katoxyn spray, ma non è un cosmetico, è un medicinale usato in diversi reparti pediatrici...ovviamente non sulle mucose, ma sull'inguine ad esempio va benissimo!

stai molto attenta che se spuntano le piaghette sono guai! :?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 20/12/2008, 18:54 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Messaggi: 37140
Località: Monfalcone
azahar: ok le percenyuali che hai detto, va benone. alle volte le cose semplici.... :roll:

_________________
"One Pot" should be illegal


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 21/12/2008, 13:26 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 30/01/2008, 12:37
Messaggi: 324
Località: Trento
Morea: lavo sempre solo con acqua tiepida e al massimo una volta al giorno poco detergente. Il bagnetto glielo faccio nell'amido di riso e quanto ai pannolini....uso già i lavabili di cotone al 100%, gli usa e getta (i Wip di fibra di mais) li uso solo quando usciamo varie ore e la notte perchè i lavabili non tengono abbastanza.

Lola: già, le cose semplici! Questa crema se messa in piccole quantita lenisce e nutre la pelle, se messa in strato spesso (è quello che sto facendo, strato molto spesso!!!) forma proprio una "cera" impermeabile.
Incredibile, dopo un giorno e una notte l'irritazione è passata :)

_________________
Francesca


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 22/12/2008, 15:40 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Messaggi: 37140
Località: Monfalcone
Causa piccolo Alessandro con irritazione da pannolino ne ho appena sfornata una; cala la cera che altrimenti viene dura.

Per 100g:

3 g di ossido di zinco
5 g di tocoferolo (stemperare bene la polvere nel tocoferolo)
cera d'api 20
mix di olio di riso e caprilico caprico 72


fare scaldare a bagnomaria fino a scioglimento della cera, dopodichè togliere dal fuoco e mescolare con pazienza fino a raffreddamento; quando è quasi freddo unire 22 gocce di bisabololo.

Versione aggiornata al 2013:

chi la sta facendo si trova meglio con una minore quantità di cera, al 16% (quindi: tocoferolo 5, ossido di zinco 3, olio 76, cera 16)

_________________
"One Pot" should be illegal


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Crema per il bebè, consigli...
 Messaggio Inviato: 22/12/2008, 21:33 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 06/05/2008, 15:01
Messaggi: 343
Località: Genova
azahar751 ha scritto:
perchè la pasta all'ossido di zinco NON si lava più via


per togliere in un attimo e senza sfregare la pasta all'ossido di zinco io mi bagno prima le mani, poi mi spruzzo un po' di olio (olys) sul palmo, spalmo su dove mi sono messa la crema e tolgo tutto con lo straccetto in microfibra umido.

viene via tutto come nella pubblicità dello sgrassatore per la cucina a gas :D: dove passo lo straccetto è tutto perfettamente pulito!

_________________
Immagine

la vera eleganza non consiste nel farsi notare ma nel farsi ricordare


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 26/12/2008, 11:47 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 05/11/2007, 13:37
Messaggi: 54
Io avevo fatto una coldcream simile per un bimbo che soffre di dermatite.
Però era un oleolito di jojoba e di calendula, cera carnauba ed acqua distillata. Per togliere la pasta all'ossido che comunque la mamma gli metteva per la notte usava uno straccetto di cotone umido e l'oleolito.Era molto migliorato, ora fa pipì nel vasino :D: .
Immagino la pena di una mamma a vedere gli arrossamenti al limite piaga :oo: , io sono solo zia....e già mi viene il magone.

_________________
Canghita, più storta che drita...non capisce niente di pc


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 05/01/2009, 18:34 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 30/01/2008, 12:37
Messaggi: 324
Località: Trento
L'ho fatta così:

60 olio di mandorle
15 cera d'api
5 burro di karitè
3 ossido di zinco
16 oleolito di calendula
1 tocoferolo
1 bisabololo


Sciolto a bassa temperatura nel micro l'olio di mandorle, cera e karitè. Poi mescolato benissimo e a tiepido aggiunto il resto.
Fa quello che deve, isola bene la pelle e non ho più avuto problemi di arrossamenti...PERO' la consistenza è irregolare, ha dei grumetti e non è "burrosa" come dovrebbe.
In cosa ho sbagliato?

Forse non va bene la mia cera d'api che è grezza :roll: ?

_________________
Francesca


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 05/01/2009, 19:54 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 28/05/2007, 15:02
Messaggi: 568
possibile che sia un problema del karite?
A me e' capitato che abbia fatto i grumi dopo che lo avevo sciolto a bagnomaria.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 07/01/2009, 19:54 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 05/10/2006, 16:39
Messaggi: 679
Località: sulle dolci colline tra Pesaro e Urbino...
Esatto, è proprio il karité :evil:
Quando si lavorano insieme karité e cera d'api le temperature sono "al limite"... mi spiego meglio: la cera d'api fonde a circa 64°C, il karitè risolidifica a grumi se oltrepassa i 65°C. O si tiene costantemente sott'occhio la temperatura dei grassi+cera col termometro e si toglie dal bagnomaria alla velocità della luce appena rasentano i 65°, oppure si scioglie a parte il karitè a bassa temperatura e (sempre lavorando col termometro, almeno le prime volte) lo si aggiunge quando la miscela grassi+cera è tornata sotto la "temperatura critica" di 65°.
Con un po' di pratica si fa anche ad occhio, ma siccome i grumetti di karité sono proprio antipatici... uso comunque il termometro - e poi brontolo perchè ho un pezzo in più da lavare quando ne potevo fare a meno :D:

_________________
"Quando l'ultimo albero sarà abbattuto,
quando l'ultimo fiume sarà avvelenato,
quando l'ultimo pesce sarà catturato,
allora vi accorgerete che i soldi non si possono mangiare"
(monito degli indiani Cree del Quebec)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 07/01/2009, 22:53 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 30/01/2008, 12:37
Messaggi: 324
Località: Trento
Me lo immaginavo :evil:

Eliminerò il karitè allora, non lo vedo indispensabile

_________________
Francesca


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 21/01/2009, 22:56 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 15/10/2007, 22:15
Messaggi: 323
Ciao a tutte!
un parere da parte delle mamme esperte: per il sederino un po' arrossato del mio cucciolino posso usare direttamente la pasta all'acqua della marco viti oppure mancando la quota grassa è troppo asciutta?
ciao e buona serata
scusate l'assenza indecente delle maiuscole ma sto scrivendo con la sola mano destra perchè la sinistra tiene il cucciolino di cui sopra
morales
per inciso: ho sonnooooooo


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 22/01/2009, 9:12 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 28/05/2007, 15:02
Messaggi: 568
Morales, io risolvevo in mezza giornata con la crema alla calendula della Weleda (quella per il viso :oo: per questi usi era il top)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 21/02/2010, 7:26 
Non connesso
novellino
novellino

Iscritto il: 11/02/2010, 12:06
Messaggi: 5
per i miei primi tre bimbi usavo anch'io un unguento che facevo con un oleolito autoprodotto di calendula, piantaggine ed eventualmente qualcos'altro a seconda della stagione, univo a bagnomaria cera d'api et voilà - era ottimo, solo che molto unto e adesso preferirei alternare con qualcosa di più cremoso...farò comunque la cold cream della Lola, poi se mi venisse in mente altro sottoporrò il tutto all'esame di voi esperte... :D: e grazie della segnalazione su cera e karité, non lo sapevo!


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 14/04/2010, 7:44 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 15/06/2008, 14:24
Messaggi: 54
Località: Svizzera
ehm... mi aggiungo, anche se questa pasta dovrebbe avere altri usi :roll:
il maritozzo ha problemi di arrossamento sulle guance e la pasta allo zinco sfiamma moltissimo (insieme a una crema delicata autoprodotta all'enotera).
Vorrei fare anche la pasta allo zinco!
Per il viso può andare bene la ricetta di Lola?
3% ossido di zinco
5% tocoferolo
20 cera di api
71 oli
bisabololo?

Grazie! :)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 14/04/2010, 10:19 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Messaggi: 37140
Località: Monfalcone
Sì va benissimo perchè non fa molto effetto bianco, e al contempo essendo un unguento isola per bene al pelle dalle aggressioni esterne. Però unge.

_________________
"One Pot" should be illegal


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 14/04/2010, 10:49 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 15/06/2008, 14:24
Messaggi: 54
Località: Svizzera
Grazie, Lola!

...

Ho visto su scts anche la versione con
burro di karitè 30 gr.
oli 13 gr
zinco 4 gr.

quale unge di meno secondo te?
Grazie!! :)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 14/04/2010, 12:25 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 30/01/2008, 12:37
Messaggi: 324
Località: Trento
Unge meno quella con la cera d'api perchè essendo, appunto, una cera, è più asciutta. Però potrebbe dare più problemi di punti neri del karitè, se tuo marito ne è soggetto.

_________________
Francesca


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 14/04/2010, 15:33 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 15/06/2008, 14:24
Messaggi: 54
Località: Svizzera
boh! non mi sembra che soffra di punti neri...
adesso ho provato a fare quella al karitè, se non funge la faccio con la cera di api!
:) grazie!


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 185 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 10  Prossimo

Indice » I vostri problemi di pelle e capelli » I nostri cosmetici fai da te promossi


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Hosted by MondoWeb