Registrati    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Ingredienti dei cosmetici


Regole del forum


in questa sezione NON SI POSTANO INCI



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 83 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Cetrimonium Chloride
 Messaggio Inviato: 15/12/2008, 23:58 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 21/08/2008, 17:54
Messaggi: 807
(dal blog http://saicosatispalmi.splinder.com)

CETRIMONIUM CHLORIDE

Funzione: districante per capelli

Semaforo: pallino rosso

Il cetrimonium è un quaternario con la funzione di condizionare i capelli e renderli ben districati e facilmente pettinabili. Questo quaternario d'ammonio è carico positivamente e questo gli consente di appiccicarsi ai capelli caricati negativamente a causa dello shampoo che è invece anionico (quindi negativo). Questa cosa elimina l'elettricità statica dei capelli li tiene ben separati uno dall'altro, insomma fa il suo lavoro di balsamo. ATTENZIONE : Come tutti i sali d'ammonio quaternari è certamente tossico per i batteri e quindi andrà a uccidere i fanghi attivi che si trovano nelle acque. Oltre ad essere tossico è quindi anche pericoloso per l'ambiente acquatico (soprattutto batteri) e non è per nulla biodegradabile! Dobbiamo soprattutto considerare che ci sono altre soluzioni. Si tratta di scovare dei balsami in cui il principio attivo antistatico non sia un sale d'ammonio quaternario (come il cetrimonium chloride appunto) ma degli Esterquat cioè delle sostanze certamente altrettanto efficaci ma perfettamente biodegradabili. Bisogna poi sottolineare che questa sostanza è limitata dalla Legge se impiegata come "Conservante" mentre non lo è se utilizzato come "materia prima". Una certa pericolosità o c'è o non c’è!!!!.



Se proprio non ci fossero alternative si povrebbe fare buon viso a cattivo gioco ma dato che le alternative ci sono (gli esterquat) perché correre tutti questi rischi. Sul mercato esistono dei prodotti molto più biodegradabili e molto meno tossici per gli organismi acquatici che si chiamano esterquat. Cosa fanno? La stessa identica cosa del cetrimonium solo che non sono pericolosi!

Oltretutto alcune segnalazioni lo indicano come irritante e sensibilizzante


Nota personale:
Ho pensato di aggiungere questo ingrediente sperando di fare cosa gradita, ho visto che è di uso comune nei balsami.
Forse le più esperte non avevano bisogno della descrizione per conoscerlo ma a quelle come me, che fino a mezz'ora fa mi chiedevo a cosa servisse, può tornare utile.

Se l'argomento è un doppione -ho fatto una ricerca sul forum prima ma posso essere stata superficiale- oppure è insignificante cancellatemi pure.

_________________
NON chiamarmi LITTLE!
Chiamami Perfida :twisted:
chiamami Edie
chiamami come più ti aggrada..
ma NON CHIAMARMI LITTLE! :evil:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 16/12/2008, 12:19 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 23/05/2008, 16:06
Messaggi: 59
Località: Provincia di SO
Eccolo qui, il mio ultimo ostacolo alla conversione eco-bio dei capelli!! :?
Ho letto sul forum di SCTS e anche da altre fonti che ne viene sconsigliato l'uso abbinato all'esterquat, perchè il CC essendo un filmante impedisce o comunque ostacola il lavoro districante del condizionante bio.. confermate?

.. quindi, oltre ai balsami contenenti CC, che posso riciclare come ammorbidenti per i vestiti fino ad esaurimento (dei balsami, non mio ;) ), devo stare attenta anche ai prodotti per lo styling (spume per capelli ecc.. ), anche se lo contengono in scarsa quantità (al 5°-6° posto, appena prima dei conservanti)? :mirmo:

Grazie a chi saprà rispondermi!! :D:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 03/01/2009, 13:31 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 19/09/2008, 12:32
Messaggi: 36
uppo questa discussione perchè non ho capito una cosa. il cc ha un effetto filmante, ma le conseguenze di questo effetto sono in qualche modo paragonabili ai siliconi? mi spiego meglio, che voi sappiate il cc crea una barriera che impedisce al capello di legarsi ad altre sostanze?
non per altro, ho sentito spesso demonizzare il cc, inizialmente pensavo che fosse dovuto al fatto che è ittiotossico, ma ho letto sul web che certe persone no lo reputano nemmeno salutare per la persona, che sapete dirmi? :?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 04/01/2009, 17:19 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 30/09/2008, 20:10
Messaggi: 155
Località: Gorizia
Mi chiedo pure io se è paragonabile ad un silicone e secca il capello alla lunga... :roll:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 04/01/2009, 21:02 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 21/08/2008, 17:54
Messaggi: 807
(Adesso arriva Lola a bastonarmi dicendomi che sono qui da sei mesi e non ho ancora capito un tubo, però ci provo)

Io credo che ogni districante, per semplificare, ogni balsamo, rimanga sul capello, che forse è il motivo per cui i capelli dopo appaiono sì più morbidi ma sono anche più flosci talvolta e sicuramente si sporcano prima.

Sul parallelismo siliconi-cetromonium... Provate a lavarvi le mani dopo aver maneggiato dei siliconi (che ne so, i tanto millantati "cristalli liquidi") e vedete da soli che differenza rispetto allo sciacquare una mano piena di balsamo.
Il balsamo va via con l'acqua, per il silicone ci vuole il sapone.

_________________
NON chiamarmi LITTLE!
Chiamami Perfida :twisted:
chiamami Edie
chiamami come più ti aggrada..
ma NON CHIAMARMI LITTLE! :evil:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 04/01/2009, 21:14 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 30/09/2008, 20:10
Messaggi: 155
Località: Gorizia
Il tuo esempio pratico rende benissimo! ;)
Grazie...


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 05/01/2009, 11:59 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 18/09/2008, 19:05
Messaggi: 730
Località: tra il regno dei papi e quello dei borboni..
Non vorrei sbagliarmi ma il cetrimonium ha anche un'odore sgradevole come materia prima... mi sembra sia in perline con una puzza chimica tremenda.. o forse lo confondo col behentrimonium.. :roll:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 27/11/2010, 9:45 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 28/03/2009, 23:32
Messaggi: 2095
Località: NAPOLI
ti garantisco ,non puzza l ho usato per un a maschera e i capelli li ho lavati da 4 giorni ,non sporca, è liquidoil mio, oggi li lavo però :risat:


Ultima modifica di TANYA il 27/11/2010, 10:59, modificato 1 volta in totale.

Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 27/11/2010, 9:52 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Messaggi: 37273
Località: Monfalcone
poi l'odore sparisce dopo qualche giorno che si è fatto il balsamo.

_________________
"One Pot" should be illegal


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Cetrimonium Chloride
 Messaggio Inviato: 25/08/2011, 9:34 
Non connesso
Spignattatrice scientifica
Spignattatrice scientifica
Avatar utente

Iscritto il: 24/05/2010, 19:01
Messaggi: 813
Località: Pendolare tra Milano e Mosca
Ok, visto che ogni tanto sorge il dubbio sull’effettiva forza lavante dei balsami in generale e dei tensioattivi cationici in particolare, proviamo a sviscerare il problema.
Prendiamo il Cetrimonium Cloride
Ecco la su formula.
Immagine

E’ fatto di una testa idrofila ed una coda lipofila.
La testa idrofila gli dà la solubilità in acqua ed il suo potere condizionante. Cioè la testa ha la carica positiva, la superficie di capello quella negativa. Grazie all’attrazione elettrostatica il condizionante si deposita sul capello riducendone così l’elettricità. Nello stesso modo il cetrimoniun si lega al polo negativo della molecola d’acqua, perciò più lungo è il risciacquo, meno viene il potere condizionante.
La coda lipofila dà al cetrimonium il suo potere emulsionante. Cioè la coda lega a sè le molecole d’olio creando una micella fatta di centro oleoso con delle “code” attorno e le teste idrofile al esterno. Queste micelle sono facilmente disperdibili in acqua (un classico esempio di emulsione O/W).
In questo modo il cetrimonium emulsiona sia oli che mettiamo nel balsamo, sia il nostro sebo. Se mettiamo nel balsamo poco cetrimonium e tanto olio le “code” disponibili ad emulsionare anche il nostro sebo rimangono poche ed il balsamo non lava.
Come ho già detto prima, le micelle formate dal cetrimonium sono facilmente disperdibili in acqua, ma nello stesso tempo, la testa polare è tentata ad attaccarsi ai nostri capelli, perciò se il risciacquo non è abbastanza lungo troviamo troppo condizionante attaccato ai capelli e abbiamo la sensazione …che il balsamo non lavi.

Conclusione? Beh…
Una dose generosa di cetrimonium + poco olio + lungo risciacquo = COW perfetto. :D:[/quote]

---

Utilizzo come solubilizzante: QUI


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Cetrimonium Chloride
 Messaggio Inviato: 13/12/2011, 17:27 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 08/01/2009, 20:31
Messaggi: 635
Località: provincia di Pordenone - Beirut
oggi mi è arrivato il cetrimonum insieme ad altre cose...
ma non ho la scheda tecnica...
percentuali di utilizzo??


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Cetrimonium Chloride
 Messaggio Inviato: 13/12/2011, 19:38 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 8:57
Messaggi: 16643
Località: Milano
E' il VARISOFT 300, ovvero cetrimonium chloride al 28-30%?
Se sì, si usa dall'1 al 5%.

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Cetrimonium Chloride
 Messaggio Inviato: 13/12/2011, 20:55 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 08/01/2009, 20:31
Messaggi: 635
Località: provincia di Pordenone - Beirut
è VARISOFT 300 E, della acef, venduto da vernile..
credo sia proprio lui :)
rettifico: ho la scheda tecnica, ma non ci sono scritte le percentuali di utilizzo!
grazie tagliar!! :allah:
(ne approfitto però: fase A, confermi??)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Cetrimonium Chloride
 Messaggio Inviato: 14/12/2011, 9:10 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 8:57
Messaggi: 16643
Località: Milano
Io al momento l'ho usato un'unica volta e l'ho messo in fase acquosa.
Le % di utilizzo le ho prese dalla scheda tecnica del produttore (forse quella che hai tu è un certificato d'analisi).

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Cetrimonium Chloride
 Messaggio Inviato: 14/12/2011, 12:27 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 08/01/2009, 20:31
Messaggi: 635
Località: provincia di Pordenone - Beirut
si credo sia un certificato di analisi...
parla di "materia attiva" al 28-30% quindi tengo buone le percentuali che hai detto tu tagliar...


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Cetrimonium Chloride
 Messaggio Inviato: 14/12/2011, 12:41 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 8:57
Messaggi: 16643
Località: Milano
Sì, vai tranquilla, è lo stesso cetrimonium che ho io, quindi diamo affidamento alla scheda tecnica. ;)

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Cetrimonium Chloride
 Messaggio Inviato: 28/07/2012, 10:15 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 30/09/2011, 20:31
Messaggi: 183
Località: brescia ,ma... core salentinu !
quindi in che dosi? anche io ce l' ho di vernile ma ho paura ad usarlo ! come fare un balsamo ganzo?

_________________
ci camina llicca ci sta a casa sicca!


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Cetrimonium Chloride
 Messaggio Inviato: 28/07/2012, 10:22 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 8:57
Messaggi: 16643
Località: Milano
Uso 1-5%

Devi provare e vedere qual è la % migliore per i tuoi capelli.

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Cetrimonium Chloride
 Messaggio Inviato: 31/07/2012, 9:44 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 30/09/2011, 20:31
Messaggi: 183
Località: brescia ,ma... core salentinu !
ok grazie cara! proverò con tre % e se necessario aumento!

_________________
ci camina llicca ci sta a casa sicca!


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Cetrimonium Chloride
 Messaggio Inviato: 25/11/2012, 15:11 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 12/12/2011, 12:11
Messaggi: 157
Località: Bologna
Per il behentrimonium chloride valgono le stesse cose? (Non c'è il topic dedicato)
Comunque se posso sostituire entrambi con l'esterquat e tranquillizzare gli organismi acquatici, perchè usare Cetrimonium e behentrimonium?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 83 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Ingredienti dei cosmetici


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
cron
Hosted by MondoWeb