Fitocose - Baby pasta

Inci e recensioni di cosmetici per la cura del corpo!

Moderatori: gigetta, Laura, tagliar, Bimba80

Rispondi
mannero
utente
utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 29/07/2013, 18:47

Fitocose - Baby pasta

Messaggio da mannero »

Immagine

Fitocose - Baby pasta

Dal loro sito:

Prodotto:
Pasta all’Ossido di Zinco 25% per una protezione efficace della pelle delicata del neonato
SPF 50
L’ossido di Zinco svolge un’azione lenitiva, astringente e calmante sulla pelle formando una barriera protettiva che preserva l’epidermide da ulteriori stimoli di tipo irritativo.
Questa pasta pertanto trova indicazione negli arrossamenti da cause esterne e in tutti quei casi in cui si renda necessario proteggere la pelle del neonato in modo efficace.
Baby pasta è Nickel tested: > 0,1 ppm (Diffey-Robson test in vitro)
La presenza di Nickel è 10 volte inferiore al limite di tolleranza raccomandato per i soggetti allergici.

Modalità d’uso:
Come prevenzione contro gli arrossamenti:
stendere il prodotto in modo uniforme sulle zone del sederino e nelle pieghe cutanee, massaggiando delicatamente.
Come lenitivo in caso di arrossamento:
Applicare in spesso strato il prodotto sulle zone di pelle irritate ed arrossate spalmandolo brevemente senza eccedere nel massaggio.
Come protettivo solare:
Stendere il prodotto in spesso strato sulle zona di pelle esposta ai raggi del sole spalmando brevemente. Ripetere l’applicazione ogni due ore, dopo il bagno o sudorazione eccessiva
Detersione:
Per detergere il prodotto dalla pelle usare un olio vegetale ( tipo Oliva o Mandorle) e asportare poi con un panno assorbente tipo cotone .

Prezzo consigliato: 7.90 €
Misure: 50 ml


Inci: Helianthus annuus seed oil, Coco caprylate, Zinc oxide (CI 77947), Polyglyceryl-3-Beeswax, Silica, Glycyrrhetinic acid, Tocopherol

Nota personale
Chiedo la recensione di questa pasta in quanto è inserita nella sezione solari per bimbi e viene riportato come SPF 50. Io sono adulta (sarà questo il problema?), l'ho usata nelle ultime due estati come solare e non mi sono trovata bene. Tutte e due gli anni mi ha causato irritazione solare alla pelle nei primi giorni di esposizione e non mi è mai capitato nella vita né con un SPF 50 né con un SPF 30. Dopo averla interrotta e aver usato normali creme con filtri chimici, sono riuscita a sopportare normalmente il sole. Alternandola alle altre, sentivo una minore protezione. Sui raggi infrarossi batte tutte le creme sin d'ora testate. La texture è davvero piacevole, non appiccica, decisamente migliore di tutte le creme con filtro chimico provate, pur generando l'effetto fantasmino. Potreste spiegarmi perché su di me non funziona? L'ipotesi che mi sono fatta è che l'SPF sia di gran lunga inferiore rispetto a quello dichiarato. Mi spiace tanto, perché credo sia l'unico solare bio con solo ossido di zinco.
Avatar utente
Lola
Grande Capa
Grande Capa
Messaggi: 43885
Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Località: Monfalcone

Re: Fitocose - Baby pasta

Messaggio da Lola »

L'irritazione è tipo eritema solare o reazione allergica alla crema? Spiegami la resistenza agli infrarossi.
...perchè io VI VEDO

"non si fanno cosmetici con il gel di sodio ialuronato e gli attivi dentro, sembra di essere ai tempi di Nonna Papera"
mannero
utente
utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 29/07/2013, 18:47

Re: Fitocose - Baby pasta

Messaggio da mannero »

Eritema solare sicuramente. L'ho usata qualche volta anche in casa dopo le vacanze e non ha sortito alcun irritazione. Non ho mai avuto alcun problema di allergia con i cosmetici.
Per i raggi infrarossi notavo che il corpo si scaldava meno e tratteneva minor calore rispetto alle creme con filtro chimico (dovrebbe essere anche corretto chimicamente, correggimi se sbaglio).
Una cosa che mi sono dimenticata di dire è che funziona benone, invece, come doposole/lenitivo, anche se ovviamente usare una crema solare a scarsa assorbenza per altri scopi non è il massimo.
Avatar utente
gigetta
Moderatrice Spignattante
Moderatrice Spignattante
Messaggi: 7061
Iscritto il: 28/09/2006, 15:47
Località: provincia di GO

Re: Fitocose - Baby pasta

Messaggio da gigetta »

Nel mio caso, ho notato che spesso l'eritema solare mi esce se la zona esposta al sole rimane per troppo tempo al caldo e sudata, e in genere queste creme "pastose", se usate in modo abbondante in modo che il filtro abbia protezione, fanno sudare (almeno me).
Potrebbe essere la causa del tuo problema?
ciao
Immagine
Hai dubbi sulle regole del forum? Leggi QUI e non fingere di averlo fatto... perchè tanto noi ti becchiamo!!!
mannero
utente
utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 29/07/2013, 18:47

Re: Fitocose - Baby pasta

Messaggio da mannero »

Premetto che non mi espongo mai, sono sempre sotto l'ombrellone tranne appena tornata dal bagno per asciugare il corpo (qualche minuto). Non ho notato questa sudorazione maggiore, anche perché sia in Sardegna che nel Salento c'è spesso vento, per cui alcuni giorni si stava addirittura bene come temperatura.
Questa resta ugualmente una crema liquida abbastanza spalmabile, anche se non si assorbe molto.
Anni fa provai un'altra crema a solo filtro fisico della Avène che ho fatto anche recensire qui, ma proteggeva normalmente e non era così distante come texture. Spesso ho usato creme de La Roche Posay con lo stesso SPF e sono una bomba.
In entrambi i casi sono tornata dalle vacanze senza essermi abbronzata minimamente.
Avatar utente
Lola
Grande Capa
Grande Capa
Messaggi: 43885
Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Località: Monfalcone

Re: Fitocose - Baby pasta

Messaggio da Lola »

Questo diceva Paracelso riguardo l'ossido di zinco usato come solare:
L’ossido di zinco è molto più “trasparente” rispetto al biossido di titanio.
Anche gli UVB che blocca sono una minima parte di quelli bloccati dal biossido di titanio ( quasi un terzo ). È quindi un filtro UVB molto scarso e mettendone della forma nano anche un 25% in formula ( la massima concentrazione consentita ) si ottiene a fatica un SPF15. Insomma abbiamo un pastone “fangosimile” con cui è altamente improbabile formulare solari con protezione alta. Questo spiega le mie grosse perplessità quando vedo solari SPF50 basati sull’ossido di zinco. La maggior trasparenza agli UVB non si traduce in un biancore molto minore rispetto al biossido di titanio una volta applicato sulla pelle. Infatti la curva di assorbimento della radiazione luminosa è più spostata verso il visibile, con una lunghezza d’onda critica vicino a 380nm. Un vantaggio cromatico, rispetto al biossido di titanio può risultare con granulometrie non nano, dove l’indice di rifrazione minore dell’ossido di zinco, produce un “bianco” che “spara” di meno.
Per produrre protezioni alte o molto alte con solo filtri minerali, cioè miscelando ossido di zinco e biossido di titanio, si deve considerare che varie ricerche hanno rilevato come il loro potere filtrante una volta miscelati non si sommi linearmente.
Io credo che semplicemente proporre come solare una baby pasta per culetti non vada bene. Tu ti sei proprio accorta che non avevi protezione sufficiente, questo perchè mancava il titanio biossido che è presente in tutti i solari a base di filtri fisici.
...perchè io VI VEDO

"non si fanno cosmetici con il gel di sodio ialuronato e gli attivi dentro, sembra di essere ai tempi di Nonna Papera"
Avatar utente
nickangel97
utente avanzato
utente avanzato
Messaggi: 1162
Iscritto il: 09/10/2019, 19:00
Località: Padova

Re: Fitocose - Baby pasta

Messaggio da nickangel97 »

La pasta allo zinco ossido come solare no :cry: Questa tra l'altro è una domanda che vedo fatta ogni settimana sul profilo di una dermatologa molto famosa sul web, se proprio una pasta tipo la F****n sia possibile usarla al posto dei solari perché, come i solari minerali o i famosi "combination sunscreen" che negli USA vanno per la maggiore, contiene zinco. E vedo sempre anche domande così: "in questa crema c'è questa percentuale di zinco, che spf ha?" Ho notato e visto con i miei occhi che c''è proprio o un errore o di comunicazione da parte di chi vende/recensisce ecc. , o un fraintendimento da parte di chi vuole acquistare, per cui il consumatore pensa che lo zinco, dato che è presente nei solari, renda qualsiasi prodotto che lo contenga un solare. Idem vale per il titanio diossido (che ogni tanto anche noi introduciamo nelle nostre creme, in percentuale minima perchè è una mano di calcina, ma anche se ne mettessimo di più non avremo formulato un solare), ma la vedo molto meno questa casistica, di solito le domande son tutte sullo zinco.

Però penso che forse qui in Europa l'effetto sarebbe diverso se, come negli USA, i solari fossero etichettati come farmaci, si capirebbe che son due cose totalmente diverse. Fatto sta che negli USA questo fraintendimento continua :roll: Ma una spiegazione c'è: loro hanno pochissime protezioni chimiche. Son quasi tutte miste, perchè l'unico filtro UVA concesso negli USA è l'avobenzone. E gli unici solar interamente a filtri chimici che abbia visto sono uno di La Roche Posay, uno di Eucerin, uno di Cetaphil e basta che io ricordi...In Europa sarebbe diverso, ormai tutti han sentito parlare almeno una volta di filtri chimici e minerali.
mannero
utente
utente
Messaggi: 29
Iscritto il: 29/07/2013, 18:47

Re: Fitocose - Baby pasta

Messaggio da mannero »

Grazie mille per queste risposte molto utili. Il mio dubbio era fondato. Farò una segnalazione alla Fitocose, considerato che è consigliata per i bambini.
Avatar utente
nickangel97
utente avanzato
utente avanzato
Messaggi: 1162
Iscritto il: 09/10/2019, 19:00
Località: Padova

Re: Fitocose - Baby pasta

Messaggio da nickangel97 »

mannero ha scritto: 08/04/2021, 10:18
Per i raggi infrarossi notavo che il corpo si scaldava meno e tratteneva minor calore rispetto alle creme con filtro chimico (dovrebbe essere anche corretto chimicamente, correggimi se sbaglio).
É vero il contrario invece. Un filtro minerale fa semplicemente da specchio agli UV, li rimbalza via. E perchè sia efficace DEVE fare l'effetto fantasma. Invece i filtri chimici convertono gli UV in calore e radicali liberi. Probabilmente confondi le sensazioni caldo/appiccicosume.
Rispondi