Registrati    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » I vostri problemi di pelle e capelli » I nostri cosmetici fai da te promossi




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 38 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: qui lo dico e qui lo nego- crema delle fate
 Messaggio Inviato: 01/03/2007, 11:58 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Messaggi: 38303
Località: Monfalcone
Come trasformare l'olio delle fate o quello delle coccole o qualsiasi olio profumato a piacere in crema.

Si fa a freddo, è "idiot proof" :D: , solo che servono due emulsionanti sinteticissimi.

ingredienti:

acqua distillata 67.50
glicerina 5.00
olio profumato 24.00
abil care 85 (emulsionante) 1.00
tinovis ADE (emulsionante-addensante) 2.00
phenonip (conservante) 0.50

Mettere nel becher grande in cui frulleremo l'acqua e la glicerina, in un altro becher unire l'olio profumato, il conservante e gli emulsionanti, mescolare un attimo, versarne una parte nella fase acquosa e frullare fino a sbiancamento, aggiungere un'altra parte di fase oleosa, rifrullare, riaggiungere l'ultima parte, frullare bene. Il tinovis ha bisogno di alcuni minuti di frullata, quindi non lesinate. La crema è pronta. Manca l'antiossidante, quindi non sperate che vi duri tanti mesi. Fare e usare.

Con l'olio delle fate viene troppo profumata, si può diminuire la dose e magari aggiungere tocoferile acetato, con quello delle coccole Nature's viene un profumo delicatissimo, si sente ma poco.


Edit: consiglio di leggere anche questo topic nel quale consiglio di aumentare un po' l'abil care e gelificare anche con carbomer.

_________________
"One Pot" should be illegal


Ultima modifica di Lola il 04/08/2008, 10:10, modificato 2 volte in totale.

Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: qui lo dico e qui lo nego- crema delle fate
 Messaggio Inviato: 08/03/2007, 9:33 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 8:57
Messaggi: 16866
Località: Milano
Lola ha scritto:
solo che servono due emulsionanti sinteticissimi.


Ma non si può proprio fare con emulsionanti bio? :?

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 08/03/2007, 9:52 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Messaggi: 38303
Località: Monfalcone
Emulsionanti bio che emulsionano e addensano a freddo usandone piccole quantità e tengono fino al 30% di olio? Se ne trovi uno ti faccio un monumento!

_________________
"One Pot" should be illegal


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 30/05/2007, 14:00 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 8:57
Messaggi: 16866
Località: Milano
Ebbene sì, l’ho fatto!!
Ora che mi sono arrivati Tinovis ADM e Abil care 85 da trilly ho voluto provare ed ho “cremizzato” un olio bio bio bio al profumo di arancio dolce…. direi che è venuto uno spettacolo :D:

Io ho aggiunto anche allantoina, aperoxid per evitare l’irrancidimento e due goccine di colorante alimentare (1 rossa e 1 gialla), così ha preso un colorino rosa-arancio che va a nozze col profumo :100:

In realtà una cremina al profumo di arancio dolce avrei anche potuto farla “ex novo” a caldo, senza partire dall’olio già profumato e senza usare questi emulsionanti sintetici, profumando la “creazione” alla fine con l’o.e., ma ero troppo curiosa di vedere come veniva e così mi sono cimentata con l’unico olio profumato che avevo ;)

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 31/05/2007, 9:07 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 8:57
Messaggi: 16866
Località: Milano
tagliar ha scritto:
Ebbene sì, l’ho fatto!!
Ora che mi sono arrivati Tinovis ADM e Abil care 85 da trilly ho voluto provare ed ho “cremizzato” un olio bio bio bio al profumo di arancio dolce…. direi che è venuto uno spettacolo :D:


Ieri sera l'ho provata: è leggera (sembra quasi un soufflè), si stende molto facilmente, si assorbe subito. Lascia un pochino di unto, ma stamattina la pelle è moooorbida.
PROMOSSA!! :D: (peccato che non sia bio :? )

Ora però avrei 2 domande:
- fino a quale % di olio regge? Lola diceva che si può aumentare la quantità di olio se la si vuole più profumata, ma fino a quanto?

- la seconda è un po' più tecnica :mah:
ho trovato la composizione dei due emulsionanti:
ABIL CARE 85: bis-PEG/PPG-16/16 dimethicone, caprylic/capric triglyceride
TINOVIS ADM: sodium acrylates copolymer, mineral oil, PPG-1 trideceth-6
Nelle schede tecniche non sono specificate le percentuali dei vari componenti, quindi mi chiedevo come fa un produttore di cosmetici a sapere come inserirli nell'inci.
Per essere più chiara: in questa crema l'abil care 85 è all'1%, quindi i suoi componenti sono a % inferiori all'1% e non importa in che ordine siano scritti nell'inci, basta che siano scritti insieme alle sostanze presenti in % inferiore all'1%; per il tinovis invece, presente al 2%, come fa a sapere il produttore in che % sono i suoi componenti, cioè se qualcuno sfora la % finale dell'1% e quindi va obbligatoriamente scritto prima degli altri? :?

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 31/05/2007, 9:28 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Messaggi: 38303
Località: Monfalcone
Bisogna chiedere al produttore la percentuale di mineral oil. Il tinovis adesso è formulato così, ma non è escluso che in futuro non lo disperdano in caprilico caprico trigliceride.

Ma ti devi mettere a scrivere inci??? :D:

Il tinovis usato al 3% regge fino al 30% di grassi; io non ci proverei comunque. :twisted: Se vuoi la crema meno leggera metti al posto del solo olio una quota di burro di cacao, di karitè, e un 2% di cere (quell che vuoi: cetil palmitato, cetilico, cetilstearilico oppure un emulsionante ceroso tipo il sesquistearato o qualsiasi cosa sia in perline; diminuisci in questo caso l'abil care allo 0.5%).

_________________
"One Pot" should be illegal


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 18/11/2008, 14:15 
Non connesso
Venusia la Maliarda
Venusia la Maliarda
Avatar utente

Iscritto il: 27/02/2008, 13:27
Messaggi: 3766
Località: Venere ;-)
tiro su il post perchè l'ho testata ed è fantastica..
(i miei complimenti ormai nemmeno servono piu'...)
ovviamente mi è salita la febbre da spignatto perchè la devo rifare per tutte le mie compagnucce di merende..
vorrei per favore,sapere,in attesa delle materie prime in arrivo:
secondo voi posso sostituire l'acqua con il gel aloe?so che hanno una diversa densità dunque un differente peso specifico,come mi dovrei regolare secondo voi con le dosi?
poi.come faccio a non fare andare tutto in ricotta?mi sono letta il post di riferimento sul tinovis,ma ho ugualmente paura....
@lola:la crema che hai fatto tu è a base di carbomer come indichi nella seconda versione oppure è quella prima indicata all'inizio post?

intanto grazie a tutte!

_________________
Com' esser puote ch'un ben,distributo in più posseditor,faccia più ricchi di sé che se da pochi è posseduto?...Tanto si dà quanto trova d'ardore..E quanta gente più là sù s'intende,più v'è da bene amare,e più vi s'ama,e come specchio l'uno a l'altro rende

Purgatorio,XV - 61,75


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 18/11/2008, 14:41 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 25/10/2007, 17:38
Messaggi: 550
Località: Palermo
Secondo voi sarebbe un'idiozia fare la crema a caldo mettendo dell'olio di jojoba e poi a freddo aggiungere l'olio delle fate???


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 18/11/2008, 15:47 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Messaggi: 38303
Località: Monfalcone
emanuela ha scritto:
secondo voi posso sostituire l'acqua con il gel aloe?so che hanno una diversa densità dunque un differente peso specifico,come mi dovrei regolare secondo voi con le dosi?


Non metterci il gel di aloe che ha un odore particolare che ti interferisce con la profumazione dell'olio, e non solo, essendo acido e normalmente conservato con potassio sorbato e sodio benzoato ti smonterebbe completamente la densità.

emanuela ha scritto:
poi.come faccio a non fare andare tutto in ricotta?mi sono letta il post di riferimento sul tinovis,ma ho ugualmente paura....

Se ti sta andando in ricotta aggiungi un po' di abil care e un minimo di acqua

emanuela ha scritto:
@lola:la crema che hai fatto tu è a base di carbomer come indichi nella seconda versione oppure è quella prima indicata all'inizio post?


sì ho fatto un gel di carbomer 0.2% e niente xantana, e il resto era il solito procedimento.

_________________
"One Pot" should be illegal


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: qui lo dico e qui lo nego- crema delle fate
 Messaggio Inviato: 25/11/2008, 9:35 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 06/07/2007, 15:14
Messaggi: 468
Lola ha scritto:
Si fa a freddo, è "idiot proof" :D: , solo che servono due emulsionanti sinteticissimi.



In effetti è idiot proof: è venuta anche a me :D: :D:
Ho usato l'olio degli angeli (sempre erboristeria magentina) che è buono ma fin troppo profumato, la prossima volta diluisco un po' l'olio.
Saranno emulsionanti sinteticissimi ma la consistenza è divina...e che il dio dell'ecobio mi perdoni perchè ho peccato! :D:

_________________
Quando pensi di avere tutte le risposte la vita ti cambia tutte le domande - Charlie Brown


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 18/03/2009, 11:20 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 06/07/2007, 15:14
Messaggi: 468
Lola ha scritto:
Se vuoi la crema meno leggera metti al posto del solo olio una quota di burro di cacao, di karitè, e un 2% di cere (quell che vuoi: cetil palmitato, cetilico, cetilstearilico oppure un emulsionante ceroso tipo il sesquistearato o qualsiasi cosa sia in perline; diminuisci in questo caso l'abil care allo 0.5%).


ci ho provato! la prima volta (la fortuna del principiante) mi è venuta benissimo!
Poi non ci sono stati più santi: tutte le altre volte è uscita ricottosa/gelatinosa e non soffice e poi dopo un paio di giorni si separa (o meglio viene a galla l'olio).
Perchè? Dove sbaglio?

_________________
Quando pensi di avere tutte le risposte la vita ti cambia tutte le domande - Charlie Brown


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 18/03/2009, 11:32 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Messaggi: 38303
Località: Monfalcone
aumenta l'abil care e versa la fase oleosa in quella acquosa. vedrai che viene.

_________________
"One Pot" should be illegal


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 26/04/2009, 20:25 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 17/09/2008, 20:49
Messaggi: 278
Località: Pinerolo (TO)
Se invece di una crema bella sostenuta volessi ottenere una consistenza più fluida, che percentuali dovrei adottare?

_________________
Ouais c'est ma clope, mon shit. Ma dose, ma weed. Ma coke, mon speed. Mon crack, ma musique.
(Stromae, Ma musique)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 27/04/2009, 16:45 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Messaggi: 38303
Località: Monfalcone
Diminuisci tinovis e aumenta abil care. Tinovis 1% abil care 2%.

Se ti risulta ancora troppo densa o ci ficchi un paio di gocce di acido latico per smollarla oppure un po' di pantenolo o di umectol, liquidità assicurata! Emoticons by Follettarosa

_________________
"One Pot" should be illegal


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 30/04/2009, 14:15 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 17/09/2008, 20:49
Messaggi: 278
Località: Pinerolo (TO)
Fatta! :blob9:
Non è fluidissima ma è senz'altro meno compatta di quella che avevo fatto con l'oleolito di salvia, direi che va bene. Non ho usato Umectol, né acido lattico né altri "smoscianti", proprio perchè credo che la destinataria della crema possa gradirla già così com'è. Ho avuto solo l'accortezza di "tagliare" l'olio degli angeli, come suggerito da Tweety, con olio di karitè perchè non risultasse eccessivamente profumata.
È già allo studio la terza creazione.... :D:

_________________
Ouais c'est ma clope, mon shit. Ma dose, ma weed. Ma coke, mon speed. Mon crack, ma musique.
(Stromae, Ma musique)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 26/06/2009, 10:11 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 06/07/2007, 15:14
Messaggi: 468
Io invece vorrei provare a fare una crema profumata ed emulsionata con tinovis e abil care utilizzando un olio non profumato e mettendo al posto dell'acqua "l'acqua profumata al Monoi" di fitocose (composta da acqua, gel d'aloe, profumo e potassio sorbato e sodio benzoato).
No so se verrà (ma lo scoprirò presto :D: ). Volevo pero sapere come comportarmi con la quantità di phenonip....vado con le solite 10/12 gocce per 100 gr di crema o visto che la fase acquosa ha già dentro i concervanti diminuisco il phenonip? E se sì di quanto?

_________________
Quando pensi di avere tutte le risposte la vita ti cambia tutte le domande - Charlie Brown


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 26/06/2009, 11:49 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 28/12/2007, 19:41
Messaggi: 164
Tweety, temo che i conservanti contenuti nell'acqua di monooi ti samonteranno la crema... potassio sorbato e sodio benzoato intanto sono dei sali, e i sali smontano gli addensanti acrilici come il tinovis, e poi il pH a cui vengono tenuti i prodotti che li contengono smonta di brutto.


Ultima modifica di nati il 27/06/2009, 8:07, modificato 1 volta in totale.

Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: qui lo dico e qui lo nego- crema delle fate
 Messaggio Inviato: 03/09/2011, 15:53 
Non connesso
Spignattatrice
Spignattatrice
Avatar utente

Iscritto il: 04/06/2011, 20:12
Messaggi: 1021
Località: Roma
Finalmente sono riuscita a trovare l'olio delle fate e provare questa ricetta :)
L'intenzione (vabbè speranza) era di riuscire a fare un'emulsione decente e ottenere una crema non troppo compatta ne pannosa per il troppo frullare.
Il profumo è fantastico :heart: e la consistenza è proprio come la volevo :hearts:
l'ho messa comunque in un vasetto perché erano solo 100g

La ricetta è quella di Lola con i alcuni suggerimenti indicati in questo topic

Fase A
acqua 66,5g
glicerina 5g

Fase B
olio delle fate 22 g
tocoferile acetato 2g
aperoxid 1g (*)
abil care 85 2g
tinovis ADE 1g

Fase C
allantoina 0,5g
umectol 0,5g
phenonip 0,5g

(*) io lo metto sempre, non so se c'era un motivo per cui non avrei dovuto farlo :neutral: )

Ho indicato le fasi per praticità; ho messo da una parte l'acqua e la glicerina, da un'altra gli oli, abil care e tinovis. Ho mescolato la fase grassa ed incorporato poco per volta la fase acquosa frullando (ho usato le fruste questa volta) fino allo sbiancamento poi ho continuato a mano ed ho aggiunto l'allantoina dispersa nell'umectol

Foto:

Immagine

_________________
Nulla succede per caso
Immagine


Ultima modifica di mgrazia il 29/12/2013, 22:09, modificato 1 volta in totale.

Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: qui lo dico e qui lo nego- crema delle fate
 Messaggio Inviato: 11/11/2011, 22:34 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 12/04/2011, 9:07
Messaggi: 131
Fatta!
Ho usato un olio anticellulite (antica ricetta della Lola) ed è venuta una crema spettacolare :)

_________________
"Essere una donna è peggio che essere un contadino, è un continuo potare e spruzzare antiparassitari: ci sono le gambe da depilare, le ascelle da rasare, le sopracciglia da strappare, la pelle da esfoliare, i punti neri da schiacciare, le radici dei capelli da colorare..." (Bridget Jones)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: qui lo dico e qui lo nego- crema delle fate
 Messaggio Inviato: 23/02/2012, 19:12 
Non connesso
Spignattatrice
Spignattatrice

Iscritto il: 20/02/2011, 8:02
Messaggi: 607
Località: vignola modena
Ciao ragazze
Povera me ho fatto ordine a vernile ...ieri è arrivato il paco ....
Mi sono accorta che anziché prendere tinovis ADE ho preso quello tinovis ADM...questo vuol dire che ho petrolati dentro :bam: :duro: :duro:
ma che ignorante che sono...ho fatto anche oggi la crema di Lola -crema delle fatte- :duro: Ero tanto fiera è venuta benissimo...per fortuna non lo postata...che figuraccia :oops: :cry: :cry:
ragazze ma veramente è cosi orrendo questo tinovis ADM....? :cry:

_________________
CIAO


Ultima modifica di quana il 24/02/2012, 13:47, modificato 1 volta in totale.

Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 38 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Indice » I vostri problemi di pelle e capelli » I nostri cosmetici fai da te promossi


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Hosted by MondoWeb