Carbomer - consigli pratici

Forum in cui si trova la teoria dello spignatto in casa

Moderatori: gigetta, Laura, MissBarbara, tagliar, Bimba80, Paty

Avatar utente
anto
Spignattatore Esperto
Spignattatore Esperto
Messaggi: 5076
Iscritto il: 03/10/2006, 8:54

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da anto »

Beh ... È nato per prodotti con ph medio basso quindi la cosa ha senso
Avatar utente
augusten
utente avanzato
utente avanzato
Messaggi: 341
Iscritto il: 26/08/2012, 10:56
Località: Trentino
Contatta:

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da augusten »

Avete qualche novità sul carbomer 30? Qualche nuovo esperimento? :amour:
Immagine
Crea ricette ed etichette: http://augusten.altervista.org
Avatar utente
Lola
Grande Capa
Grande Capa
Messaggi: 41111
Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Località: Monfalcone

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da Lola »

Io... l'ho usato ieri sera. (sì, il fedifrago si è presentato pentito con un mazzo di rose rosse... :roll:)

sottilissimo tipo dry flo, si bagna subito e invece di gelificare il minimino come il 21 resta acqua pura, solo biancastra. La mia impressione con la crema che ho fatto ieri sera è che gelifichi di meno :oo: o ho sbagliato qualcosa.
Immagine Stemperato, non "mescolato"!
Avatar utente
pannina
Spignattatrice
Spignattatrice
Messaggi: 2924
Iscritto il: 13/10/2011, 21:54
Località: Genova

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da pannina »

meno constenza intendi per "gelifica di meno"? Che percentuale hai usato, 0,30% come di solito?
Avatar utente
Lola
Grande Capa
Grande Capa
Messaggi: 41111
Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Località: Monfalcone

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da Lola »

Mi è venuta la crema più liquida di quello che mi aspettavo.
Immagine Stemperato, non "mescolato"!
Avatar utente
Alita
Spignattatrice Esperta
Spignattatrice Esperta
Messaggi: 758
Iscritto il: 10/06/2013, 17:27
Località: Torino

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da Alita »

Anche io ho provato a fare delle prove con il carbopol ultrez 30, ma solo una in un'emulsione. Io l'ho messo allo 0,3% in una crema praticamente senza smontanti e anche a me è sembrata meno densa di come sarebbe stata se avessi usato il 21. E poi con l'aggiunta di 4 gr di sodio ialuronato, che non considero uno smontante perchè con il21 non mi ha mai dato particolari problemi, ha perso un pò di consistenza. E' comuqnue densa ma meno di quello che mi aspettavo. Con il gel di solo acqua e 0,4 di carbomer invece è stata una delusione:il gel era densissimo già a ph 4,5/5 ma due gocce, dico due, di sodio lattato ed è ridiventato acqua. Ora proverò con piccole quantità di acido salicilico (1%? Anche se la scheda tecnica dice anche dovrebbe reggerne anche 2), lasciando il ph a 4,5/5 e vediamo se si comporta bene ;)
Avatar utente
anto
Spignattatore Esperto
Spignattatore Esperto
Messaggi: 5076
Iscritto il: 03/10/2006, 8:54

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da anto »

alitabattleangel ha scritto: lasciando il ph a 4,5/5 e vediamo se si comporta bene ;)
Io continuo a dirvelo ma voi non mi *agate :)
Avatar utente
YIN
Spignattatrice
Spignattatrice
Messaggi: 1801
Iscritto il: 08/09/2012, 15:59

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da YIN »

anto ha scritto: Io credo ( o almeno così faccio ) che gli "smontanti" sia meglio inserirli prima di tamponare.
anto è questa la cosa che dici ma noi non ti ca.....iamo?
Avatar utente
anto
Spignattatore Esperto
Spignattatore Esperto
Messaggi: 5076
Iscritto il: 03/10/2006, 8:54

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da anto »

A parte quello :lol: è che se un carbomer nasce per essere usato con AHA e similari e reggere ph bassi è probabile che funzioni meglio sotto al ph5 che sopra ...

Così .. A logica ... La scheda non l'ho più riletta ma sai che le schede valgono quel tanto al kg ...
Avatar utente
Lola
Grande Capa
Grande Capa
Messaggi: 41111
Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Località: Monfalcone

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da Lola »

stiamo brancolando nel buio perchè come al solito prima proviamo poi guardiamo le schede tecniche... chi torva qualcosa la metta qui, guarderò anch'io lunedì.
Immagine Stemperato, non "mescolato"!
Avatar utente
LaFra
utente avanzato
utente avanzato
Messaggi: 440
Iscritto il: 09/02/2012, 11:45

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da LaFra »

Ho trovato questo, sulla destra ci sono i link
http://www.lubrizol.com/ultrez30/
Avatar utente
simona1971
utente avanzato
utente avanzato
Messaggi: 380
Iscritto il: 21/02/2013, 9:31
Località: Torino

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da simona1971 »

foto del gel di carbomer ultrez 30 prima frullato poi tamponato
Immagine
Avatar utente
simona1971
utente avanzato
utente avanzato
Messaggi: 380
Iscritto il: 21/02/2013, 9:31
Località: Torino

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da simona1971 »

Immagine


che dite provo ad inserire il sodio lattato????
Avatar utente
Stregonza
Spignattatrice
Spignattatrice
Messaggi: 6052
Iscritto il: 04/02/2012, 14:52
Località: ...nell'insediamento celtico di Monterenzio

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da Stregonza »

…ehhh, io direi! Mi pare un mattone!!!!!! :? A quale percentuale l'hai messo?
Immagine
cosmos
utente avanzato
utente avanzato
Messaggi: 139
Iscritto il: 07/09/2013, 15:59

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da cosmos »

Ultrez 21 VS Ultrez 30
Primo impatto: Il 21 è bianco puro, mentre il 30 ha una nota quasi impercettibile di giallo. Il 21 è una polvere più grossolana, il 30 è finissimo, tipo amido di riso.

In acqua (0,3%): Per far sparire tutti i granuli bianchi, il 21 ci mette 54 secondi, il 30 ci mette 2 minuti e 6 secondi. PERO' l'ultrez 21, come dice lola, gelifica in superficie lasciando una patina opaca e granulosa, il 30 lascia in superficie uno strato trasparente e completamente omogeneo. Entrambi frullati per 15 secondi (fatto tutto col cronometro). Il 21 fa più schiumetta del 30.

pH: Il 21 da pH 4.5, il 30 da pH 4.0.

Con la soda: Il 21 inizia a gelificare con due gocce di soda al 20% ma raggiunge la densità massima con 4 gocce. Anche il 30 con due gocce addensa, ma già con 3 gocce raggiunge una densità nettamente maggiore del 21. A pH 6.0, il 30 è mooolto più denso del 21.

Inoltre, una volta aggiunta la soda, mentre il 21 per addensare va mescolato (seppure per poco), il 30 addensa immediatamente (una girata col cucchiaio).

Alla fine: Il gel con il 30 è più denso del 21. Nonostante entrambi i carbopol diano gel trasparenti, quello col 21 è più lucido (non saprei come dire) di quello col 30.
Se scuoto il bicchiere, il gel col 30 traballa di più di quello col 21.

Prova sali Emoticons by Follettarosa: Entrambi i polli acquificano senza pietà con due goce di sodio lattato al 60%.

Conclusioni: non saprei. Leggo che il 30 necessita di percentuali maggiori... io non oserei metterlo oltre lo 0.3, perché già così è un mattone. La storia che resiste di più ai sali è una cavolata. Comunque io che detesto le creme che tremolano (mi fanno venire la nausea, giuro), preferisco il 21, anche se col 30 è più facile lavorare (a me il 21 in fase di preparazione fa dei flocculi che di depositano sul fondo e più volte mi hanno dato problemi, perché sono imbranato; il 30 non fa niente di tutto questo). Però non ho ancora provato la new entry in un'emulsione.. quindi tutto sto ambaradan non ha un verdetto :roll:
Avatar utente
Lola
Grande Capa
Grande Capa
Messaggi: 41111
Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Località: Monfalcone

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da Lola »

esatto perchè in un'emulsione puoi giocare la carta dell'ultima frullata, che fa da via-gra e fa resuscitare anche i morti. il gel quando è smontato é smontato, la crema se sai il fatto tuo e meni di minipimer torna bella densa.
Immagine Stemperato, non "mescolato"!
cosmos
utente avanzato
utente avanzato
Messaggi: 139
Iscritto il: 07/09/2013, 15:59

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da cosmos »

Ok stamattina ho provato l'ultrez 30 in un'emulsione a caldo molto basic; devo dire che se ieri non sapevo se essere felice o no dell'acquisto, oggi sono un po' più convinto.
La ricetta:

A

Acqua a 100
Glicerina 3
Xantana normale 0.1
Carbopol Ultrez 30 0.3

B
Olio di Girasole 13
Metilglucosio sesquistearato 3.5
Alcol cetilico 0.5

Non sto a prolungarmi sull'emulsione, che è andata liscia come l'olio (mai venuta una crema così liscia e senza bolle, maledetto murphy :fangule:).

Ho aspettato che si raffreddasse, era a pH 4.5 e ho tamponato con la soda a pH 6.0. Crema densa, liscia, da vasetto, ma colabile, come piacciono a me.
A questo punto ho diviso la crema in 3 parti: 50 g per la prova pantenolo, 50 come crema di controllo, e 200 per la prova sali.

CONTROLLO
Crema densa al punto giusto, un po' tremolante (mi arrendo), però se ci immergo il dito per prelevarne un po' non fa quel fiio traballante orribile, come invece più volte è capitato in creme con il 21. Anche se faccio il cretino col cucchiaio per fare il ricciolino, viene benissimo, non so come spiegare, più cicciotto ed esteticamente più bello, non tremola (lo so sono monotono, ma odio le panne cotte)

PANTENOLO
Ho tolto mezzo grammo di crema con la punta del cucchiaio e ho aggiunto mezzo grammo di pantenolo al 75% in acqua. La crema si è leggermente smollata, ma niente di tragico, è rimasta comunque adeguatamente densa, ma alla fine il pantenolo non mi ha mai dato enormi problemi di smollamento, neanche col 21

SALI
A 198 g di crema ho aggiunto 2 g di sodio lattato (60%), crema smollata, non mi aspettavo altro, PERO', gli ho dato un colpo di minipimer (saranno stati 20 secondi) e magia, la crema è tornata densa come prima, messa al confronto con la crema di controllo è uguale. Una volta avevo inserito in una ricetta con l'ultrez 21 (allo 0,4%), un grammo di umectol, e acqua fu e acqua restò, anche dopo mezz'ora a frullare.
Sono rimasto davvero a bocca aperta; tra l'altro sono curioso di capire cosa avviene nell'emulsione durante quell'ultima frullata magica...

CONCLUSIONI:
Questo carbopol mi piace: è pratico da usare, e da un risultato esteticamente migliore del suo predecessore. Ho fatto un reportage fotografico (se voltete lo posto) e se oggi pomeriggio ho tempo, provo a fare la stessa emulsione con le stesse prove usando il carbopol ultrez 21..
cosmos
utente avanzato
utente avanzato
Messaggi: 139
Iscritto il: 07/09/2013, 15:59

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da cosmos »

Ok, ho fatto la crema con l'ultrez 21 e in questo momento ho davanti le due prove più le creme di controllo.
Due parole sull'emulsione con l'ultrez 21: stessa ricetta, carbopol allo 0.3, raffredata aveva pH 5.0, portata a 6.0 con la soda. Già così posso dire che quella con l'ultrez 30 è decisamente più densa. Picchiettando la crema con le dita, come mi ricordavo, mi tiro su un filo molleggiante.

PROVA PANTENOLO:
La crema che già di suo era meno densa, si è smollata di più, anche qui niente di tragico comunque.

PROVA SALI:
Alla fine sono riuscito a mettere solo lo 0.5% di sodio lattato (60%) nella crema. Già così era acqua, mentre in quella con il 30 ero riuscito a ficcarci l'1%. Frullata ha ripreso un po' di consistenza, però mi sono dovuto mettere col minipimer.

Un'altra cosa curiosa è che, analogamente ai gel, la crema con l'ultrez 21 è molto più lucida. Sto fissando in questo momento quella con l'ultrez 30 e sapete cosa mi ricorda? La nivea classica. E' densissima, ma è anche opaca, sembra una crema cerosa. Le temperature di emulsionamento non c'entrano, perché le ho misurate col termometro... quindi a voi le conclusioni..
Io li terrei entrambi in casa: il 21 lo userei per creme leggere, che devono dare l'impressione di essere leggere. Il 30 lo userei per una crema invernale, una crema emolliente e corposa che deve sembrare tale.

Un'ultima cosa, la spalmabilità, mi sono accorto che non ho accennato niente. La crema con l'ultrez 21 te la metti, dopo la prima spalmata è già acqua, scivolosa, scia trasparente, altri trenta secondi ed è già assorbita.
Quella col 30, invece, per un pò la senti tutta, nel senso che la scia arriva subito ed è piena, bianca, ma alla fine si assorbe come l'altra. Non sono sicuro di essermi spiegato.

Perdonatemi ma per le foto non ho tempo, tra poco devo uscire e devo ancora abituarmi al nuovo imageshack :duro:
Doctormakeup
utente avanzato
utente avanzato
Messaggi: 160
Iscritto il: 11/07/2013, 23:23
Località: Firenze
Contatta:

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da Doctormakeup »

cosmos ha scritto: Quella col 30, invece, per un pò la senti tutta, nel senso che la scia arriva subito ed è piena, bianca, ma alla fine si assorbe come l'altra. Non sono sicuro di essermi spiegato.
mi esaltano queste prove scientifiche! bravo d'avvero molto utile ed interessanti.

concordo sulla consistenza usando il 30: io ho poca esperienza di carbopol e non posso fare comparazioni ma ho fatto una crema notte usando il 30.
per capire quale % usare avevo fatto prove (molto meno dettagliate!) di gelificazione a 0,1/0,2/0,3/0,4 e in effetti avevo ottenuto ottimi gel corposi, fermi e trasparenti con solo 2 gocce di soda; nella mia modesta esperienza mi era parso 0,3% la combinazione migliore per quello che volevo io (una bella crema densa da notte)

per le impressioni di spalmabilità dell'emulsione confermo quanto hai detto: io la volevo corposa quindi che si senta mi va benone, non ho notato questa grande scia bianca che dici te (forse nella mia intervengono altri fattori dell'emulsione), comunque si spalma benissimo e, come hai detto, si assorbe rimanendo bella asciutta.

per quest'anno il budget ordini è esaurito ma voglio provare a prendere anche il 21 perchè mi incuriosisce questo diverso comportamento che hai evidenziato
Avatar utente
Lola
Grande Capa
Grande Capa
Messaggi: 41111
Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Località: Monfalcone

Re: Carbomer - consigli pratici

Messaggio da Lola »

Ho fatto un'ulteriore esperienza col carbopol ultrez 30, un'altra crema viso. e ho capito meglio la sostanza. in pratica gelifica un po' meno, quindi consiglierei uno 0.40 al posto dello 0.30 del carbopol ultrez 21. E' vero che dà una sensazione più ricca, ma fa anche il filo, come la xanthan; insomma non è il massimo pure lui, o per lo meno non da solo. Io consiglierei di fare un mix dei due carbopol per ottenere una consistenza al top, più o meno metà e metà.
Immagine Stemperato, non "mescolato"!
Rispondi