Registrati    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Dritte cosmetiche




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 70 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 17/06/2007, 20:44 
 
flinndudu ha scritto:
E' sempre più difficile di ciò che appare capire quello che ci portiamo a casa!


Questo è vero, il fatto che le grandi multinazionali abbiano una diversificazione così ampia di marchi ci rende un po' difficile capire esattamente da chi è prodotta quella determinata cosa.
Capita che l'azienda x abbia tre diversi marchi, li produce tutti nello stesso stabilimento cambiando delle inezie, applicando prezzi fortemente diversi tra di loro per arrivare ad una clientela maggiore. In questo caso viene spontaneo chiedersi se ci stanno prendendo per il sedere.
Pero' capita anche che l'azienda y acquisti 3 marchi ma li lasci indipendenti dal punto di vista della produzione così che ognuno viene prodotto in stabilimenti diversi, con ingredienti diversi ecc. In questo caso perlomeno c'è una giustificazione un po' più profonda al fatto che abbiamo tre prezzi magari molto differenti tra di loro.

Comunque è scontato dire che alla base di tutto c'è il ritorno economico, quando ci chiediamo perché un'azienda faccia questo o quello...bhe, perché conviene di più. Potrà non piacere, essere considerato scorretto o sbagliato, ma è la base del guadagno.


@Paia hai centrato in pieno, lo sai quante linee ha armani (tanto per restare in argomento)? 6 linee solo di vestiti, aggiungi profumi, cosmetici, accessori, gioielli, occhiali, orologi, arredamento per la casa. Per non parlare della linea di alberghi o cibo (ebbene si, ha firmato delle marmellate)
Questa logica si estende in tutti i campi dove operano delle aziende di grandi dimensioni, che si parli di alimentari o cosmetici.


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 17/06/2007, 22:12 
 
concordo in pieno con cio' che ha scritto VITTORIO. Con parole diverse ho voluto dire anche questo.



Ps: io al discount acquisto il Baby Mild e la schiuma Iseree. E altre cosette tipo cotton fiock, ovatta......ecc. ecc. Nè cibo, nè creme.
Il noi era generico, per far capire il senso del discorso.


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 11/08/2007, 13:00 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 09/07/2007, 10:19
Messaggi: 139
Molto interessante questa discussione, :D

Penso che, se ci fossero interessi economici dietro la produzione di cosmetici eco-bio ed esistessero fonti + accessibili (quali riviste, trasmissioni televisive o radiofoniche,ecc.) anche a chi non ha a che fare tutti i giorni con riviste medico-scientifiche, tutti sarebbero a conoscenza del fatto che ogni giorno la pubblicità e la maggior parte dei produttori ci propinano ciò che fa male a noi e all'ambiente.
Si potrebbe iniziale con una rivista, oppure anche con un opuscolo del WWF.

Oppure ci vorrebbero le fate......


monica ha scritto:
...una volta ho fatto notare a mia suocera che l'acetone con cui si toglieva lo smalto nel laboratorio di chimica lo facevano smaltire a parte, perchè assolutamente non doveva entrare in contatto con l'acqua: secondo te quante donne che lo usano lo sanno?...



Sarei curiosa di sapere l'alternativa all'acetone (se esiste), oltre a quella di non mettere lo smalto...


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 23/08/2007, 11:22 
 
Laura ha scritto:
karitosa ha scritto:
Ma continuo a non capire, se il discorso è risparmio+marketing, come mai la Sisley non può formulare un detergente come quello Lidl (euro 1,79 e INCI ottimo), ficcarlo in una confezione tempestata di brillanti e venderlo a 200 euro.


1- Perchè deve attenersi all'imperativo reologico della gradevolezza maxima, siamo sicure che il prodotto Lidl corrisponda alla texture lussuosa che la cliente Sisley si aspetta?


Ecco, io credo che questo sia il punto.
La cliente Sisley vuole una crema dalla texture lusssuosa, dalla confezione lussuosa, dal profumo lussuoso: nessuna di queste cose è UTILE o funzionale, nessuna di queste cose viene spalmata in faccia.
Mia sorella lavora in profumeria, come commessa.
Periodicamente le grandi case cosmetiche organizzano corsi per le vendouse (le commesse, ma detto così fa più fico), nei quali presentano le novità e insegnano tecniche di vendita.
Una commessa è BRAVA se riesce a concludere una vendita entro 5 minuti. 5 minuti! Dal momento in cui la cliente entra in negozio a quello in cui apre il portafoglio non devono (dovrebbero) passare più di 5 minuti.
E' evidente che l'acquisto avviene d'impulso, se la commessa riesce a toccare corde "emotive" nella cliente, che possono essere, appunto, l'esclusività del prodotto, la presunta straordinarietà degli ingredienti preziosi contenuti, la consistenza gradevole, la confezione stupenda, il profumo accattivante...
Le donne non sono (di solito) così sceme da credere che con una crema, anche da 300 euro, si possano avere miracoli (anche perchè, con gli stessi soldi, ti fai un peeling chimico): però vogliono farsi un regalo, sentirsi coccolate, speciali...
E si portano a casa una crema.
Del resto, se ci pensate, quasi nessuno entra in profumeria perchè ha BISOGNO di una crema (cioè non ne ha proprio più un'altra in casa e la sua pelle sta cadendo a pezzi dalla disidratazione).
Una vede la pubblciità della supercrema e pensa: la voglio! non c'entra niente se le serve o meno, se funziona o meno.
E' l'ultima novità, è super, è bella, è di lusso=la voglio!
Se hai 300 euro da buttare, accomodati!

Secondo me è molto più ingiusto che le creme del supermercato siano assolutamente vuote e inutili: perchè lì non c'è neanche la scusa del "prodotto di lusso".
La signora che al super si compra la crema idratante, vuole solo quello: una crema idratante. E allora andrebbe benissimo la crema dalla texture non pazzesca, con il profumino normale e la confezione normale.
Però le case secondo me pensano: non posso certo fare una crema da super con i funzionali (e la consistenza così così), perchè poi dovrei fare una crema extralusso con i funzionali (e la consistenza extralusso) che mi costa un casino.
Meglio siliconi e petrolati a tutti


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 23/08/2007, 21:52 
 
merissima ha scritto:


Ps: io al discount acquisto il Baby Mild e la schiuma Iseree. E altre cosette tipo cotton fiock, ovatta......ecc. ecc. Nè cibo, nè creme.
Il noi era generico, per far capire il senso del discorso.



Scusa, ma non sono d'accordo con te.
Prima di valutare i prodotti occorre provarli.
Sappi che al Lidl hanno degli ottimi muffin al cioccolato (ingredienti sani , non come certe merendine di marca...), ottimi yogurth (tipo il muller), ottimi wurstel di puro suino (che sono i migliori), i caffè solubili vanno benissimo, i pannolini per i bimbi sono meglio dei pampers a un terzo del costo (e anche le salviettine...), e gli assorbenti sono più delicati dei Lines.
Ah, dimenticavo hanno anche delle ottime farine per panificare.


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 23/08/2007, 21:59 
 
Per il discorso creme sono d'accordo sul fatto che se uno acquista una crema è convinta che sia meglio di altre.
Quando non sapevo nulla di INCI usavo Lancome e credevo fosse meglio di nivea o garnier. Spendevo tanti soldi e credevo servisse. Ora so che non è così.
Però occorre dire che le texture di Lancome non sono come quelle delle creme da supermercato, e questo per il consumatore fa.
Se non mi migliora, almeno che sia piacevole da utilizzare! :mirmo:


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 24/08/2007, 8:07 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 13/08/2007, 8:16
Messaggi: 20
viola ha scritto:
merissima ha scritto:


Ps: io al discount acquisto il Baby Mild e la schiuma Iseree. E altre cosette tipo cotton fiock, ovatta......ecc. ecc. Nè cibo, nè creme.
Il noi era generico, per far capire il senso del discorso.



Scusa, ma non sono d'accordo con te.
Prima di valutare i prodotti occorre provarli.
Sappi che al Lidl hanno degli ottimi muffin al cioccolato (ingredienti sani , non come certe merendine di marca...), ottimi yogurth (tipo il muller), ottimi wurstel di puro suino (che sono i migliori), i caffè solubili vanno benissimo, i pannolini per i bimbi sono meglio dei pampers a un terzo del costo (e anche le salviettine...), e gli assorbenti sono più delicati dei Lines.
Ah, dimenticavo hanno anche delle ottime farine per panificare.


aggiungo le fette di pane americano che sono buonissime, la birra weizen e i fazzoletti da naso (sia quelli nei pacchetti che le "veline"), biscotti, corn flakes e muesli croccante!!! ;)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 24/08/2007, 20:47 
 
Hai ragione dimenticavo il muesli!!! E anchee i cereali tipo fitness e anche quelli al cioccolato e con le fragole (ce ne sono molte di più che nella confezione dei fitness!!!) :yuhu:


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 26/08/2007, 7:23 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Messaggi: 38447
Località: Monfalcone
Susy ha fatto un quadro molto lucido e chiaro della situazione. Ecco perchè Sisley vende tanto e ha delle addict che sono convinte siano prodotti fantastici, mentre comunque ci sono nuove marche emergenti considerate di nicchia quindi vagamente esclusive (ma ancora a poirtata di tasca) tipo Kanebo le cui formulazioni comunque non sono eccezionali, ma la gente ci si trova taaaanto bene! Mi sembra di stare all'asilo, "io c'ho i pennerelli e tu non li ch'hai, ah, ah, ah!" (l'ho sentita davvero questa!).

Poi mi spiegheranno perchè pur trovandocisi da Dio con questi prodotti il loro problema di pelle permane. Indaghi più a fondo e il "mi ci trovo benissimo" ha spiegazioni che vanno dalla buona profumazione alla texture setosa al fatto che si assorbe subito, e non vanno oltre.
Ma tant'è, la gente non si rende conto e adora vivere nelle favore, gli togli il cuscino da sotto il sedere come faccio io e ti guardano con odio per il resto della vita, ecco perchè sono spesso attaccata del tutto gratuitamente da altre parti del web, e spesso con argomentazioni talmente cretine che non vale neanche la pena di rispondere o di leggerle, dimostrano solo il QI estremamente ridotto di chi partorisce simili amenità.

_________________
"One Pot" should be illegal


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 26/08/2007, 20:35 
 
Lola, ti quoto in pieno, se dico alle amiche quel poco che so, (dopo che loro mi hanno chiesto consiglio, naturalmente!) mi guardano come fossi un marziano e finisce che mi dicono che sicuramente la loro estetista/parrucchiere ne sa sicuramente di più dato che l'ha studiato.... :evil:
Morale: non do più consigli a nessuno! :twisted:


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 29/08/2007, 15:13 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 06/05/2007, 13:52
Messaggi: 46
Località: livorno
Ritorno all'origine del domandone che avevo posto all'inizio e aggiungo una risposta che mi si è tristemente sobbollita con questo caldo...

Credo di aver capito perchè le grandi case imbottigliano preziosamente roba scadente, ragazze, purtroppo perchè la differenza PERCEPIBILE NON C'E!!!

:oo:

E' così!
Se tu compri il tuo prodotto 5stelle in realtà puro petroliosiliconico se hai una reazione allergica la colpa è TUA, non della crema, TU sarai intollerante allergico, sensibile e comunque manchevole.

Se ti vengono i brufoli saranno le ovaie, la tiroide, la digestione, il tuo cattivo carattere insomma sempre colpa tua che non gestisci bene tale meraviglia.

Se hai le rughe e ovviamente ti restano puoi sempre pensare "Chissà come sarei se NON l'avessi usata" e quindi tutto ok.

Se la pelle si ingrassa o si secca be', la colpa è tua che non hai scelto il prodotto giusto per la tua pelle nella vasta fantastica gamma che propone la splendida azienda. Caccia altri 300 euri e riprova. (E intanto son 600, tanto per dire...) Poi magari scoprirai che ha ingredienti troppo PURi ( una volta mi hanno detto così) e tu, manchevole, non li reggi.

Alla fine, ahinoi, la differenza tra spalmarsi di petrolio o di robine buone non è PERCEPIBILE ai più, anzi dopo aver investito il tesoretto VUOI essere arcisoddisfatta del prodotto e ne vedrai anche meno i difetti.

Concludendo: si imbottiglia robaccia perchè nessuno se ne può accorgere.

Triste verità.
E fa anche caldo

:?

fd

_________________
Il mondo si conosce per differenza


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 30/08/2007, 13:54 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 26/06/2007, 13:35
Messaggi: 108
Località: Torino
quoto flinndudu :D
Ieri una commessa quando ha visto che stavo leggendo l'INCi di un fdt shiseido mi ha chiesto se fossi allergica a qualcosa :?

Quando le ho spiegato che lo facevo per vedere se fosse adatto per la mia pelle e davvero non comedogeno mi ha detto che se c'è la famosa scritta "non comedogena" dev'essere per forza così perchè altrimenti le aziende rischiano grosso :oo:
Una cosa se dichiarano per fare un esempio che non c'è il nichel e quindi dev'essere effettivamente così ma di certo sul resto delle sostanze c'è molta più libertà!
E poi non è che posso fare causa ad un'azienda se un loro prodotto mi fa uscire dei brufoli :oo: :seifuori:

Poi quando le ho detto che la Sisley (che tra l'altro loro non vendono) fa schifo perchè ha delle formulazioni che costeranno al massimo 10 euro e vengono rivendute a 20 volte tanto mi ha detto che non è vero e che sente tanta gente che si trova bene solo con sisley!
Poi quando le ho detto del fdt per pelli miste fortemente comedogeno ha ribattutto l'impossibilotà della cosa :oo: e che nei corsi non dicono di certo queste cose quindi non puo' essere! :risat:


Il culmine è stato quando mi ha detto che per me andrebbero bene le 3 fasi Clinique :risat:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 30/08/2007, 14:19 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 14/12/2006, 9:12
Messaggi: 111
scusa ma tu credi davvero che quella povera commessa ne sappia qualcosa si chimica o anche vagamente di inci? la poveraccia viene pagata 1000 euro al mese (se va bene) e il padrone gli dice di magnificare le creme, anzi spesso lei essendo ignorante ci crede ed e' in buona fede quando dice certe cose!!

come io ero in buona fede quando mi dicevo "ahhh chissa che bella pelle avrei se potessi permettermi le creme a 5 stelle!! "

su un giornale (non ricordo quale forse donnamoderna) ho letto che un sedicente dermatologo scomunicava la mania dei prodotti cosmetici biologici perche non sono altrettanto sicuri (????) e non funzionano, perche non hanno la tecnologia giusta :oo:

:mirmo:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 30/08/2007, 14:31 
Non connesso
Moderatrice Alimentare
Moderatrice Alimentare
Avatar utente

Iscritto il: 05/10/2006, 16:56
Messaggi: 2242
flinndudu ha scritto:
Poi magari scoprirai che ha ingredienti troppo PURi ( una volta mi hanno detto così) e tu, manchevole, non li reggi.

Flinn, mi hai fatto morire dalle risate con tutto il tuo intervento, ma con questa frase mi hai letteralmente steso! :risat:

...però lo so che il panorama delle ditte cosmetiche nonché delle commesse di profumeria è proprio questo e che non c'è niente da ridere... :(


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 30/08/2007, 15:18 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 26/06/2007, 13:35
Messaggi: 108
Località: Torino
Scusami dulcamara, ma la commessa in questione lavora forse da decenni in profumeria, non è di certo un'apprendista assunta per qualche mese.

Ecco, se una fa la commessa in profumeria per tutta la vita credo debba saperne qualcosina di chimica e ingredienti dei cosmetici :D
Anche perchè nel caso specifico si parlava di una marca che nemmeno vendono in quella profumeria, quindi non c'era nemmeno la scusante di voler vendere a tutti i costi ;)
Ecco, io ho trovato comico e assurdo allo stesso tempo che una del settore mi dica di non leggere l'inci perchè bisogna "aver fiducia nel marchio" e che se non lo dicono nei corsi organizzate dalle aziende non puo' essere vero :oo:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 30/08/2007, 18:05 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Messaggi: 38447
Località: Monfalcone
Valeluna, l'hai letta la mia firma? :D:

_________________
"One Pot" should be illegal


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 05/09/2009, 17:43 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 30/08/2009, 14:14
Messaggi: 329
Quando vuoi viziarti pensi al bello o pensi al brutto?
Se sei triste e depressa prendi il caffe' dal distributore automatico o vai sul tetto della rinascente che ti costa ben 10 euro ma sei in una splendida location?

Le creme i cosmetici, i profumi, sono un sogno, un'illusione che ti compri in quel momento proprio per riuscire a viziarti e la crema iperchimica comprata in profumeria non nutre la pelle ma accontenta in quel momento il tuo ego.
Le case produttrici fanno la stessa cosa puntano a slogan ipericercati, in confezioni produzione limitata, in profumazioni sintetiche ma piacevoli etc...

Se fai caso diverse grandi catene di profumerie hanno le commesse vestite di nero e negozi modernisimi,ristrutturat icostantemente, in quel momento tu sei solo un potenziale pollo da spennare il piu' possibile.
PER LORO NON CONTA COSA COMPRI MA QUANTO SPENDI.

Una profumeria con arredamento vecchio, e malandato non attira lo stesso numero di clienti rispetto ad una nuovissima tutta specchi lucciante .

Ti parla una pentita di avere speso centinaia di euro convinta di comprare cosmetici di qualita'in momenti di depressione, ma la felicita' era momentanea dopo mi sentivo come prima


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 25/06/2010, 16:55 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 06/06/2009, 14:15
Messaggi: 109
Non rispondo in merito alle questioni riguardanti le case cosmetiche, anche io non so darmi risposta su molti perchè. Quello che vorrei condividere con voi è la mia esperienza, l'altra volta una mia "conoscente" parlando parlando al mio " la paraffina è un derivato del petrolio e di certo spalmata non fa bene alla pelle" mi rispose che invece non fa affatto male e che idrata benissimo, proprio creando un film sulla pelle agisce come idratante.

Cosa c'è di strano in questo? Niente se questa ragazza fosse una delle tante che è disinformata (come me tempo addietro) e che pecca di saccenza. C'è molto, molto, di strano se questa è una laureata in scienze chimiche e farmaceutiche dove qualcosa di formulazioni un minimo minimo dovrebbe capirne.

_________________
"Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in Paradiso." M.Hack


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 25/06/2010, 20:39 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 15/02/2009, 20:08
Messaggi: 329
Località: Palermo
dulcamara ha scritto:
e poi sappiate che io stessa,mia madre e tutte le donne che conosco pensavamo e alcune pensano ancora che nelle creme di lusso ci fossero ottimi ingredienti e che fossero davvero diverse e superiori a quelle comuni. alcune addirittura risparmiavano per un mese per comprarsi la crema costosa del momento...io stessa per regalare una crema totalmente vuota a mia madre spesi 150 euro.... pensate davvero che "in fondo" io e le altre sapessimo di essere inchiappettate e ne godessimo pure??? io vi posso garantire di no

Hai perfettamente ragione...io credo che NESSUNO (pure avendo soldi da buttare) ami comprare un prodotto di scarsa qualità, che fa male alla pelle, comedogeno e magari pure cancerogeno(forse sto esagerando ma si dice anche questo dei petrolderivati)...tanto vale usarli per accende il camino i soldi, sono più utili...e se una cliente ingenuiamente fa l'associazione maggior prezzo= maggior qualità non può essere colpevolizzata perchè quando ti vendono 100 una crema è giusto aspettarsi pure che ci sia oro colato dentro e infinocchiare una persona così non trova nessana giustificazione, nemmeno nelle leggi del mercato...bisognerebbe citarli in giudizio per violazione dei diritti del consumatore!

susy.susy ha scritto:
[La cliente Sisley vuole una crema dalla texture lusssuosa, dalla confezione lussuosa

mi spiegate che cosa ha di bello questa confezione?
Immagine
:oo: giuro che non lo capisco...mi sembrano molto più carine le confezioni delle creme venus da 2,5...

_________________
Le donne hanno la cellulite, è un fatto. Se una non ce l'ha, 9 volte su 10 è un travestito (L. Littizzetto)...


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 25/06/2010, 21:56 
Non connesso
PR del forum
PR del forum
Avatar utente

Iscritto il: 21/10/2007, 17:47
Messaggi: 9213
Località: Boar's Nest
a proposito di grande marche, oggi ho visto in profumeria un deodorante biotherm completamente naturale! :oo: bè, costava anche sui 15 euro mi pare..pero' era eco bio !

_________________
♡ ♡ ♡
⋆ ci vuole di più * a truccare tutto quello che hai dentro sai * stanotte quanto tempo ti dai.* AHS

⋆STAY HUMAN - STOP WARS !!!⋆
“Restiamo umani, anche quando intorno a noi l’umanità pare si perda”
Immagine


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 70 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Dritte cosmetiche


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Hosted by MondoWeb