Registrati    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Dritte cosmetiche




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 14 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Micronizzato e nanoparticella: differenze
 Messaggio Inviato: 10/06/2010, 14:57 
Non connesso
maestrina moderatrice
maestrina moderatrice

Iscritto il: 07/10/2006, 15:39
Messaggi: 10619
Dimensioni delle particelle inorganiche utilizzate in cosmetica.

Le particelle inorganiche sono delle polveri, quelle maggiormente utilizzate sono biossido di titanio, ossido di zinco, biossido di silicio (silice amorfa non quella cristallina), ossidi di ferro, ossidi di alluminio; ce ne sono anche altre ma meno utilizzate, le informazioni che seguono valgono per tutte le particelle inorganiche.
Nei cosmetici le polveri possono essere inserite micronizzate o più piccole in forma di nanoparticelle, si tratta di ordini di grandezza molto differenti e legati a queste unità di misura:
- micronizzata: l'unità di misura è il micrometro o micron, simbolo µm, corrisponde ad un millesimo di millimetro;
- nanoparticella: l'unità di misura è il nanometro o nano, simbolo nm, corrisponde ad un milionesimo di millimetro.
Ecco evidente che la dimensione micronizzata non può e non deve essere confusa con quella della nanoparticella: un micron corrisponde a 1000 nanometri, per capire le proporzioni, grosso modo, pensiamo di visualizzare una villa a due piani (micron) ed un'automobile parcheggiata davanti (nanoparticella).
Il nuovo Regolamento Cosmetici stabilisce che sono considerate nanoparticelle le polveri inorganiche da 1 a 100 nm, sono considerate micronizzate tutte quelle da 100 nm in su (da 0,1 µm in su); sempre il Regolamento Cosmetici prevede che dal 2013 i produttori di cosmetici siano obbligati a segnalare sulla confezione del prodotto se questo contiene nanoparticelle, perchè il consumatore ne sia informato e possa fare un acquisto consapevole.
Negli ultimi anni, per i vantaggi che apportano, c'è stato un forte incremento nell'utilizzo di nanoparticelle nei cosmetici; una delle conseguenze è stato l'elevarsi della soglia di attenzione sulla sicurezza di tale utilizzo, per il dubbio che si pone che le nanoparticelle, quando spalmate sulla pelle con i cosmetici, possano essere assorbite ed entrare nell'organismo umano con conseguenze non esattamente prevedibili.
Le particelle di dimensioni micronizzate continuano, ad oggi, ad essere considerate sicure perchè non possono penetrare la pelle in modo significativo.
Istituzioni e produttori indagano con assiduità le nanoparticelle, producendo ricerche ed articoli che spesso possiamo leggere sul web e sulle riviste, specializzate e non.
Il consiglio è di porre, nella lettura, estrema attenzione alle dimensioni citate delle particelle inorganiche: l'attendibilità dell'informazione che stiamo leggendo dipende anche dalla terminologia usata, specie se all'interno del testo all'autore capitasse di confondere micronizzata con nanoparticella.

Una informazione in più per le molte che comprano particelle inorganiche (materie prime o trucchi minerali) da siti inglesi o americani: può essere utile consultare questa tabella con le diciture usate nei paesi anglosassoni

Immagine

Esiste anche una dicitura "microfine" che normalmente si applica alle dimensioni maggiori di 100 nm, che quindi rientrerebbe nella categoria "FINE" .


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 28/06/2010, 12:25 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 02/11/2009, 23:20
Messaggi: 1042
Scusa Laura, ma se su di una crema solare per bambini c'è scritto che contiene zinc oxide non micronizzato, vuol dire che è nano o no? Oppure l'unica è chiedere alla ditta in questione che in questo caso è Fitocose?
Grazie :)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 28/06/2010, 12:49 
Non connesso
Moderatrice Spignattante
Moderatrice Spignattante
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 14:47
Messaggi: 6771
Località: provincia di GO
Non micronizzato significa che è "più grande", e già micro è più grande di nano, quinidi non è assolutamente nano ;).

_________________
ciao Immagine
Hai dubbi sulle regole del forum? Leggi QUI e non fingere di averlo fatto... perchè tanto noi ti becchiamo!!!


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 25/09/2010, 12:48 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 05/07/2010, 18:38
Messaggi: 204
Località: Trieste
Up
Quando utilizzate queste polveri vi mettete una mascherina di protezione, se la risposta è si, di che tipo?
Grazie.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 25/09/2010, 22:30 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 02/11/2009, 23:20
Messaggi: 1042
Io no, ma non credo proprio che ce ne sia bisogno...


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 26/09/2010, 8:48 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 05/07/2010, 18:38
Messaggi: 204
Località: Trieste
Grazie.
Mi rendo conto che la quantità che utilizzano le spignattatrici e infinitesimale... era una curiosità.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 04/11/2010, 18:10 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 27/09/2010, 8:59
Messaggi: 24
Sono stata per un paio di anni una super fan del fondo minerale.
Poi lo scorso inverno mi capitò di leggere per caso un articolo ben argomentato ( purtroppo non saprei più come trovarlo..)che riportava uno studio americano relativo al problema a loro dire gravissimo della respirazione di tali polveri cosmetiche,consigliavano di compattarle se proprio si voleva farne uso.
E'stato convincente,l'articolo,a tal punto che ora uso il fondo minerale solo mischiato ad una crema.
In effetti qualche dubbio mi era venuto...,coprire il viso ogni giorno di polvere finissima che per forza di cose finisce anche nei polmoni... :roll: non può essere il massimo.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Micronizzato e nanoparticella: differenze
 Messaggio Inviato: 06/03/2011, 17:18 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 14/12/2009, 13:47
Messaggi: 22
Laura ha scritto:


Le particelle di dimensioni micronizzate continuano, ad oggi, ad essere considerate sicure perchè non possono penetrare la pelle in modo significativo.


Quello che ancora non riesco a capire è se queste particelle possono penetrare la pelle anche se il cosmetico è in crema, oppure il problema è principalmente per le polveri libere (e quindi penetrerebbero solo per via aspersoria).
Parlando sempre di particelle micronizzate, perchè le nano si è capito che è meglio escluderle a priori, almeno per quanto mi riguarda :neutral:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Micronizzato e nanoparticella: differenze
 Messaggio Inviato: 06/03/2011, 20:53 
Non connesso
maestrina moderatrice
maestrina moderatrice

Iscritto il: 07/10/2006, 15:39
Messaggi: 10619
Ssonix ha scritto:
Quello che ancora non riesco a capire è se queste particelle possono penetrare la pelle anche se il cosmetico è in crema, oppure il problema è principalmente per le polveri libere

Da studi fatti le particelle possono penetrare sia nano che micro quando spalmate in crema, risulterebbe in quantità non significative ma la materia è costante oggetto di studi perchè troppo nuova; in polvere la via principale è l'inalazione.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Micronizzato e nanoparticella: differenze
 Messaggio Inviato: 02/08/2012, 23:38 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 23/05/2010, 15:07
Messaggi: 21
e circa l'effetto ossidante, lo si ha anche in micro o solo in nano?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Micronizzato e nanoparticella: differenze
 Messaggio Inviato: 03/08/2012, 7:56 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 8:57
Messaggi: 16922
Località: Milano
Di cosa stai parlando?

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Micronizzato e nanoparticella: differenze
 Messaggio Inviato: 03/08/2012, 11:56 
Non connesso
maestrina moderatrice
maestrina moderatrice

Iscritto il: 07/10/2006, 15:39
Messaggi: 10619
hedrien ha scritto:
e circa l'effetto ossidante, lo si ha anche in micro o solo in nano?

Dipende dalla natura della particella inorganica di partenza, per esempio l'ossido di titanio è estremamente reattivo sia micronizzato che nano, l'ossido di zinco diventa reattivo quando è nano. Bisogna vedere caso per caso, ma in questo topic quel che ci interessa è fare chiarezza sulle dimensioni che spesso sono confuse, e sull'aspetto dell'eventuale penetrazione.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Micronizzato e nanoparticella: differenze
 Messaggio Inviato: 03/08/2012, 13:58 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 23/05/2010, 15:07
Messaggi: 21
tagliar ha scritto:
Di cosa stai parlando?


Ciao, effettivamente non l'ho specificato...
alcune sostanze, come ha specificato Laura con l'ossido di zinco, si dicano essere a tendenza ossidante se in forma nano e altre non solo in questa forma..
Il titanio biossido tende ad agevolare il processo di ossidazione con la nanoparticella.. ma non capivo quale potesse essere la differenza..
se un prodotto è ossidante, non dovrebbe esserlo a prescindere dall'essere micronizzato o nanoparticella?
Forse con quest'ultima l'effetto è maggiorato perché penetra di più..
Non so ed ero curiosa di capire.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Micronizzato e nanoparticella: differenze
 Messaggio Inviato: 03/08/2012, 14:03 
Non connesso
maestrina moderatrice
maestrina moderatrice

Iscritto il: 07/10/2006, 15:39
Messaggi: 10619
hedrien ha scritto:
se un prodotto è ossidante, non dovrebbe esserlo a prescindere dall'essere micronizzato o nanoparticella?.

No, la dimensione fa la differenza, cambiano le caratteristiche fisiche e quindi di reazione.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 14 messaggi ] 

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Dritte cosmetiche


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Hosted by MondoWeb