Mi elencate gli ingredienti comedogeni?

Ovvero... poche regole semplici su cosa cercare, cosa evitare! (non domande dirette)

Moderatori: gigetta, Laura, tagliar, Bimba80

Avatar utente
Hermione
utente avanzato
utente avanzato
Messaggi: 286
Iscritto il: 02/11/2006, 19:40
Località: Torino

Mi elencate gli ingredienti comedogeni?

Messaggio da Hermione »

Ciao a tutte :D ! Da tantissime parti ho cercato di capire quali siano gli ingredienti comedogeni per eccellenza, in modo da evitare di spalmarmeli sulla faccia per ottenere una situazione ancora piu' disastrosa di quanto lo e' già.. :mirmo: ! Pero' non sono riuscita a trovarli.. Voi mi potreste aiutare? Per evitare di aprire un altro nuovo post, posso anche chiedervi dei consigli su come migliorare la mia situazione "facciale" ;) ?
Grazie mille :bear:
Avatar utente
Lola
Grande Capa
Grande Capa
Messaggi: 41342
Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Località: Monfalcone

Messaggio da Lola »

prendi e segna:

sicuri:

isopropyl myristate
isopropyl palmitate

Probabili:

paraffinum liquidum
petrolatum

possibili, solo in formulazioni che risultano grasse sulla pelle, e in ogni caso solo se stanno al secondo-terzo posto dell'inci:

cera alba
beeswax
prunus dulcis
rosa moschata,
altri olii pesanti come olio di oliva o cosa così.

in generale è comedogeno qualsiasi prodotto ti faccia lucidare il viso dopo due ore. L'argomento è complesso, e a parte i primi due che ti ho citato, su nessun'altra sostanza gli studiosi sono d'accordo, un po' dipende dalla pelle su cui sono spalmati, un po' dalla formulazione se è davvero troppo grassa e occlusiva o no.

Ti sposto in dritte cosmetiche, che mi pare adatto (e l'altra domanda non era chiara, ripostala con maggiori particolari in trattamenti per il viso).

E definiamo cosa vuol dire comedogeno:
Trotula ha scritto: Il comedone è il punto bianco (comedone chiuso) e il punto nero (comedone aperto). Sono piccoli accumuli di cheratina e sebo nel follicolo sebaceo (che spunta sull'esterno della pelle con quello che tutti conoscono come "poro"- che è l'ostio follicolare. Quindi i comedoni si formano perchè il follicolo e i poro si intasano di materiale (sia di materiale prodotto dalla pelle stessa, sia, talvolta, di materiale applicato sopra la pelle).
Quindi una sostanza è comedògena (o comedogenetica, sono sinonimi), quando contribuisce a fare spuntare i comedoni. Non solo perche "ottura" il poro, ma anche perchè altera il processo di cheratinizzazione della pelle (il normale processo che porta alla continua desquamazione del corneo - l'ultimo strato dell'epidermide -e al rinnovo conseguente della pelle).
Se infatti si altera il processo di cheratinizzazione (come succede, per esempio, nell'acne), ecco che la cheratina delle cellule invece di "liberarsi" desquamando via, si accumula e si intruppa nel follicolo.

Sintesi: comedogeno vuol dire che fa venire punti neri e punti bianchi :D:
Ultima modifica di Lola il 27/03/2008, 17:05, modificato 1 volta in totale.
Immagine Stemperato, non "mescolato"!
Avatar utente
musinobello
utente avanzato
utente avanzato
Messaggi: 53
Iscritto il: 29/09/2006, 13:16
Località: Piemonte

Messaggio da musinobello »

Lola
Dovrebbero starci anche alcuni siliconi pesanti
o sbaglio? :oo:
Avatar utente
Lola
Grande Capa
Grande Capa
Messaggi: 41342
Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Località: Monfalcone

Messaggio da Lola »

Mah, diciamo che normalmente vengono considerati traspiranti; diciamo che se ti spalmi un prodotto con tanto dimethicone che ti rimane unto sulla pelle a lungo, potrebbe essere; ma consideriamo anche l'estrema diffusività di questa sostanza, che quindi si fissa in film molto sottile e non tende ad occludere.
Immagine Stemperato, non "mescolato"!
Aiko
utente avanzato
utente avanzato
Messaggi: 335
Iscritto il: 08/10/2006, 18:47

Messaggio da Aiko »

Ma su saicosatispalmi era dato per certo che i siliconi fossero occlusivi! :firu:
Avatar utente
Lola
Grande Capa
Grande Capa
Messaggi: 41342
Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Località: Monfalcone

Messaggio da Lola »

Se consideri alcuni siliconi volatili, non sono assolutamente occlusivi, mentre altri con la molecolona grossa possono esserlo molto di più, in ogni caso la loro estrema diffusività fà sì che facciano poco strato, e quindi non siano affatto comedogenici.
Ultima modifica di Lola il 03/12/2006, 9:48, modificato 1 volta in totale.
Immagine Stemperato, non "mescolato"!
vittorio urbani

Messaggio da vittorio urbani »

Màh,

a me non la racconta giusta; tutte le forme lipidiche (olii e grassi anche vegetali) possono dare problemi di occlusione, chi più chi meno naturalmente e, questo fatto, ci dice che in realtà bisogna stare attenti alle interazioni tra crema (formulazione) clima e condizioni della pelle.

Buona giornata.
Avatar utente
Lola
Grande Capa
Grande Capa
Messaggi: 41342
Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Località: Monfalcone

Messaggio da Lola »

Traduco il magnifico: se la crema ti lascia unta sarà comedogenica, se si assorbe no (vale per tutto meno che per la presenza dell'isopropyl myristate).
Immagine Stemperato, non "mescolato"!
Avatar utente
Virginia
utente avanzato
utente avanzato
Messaggi: 370
Iscritto il: 28/09/2006, 21:18
Località: sardegna

..

Messaggio da Virginia »

una domanda sull'isopropyl miristate e palmitate: la loro posizione nell'inci come va considerata? se ad esempio si trovano in 4 o 5 posizione sono meno comedogeni? scusate la domanda forse scema :D:
Avatar utente
Lola
Grande Capa
Grande Capa
Messaggi: 41342
Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Località: Monfalcone

Messaggio da Lola »

Domanda niente affatto scema: le prove di comedogenicità le fanno al 5%.

Se vai a guardare i siti tipo zerozits c'è tutto un elenco di ingredienti più o meno comedogeni, solo che bisogna anche guardare a che percentuale sono usati. Più facile che un olio leggero tipo appunto l'isopropyl miristato sia usato a percentuali anche alte; difficilissimo che in una crema viso un comedogenico (di per sè) cetearyl alcohol sia presente ad esagerare all'1%, quindi inutile andare a controllare se le sostanze che abbiamo dentro la nostra crema sono considerate comedogeniche, la percentuale è importantissima.
Questo vale per tutto meno che per l'isopropyl myristate che non voglio vedere neanche dipinto! :evil:
Immagine Stemperato, non "mescolato"!
Avatar utente
Virginia
utente avanzato
utente avanzato
Messaggi: 370
Iscritto il: 28/09/2006, 21:18
Località: sardegna

..

Messaggio da Virginia »

capisco, e una profana come me come fa a capire se l'ingrediente incriminato si trova al 5%? diciamo che se lo vedo nei primi tre posti dell'inci lascio perdere, ma se invece si trovasse al quarto, o quinto, dici che potrei credere che faccia meno danni?
Avatar utente
Lola
Grande Capa
Grande Capa
Messaggi: 41342
Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Località: Monfalcone

Messaggio da Lola »

Preoccupati per un olio di mandorle al secondo posto (vero nel 50% dei casi) o per una formulazione contenente cera d'api (di solito sono belle grasse e filmanti) o quando vedi dieci tipi di olio diverso tra cui mosqueta, karitè, avocado, oliva... il criterio è sempre quello: è comedogenico quelo che ti fa ingrassare la pelle.
Quindi una formulazione che comincia per acqua e glicerina, o acqua e cetyl o cetearyl alcohol non daranno sicuramente problemi (significa che sono poco grasse).
Immagine Stemperato, non "mescolato"!
Avatar utente
månes dotter
utente avanzato
utente avanzato
Messaggi: 2403
Iscritto il: 29/12/2006, 22:54

Messaggio da månes dotter »

Su alf hanno postato questo sito

possibile che il petrolato sia considerato non comedogeno? :oo:
Avatar utente
Lola
Grande Capa
Grande Capa
Messaggi: 41342
Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Località: Monfalcone

Messaggio da Lola »

Possibilissimo.

Non è direttamente comedogeno, ma in una pelle che già produce eccesso di sebo di suo un grasso filmante come quello fa precipitare la situazione. Quindi se una crema ai petrolati non farà venire i punti neri alle sessantenni, certamente lo farà alle ventenni (e Avène questo non l'ha ancora capito, continuando a rovinare le pelli delle giovani e giovanissime coi suoi cosmetici antiacne ai petrolati).
Immagine Stemperato, non "mescolato"!
UrbanPixie

Messaggio da UrbanPixie »

E che mi dite dell'olio di cocco??
Mi pare che da quando metto l'olio di Monoi nell'acqua della vasca i brufoli sulla schiena siano aumentati moltissimo... potrebbe essere questo oppure è la normale conseguenza degli stravizi pasquali? :oo:
Avatar utente
Lola
Grande Capa
Grande Capa
Messaggi: 41342
Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Località: Monfalcone

Messaggio da Lola »

E' proprio questo. L'olio di cocco è ricco di acidi grssi a catena corta, che sono più irritanti di quelli contenuti negli altri olii; inoltre... è unto :)
Immagine Stemperato, non "mescolato"!
Avatar utente
mayday
Moderatrice Alimentare
Moderatrice Alimentare
Messaggi: 2239
Iscritto il: 05/10/2006, 16:56

Messaggio da mayday »

A me l'olio di cocco sul corpo d'estate non mi fa aumentare punti neri e brufoli: e ve lo dice una che ha punti neri pure sulle ginocchia :?
UrbanPixie

Messaggio da UrbanPixie »

Beata te!
Io ci ho fatto qualche bagno e mi sono ritrovata con la schiena che sembra una pizza... :mirmo:

Riciclerò per i capelli (grazie Monica!) e come olio per le gambe... quasi quasi appena trovo la soda provo anche a farci una saponettina!
Avatar utente
mayday
Moderatrice Alimentare
Moderatrice Alimentare
Messaggi: 2239
Iscritto il: 05/10/2006, 16:56

Messaggio da mayday »

Mi sa che la storia del comedogeno sia assolutamente soggettiva :?
Alla fine, qualunque olio/burro può essere comedogeno (o non esserlo).
Bisogna provare.
princib
utente avanzato
utente avanzato
Messaggi: 56
Iscritto il: 16/09/2007, 10:13
Località: Roma

Messaggio da princib »

Qualsiasi prodotto che ti fa lucidare dopo 2 ore??? :?
Quindi il mio amatissimo burro di karitè, per la mia pelle, potrebbe essere comedogeno? :cry: Che poi, in effetti, qualche volta mi fa lucidare, ed altr no...ormoni maledetti!! :evil:
Rispondi