Registrati    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » I vostri problemi di pelle e capelli » Trattamenti per il corpo


Regole del forum


Gli iscritti possono postare progetti o ricette solo se hanno almeno 30 giorni e 30 messaggi all'attivo; entrambe le condizioni devono essere soddisfatte.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 74 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Aiuto dermatite atopica
 Messaggio Inviato: 03/10/2007, 0:53 
Non connesso
novellino
novellino

Iscritto il: 30/09/2007, 22:45
Messaggi: 12
Allora, innaniztutto ciao, sono Riccardo e mio figlio di 2 anni e mezzo ha problemi di dermatite atopica.
Vuoi per nostra ignoranza vuoi per aver sottovalutato il problema, da giugno, questa dermatite è peggiorata anche se va e viene a cicli di 2 settimane circa.
Chiedevo un consiglio su detergente bagnetto e crema idratante da usare anche giornalmente per alleviare i tipici sintomi della dermatite atopica , in attesa di esami più approfonditi.
Al momento un pò superficialmente stiamo usando un detergente bagno Mustela e shampo Babygella.Per la scelta migliore vorrei un vostro consiglio visto che,leggendo,ho notato che molte creme spacciate per ottime in casi di DA si rivelano zeppe di petrolati.
Grazie.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 03/10/2007, 9:43 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 14/05/2007, 16:31
Messaggi: 24
Vabbé, dai ti riporto la mia esperienza.

Bimbo (allora) di circa 4 anni, asma allergico, atopico. Si gratta fino a farsi sanguinare, spendo capitali in lichtena, continua a grattarsi, bolle, macchie, uno schifo.
Butto via TUTTO: bagno weleda alla calendula anche per capelli, allora facevano la linea bimbi Sante che era strepitosa, chissà perché l'hanno abbandonata. Weleda baby é il più delicato, non usare altro se non la saponetta della stessa linea.
Fatti fare in farmacia la pasta all'acqua, quella rigorosamente originale (acqua-glicerina-ossido zinco-talco veneto): quelle che compri hanno sempre una quota grassa. E spalma, spalma, spalma. Soprattutto, non farti prendere dalla tentazione di spalmarci qualosa che contenga petrolio o paraffina, perché ricomincia a grattarsi.
Ancora: nella lavatrice NON NON NON usare ammorbidenti, Napisan et similia, e fai fare due cicli di risciacqui, nell'ultimo infilaci 15 gocce di olio essenziale di lavanda; questo per qualunque cosa venga a contatto con tuo figlio (vestiti, lenzuola, asciugamani, tovaglioli: io lo faccio regolarmente per tutte le lavatrici).
Se di notte usa ancora il panollino, comprati i Moltex e usa SOLO quelli.
Non mettergli nient'altro: nè creme, nè oli, nè profumi. Se ha le croste in testa, passaci solo un goccio di olio (quello che hai in casa) prima dello shampoo.
Appena ti capita, fai dare una mano di calce nella camera dove dorme.

E - poiché io sono un utente normale, non professionista, non modero alcunché, e posso darti tutte le informazioni che voglio - vai sul sito Alpretec.com e compra al bimbo l'intimo per la dermatite atopica: costa una fucilata, ma calcola che si lava e asciuga in frettissima e, dunque, ne basta uno per tipo che ti serve.

Last but not least: presumo lo abbiate già fatto, in caso contrario corsa dall'allergologo per il patch test e quant'altro riterrà utile.

Sembra difficile, non lo é: tuo figlio ringrazierà.
Baciuz


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 03/10/2007, 14:40 
Non connesso
Moderatrice Alimentare
Moderatrice Alimentare

Iscritto il: 14/11/2006, 21:01
Messaggi: 3662
Località: Sud-ovest sardo
Quoto tutto quanto ha detto Laurì, tranne una cosina...l'olio essenziale di lavanda, ad alcuni atopici fa male. Lascerei perdere anche quello per un po' di tempo, e poi se il bambino migliora si può provare a profumare il bucato in quel modo, se si sente la mancanza di un profumo nel bucato.

p.s. Riccardo, coraggio...ha da passà 'a nuttata. Il periodo peggiore è quando sono molto piccoli, poi...poi si ha una pelle bellissima tutta la vita. ;)

_________________
Ricordate, voi che gioite dal podio, che chi è caduto, e per questo è restato indietro, non ha corso meno di voi che avete vinto.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 03/10/2007, 18:59 
Non connesso
novellino
novellino

Iscritto il: 30/09/2007, 22:45
Messaggi: 12
Grazie di cuore .. dell'alpretec ho gia da un anno i rivestimenti materassi, cuscini antiacaro, guarderò anche per l'abbigliamento.
Il weleda baby come si chiama di preciso ? Parlo quello per il bagnetto me i capelli.
Per il corpo basta solo il preparato farmaceutico ?
Speriamo che lo tolleri.
Grazie mille


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 05/10/2007, 11:33 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 29/08/2007, 16:31
Messaggi: 123
Località: napoli
:D Quoto anch'io Laurì avendo un bimbo di quasi due anni che episodicamente soffre di dermatite atopica,con piccole chiazze rosse secche e pruriginose. Da 6 mesi sto usando il bagno alla calendula Weleda come detergente e sulle chiazze applico due volte al giorno una cremina fatta da me, facendo sciogliere 60% burro di Karitè a bagnomaria e aggiungendo a freddo 20% olio di oliva , 10% di olio di mandorle, 10% olio di avocado.
Con questi due semplici accorgimenti sono 3 mesi che il problema non si è ripresentato. :cin:
:ping: :ping: :ping:

_________________
Geo


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 05/10/2007, 22:34 
Non connesso
novellino
novellino

Iscritto il: 30/09/2007, 22:45
Messaggi: 12
Ho provato stasera la pasta all'acqua sulle braccine ma l'ho dovuta pulire via perchè il bimbo si è messo a piangere, penso sia più una cosa psicologica che di effettivo bruciore.
Domani riprovo magari mettendone un pochino meno ..
A proposito, siccome l'ha preparata la farmacia , non saprei se va conservata in frigo o a temperatura ambiente.
Grazie.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 05/10/2007, 23:16 
Non connesso
novellino
novellino

Iscritto il: 30/09/2007, 22:45
Messaggi: 12
acqua-glicerina-ossido zinco-talco veneto

Almeno così ho chiesto al farmacista , sull'etichetta c'è solo scritto pasta all'acqua.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 06/10/2007, 6:21 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 35789
Località: Monfalcone
va bene così, non ha bisogno nè di frigo nè di conservanti.

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 06/10/2007, 23:07 
Non connesso
novellino
novellino

Iscritto il: 30/09/2007, 22:45
Messaggi: 12
Allora sto usando la line weleda baby per il bagnetto, il sapone vegetale weleda per la pulizia mani e viso.
Vorrei chiedervi una cremina buona al pari di queste per il resto del corpo, che funga da crema idratante e protettiva, potrebbe andare bene Crema viso e corpo alla calendula sempre della weleda ?
Per l'igiene intima ?
Un ultima domandina eventuali protezioni labbra per l'inverno, saltuariamente ho usato il blistex ma temo sia poco indicato per i bambini.

grazie.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 07/10/2007, 9:27 
 
Anch'io ho un bimbo di due anni e mezzo.Un po' di dermatite l'ha avuta anche lui da neonato, quando usavo babygella. Per l'igiene intima ho usato la saponetta alla calendula di weleda e mi sono trovata benone (ora uso il sapone che faccio io). Come crema per il corpo uso solo olio di mandorle dolci (naturalmente puro, va bene quello dei Provenzali) talvolta mischiato (al momento nel palmo della mano) con del gel d'aloe Zuccari.
Il problema non si è più ripresentato.


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 11/10/2007, 14:42 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 28/09/2007, 13:59
Messaggi: 122
Località: Abbiategrasso
il Napisan lo pubblicizzano tantissimo, ma quando ero piccola mia mamma ha dovuto subito smettere di usarlo perché diventavo tutta rossa e viola :mirmo:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 11/10/2007, 15:01 
 
In effetti noto con raccapriccio che stanno aumentando i demenziali disinfettanti per i panni dei bimbi (è uscito anche un lysoform adesso, mi pare).
Strano che - mentre non stanno affatto aumentando le infezioni, stanno invece crescendo a dismisura i casi di atopia e allergia e reattività.
Consiglio ufficiale: a meno che non stiate curando un gruppo di bimbi affetti da una epidemia di salmonellosi o similari, per favore fate una favore a loro, alla loro pelle, all'ambiente, all'intelligenza collettiva e buttate via tutti i napisan e similari.

Un cenno all'ammorbidente: se proprio non riuscite a fare a meno di usarlo, che sia aalmeno ecobio o marchiato ecolabel. Li vendono anche in grande distribuzione.

E l'ultima nota fondamentale per chi ha bimbi atopici: meno ingredienti e molecole diverse mettete a contatto della loro pelle, e meglio è.

Non voglio nè fare pubblicità nè altro - ma solo un esempio: sul sito saicosatispalmi di barbara è in vendita una ottima linea bebè a prezzi correttissimi - inoltre c'è la linea saicosatisp. che fa gli oliii puri per la pelle: chiunque abbia un bimbo atopico dovrebbe avere a disposizione sia l'olio di semi di ribes nero, sia l'olio di borraggine, che possono essere usati da soli, o abbinati, o alternati, su qualsiasi parte del corpo che sia secca, qualsiasi, inoltre possono essere usati come "integratori oleosi" di qualsiasi crema o bagnetto.


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 11/10/2007, 16:06 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 28/09/2007, 13:59
Messaggi: 122
Località: Abbiategrasso
ottimo consiglio questo degli olii essenziali, lo appunto per la mia sorellina (4 anni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 11/10/2007, 16:11 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 13/10/2006, 16:29
Messaggi: 1751
witch_d ha scritto:
ottimo consiglio questo degli olii essenziali


Olii essenziali? Riky parla di olii puri, non di quelli essenziali, occhio!

_________________
Svignamocela
(Tolstoj, in punto di morte)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 11/10/2007, 16:34 
Non connesso
novellino
novellino

Iscritto il: 30/09/2007, 22:45
Messaggi: 12
C'è da diventare matti a quante cose bisogna stare attenti... allora anche le salviettine umidificate per il cambio pannolino sarebbero da rivedere , io sto usando le Pampers sensitiv... posso postare l'INCI ?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 11/10/2007, 16:49 
 
@ Witch - Gli olii essenziali sono olii essenziali (OE), appunto, e NON SONO, come giustamente ha notato Peonia, quelli di cui parlavo io. Io parlavo di olii puri spremuti a freddo di semi di ribes e di borraggine. Gli OE sono inadatti agli atopici

@Riccardo- posta quello che vuoi, ma ti dico subito che le salviette che citi sono del tutto nocive ed inadatte per chi è atopico. In caso di atopia la prevenzione è, se non tutto, moltissimo. Sì, i genitori devono diventare degli investigatori di molecole e prodotti. Sì, è una menata. Ma conviene sbattersi. Per il bene della pelle dei bimbi, per il loro benessere, per la progressiva risoluzione della dermatite, che avviene tanto prima, quando e quanto più e più precocemente si sta attenti.
Un bimbo atopico del tutto guarito, con pelle pulita da chiazze di dermatite, ha più o meno un 100% di garanzia di vedere ricomparire la sua dermatite in caso di una una bella sudata indossando una tutina misto-sintetica su cui siano rimaste tracce di napiosan o coccolino o detersivo.
Sul sito di Barbara avevo fatto un decalogo per i genitori dei bimbi atpici: vallo a vedere! (e se non lo trovi, usa la funzione cerca....)

Aggiungo, a proposito del diventare matti: si diventa molto più matti quando il bimbo - a ragione - piange ed è nervoso e molto irrequieto per il prurito infernale (credimi, è infernale poverini) dato dall'atopia.


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 11/10/2007, 17:42 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 02/10/2006, 15:35
Messaggi: 598
Non credo di potermi paragonare al tuo bimbo, ma anch'io soffro di una forma di dermatite in una determinata zona del corpo.
Ne ho provate di tutti i colori ma nessun dottore è riuscito mai a risolvermi il problema.
Alla fine, leggendo qui sul forum, ho provato (come ti ha già detto Riky) ad eliminare l'ammorbidente (uso acido citrico o ammorbidente ecobio... senza non riesco a stare :oops: ) e a cambiare i detersivi lanciandomi su quelli ecobio. Cotone a contatto con la pelle e...
...Devo dire che la mia pelle ringrazia, ringrazia e ringrazia ancora.
Non è passato completamente, ma così è tutto un'altro vivere! :)

_________________
Giu Immagine

Voglio essere ciò che sono prima di essere in qualsiasi altro modo


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 11/10/2007, 19:13 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 14/05/2007, 16:31
Messaggi: 24
Riky ha scritto:
chiunque abbia un bimbo atopico dovrebbe avere a disposizione sia l'olio di semi di ribes nero, sia l'olio di borraggine, che possono essere usati da soli, o abbinati, o alternati, su qualsiasi parte del corpo che sia secca, qualsiasi, inoltre possono essere usati come "integratori oleosi" di qualsiasi crema o bagnetto.


Oibò, mi ero proprio dimenticata dell'olio di ribes nero: pensare che su consiglio della mia dermatologa - ne uso a tonnellate (il grande se lo mangia pure in opercoli) :D:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 11/10/2007, 20:36 
Non connesso
novellino
novellino

Iscritto il: 06/10/2006, 0:27
Messaggi: 15
Io ho 24 anni e ho la dermatite atopica da quando avevo 8 mesi.
Da piccola mia mamma si era rivolta ad una pediatra omeopata e mi dava ungueni e creme alla calendula. Mi veniva soprattutto nelle mani: la nottei miei me le fasciavano con un fazzoletto di cotone per evitare che mi grattasi nel sonno e mio padre prima di addormentarmi mi diceva che io ero come il mio peluche, un leoncino ferito con la zampetta fasciata.

Da più grandetta ho provato di tutto e girato tantissimi dermatologi che mi riempivano di antistaminici (cortisonici no perchè mia mamma era categorica) e gli ultimi inutili ritrovati della cosmesi tradizionale. Fatti tutti i test allergiche che sono per lo più negativi.

Da quando ho scoperto (ormai quasi tre anni fa) il forum di promiseland, ora egregiamente sostituito da questo e da saicosatispalmi, ho cambiato completamente le mie abitudini cosmetiche e di vita e devo dire che sono rinata. Ora uso la linea Bio-Bio Baby in vendita su saicosatispalmi(costa molto meno della Weleda e su di me ha una resa migliore), prendo integratori di olio di semi di ribes nero, lavo la roba con detersivi ecobio senza ammorbidente. Sono in fremente attesa di ordinare le creme e gli oli della nuova linea di saicosatispalmi. Fino a pochi anni fa pensavo che il trucco non fosse una cosa per me, oggi invece so che posso usarlo senza problemi, basta che stia attenta alla qualità.

Ci tengo a sottolineare che l'atopia non è un problema che riguarda solo al pelle e i cosmetici che si usano, ma più in generale la persona nel suo complesso. Gli atopici sono spesso perone molto sensibili, che tengono tutto dentro e sfogano quello che non esternano sulla pelle, che infatti peggiora in concomitanza con periodi di stress.

Io ho smesso di cercare la cura miracolosa che mi farà passare i problemi di pelle: non esiste e non ha neanche senso fantasticarci sù. E'importante cercare di migliorare la propria condizione, imparando ad ascoltare i segnali che la nostra pelle ci manda e a capire cosa dobbiamo fare per farla stare meglio. Quello che ho capito è che la cosa che conta è accettare la propria condizione senza considerarsi particolarmente sfortunati. L'essere atopici è'solo uno dei tanti modi di essere, che ci rende per certi aspetti originali rispetto agli altri!E poi c' anche un aspetto positivo: quando la pelle non è irritata, arrossata o pruriginosa, è fantastica e liscissima! :D:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 12/10/2007, 13:32 
 
L'essenziale è già stato detto, ma vorrei comunque aggiungere
la mia esperienza e confermare che hanno cambiato la vita della mia piccola atopica:
- fare pochi bagni o docce veloci senza sapone, a meno che non ci sia reale sporcizia
- seta alpretec a contatto con la pelle
- pasta all'acqua sulle croste
- tenere sempre la pelle morbida con burro di karitè o olio di borraggine
- olio di borraggine in perle come integratore
- (l'ammorbidente non l'ho mai usato)
- mia figlia peggiorava tantissimo anche con freddo invernale(croste sul viso) o il caldo
estivo (piaghe nelle pieghe dove si suda): quindi proteggere adeguatamente da temperature
eccessive
Tantissimi auguri a tuo figlio, Riccardo!


Brigitta


Top 
  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 74 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

Indice » I vostri problemi di pelle e capelli » Trattamenti per il corpo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Hosted by MondoWeb