Registrati    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Ingredienti dei cosmetici


Regole del forum


in questa sezione NON SI POSTANO INCI



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 59 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 23/07/2012, 19:32 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 06/03/2012, 17:32
Messaggi: 146
Località: Roma
Oddio tagliar hai ragione,stavo pensando alla molecola completa,non alla formaldeide in sè e mi sono confusa :eyes:

Correggo rendendolo chiaro


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 24/07/2012, 14:09 
Non connesso
esimio cosmetologo
esimio cosmetologo
Avatar utente

Iscritto il: 13/12/2006, 8:58
Messaggi: 689
strana discussione da cui si può trarre solo una conclusione, la conoscenza scientifica è limitata e l'utilizzo in termini di management risk del principio di precauzione è assolutamente necessario proprio per superare i limiti della conoscenza scientifica.

1° ci sono voluti 30 anni per far capire ( chimici, farmacologhi, cosmetologhi compresi ) che la formaldeyhde non è per nulla facilmente solubile in acqua ( la cosiddetta formalina ).
La formaldehyde è un gas ( quindi non è un ingrediente cosmetico ) che in acqua reagisce formando methylene glycol alias methanediol.
Per intenderci ( differenza tra soluzione e reazione ) nessuno direbbe che la soda caustica è facilmente solubile in acido cloridico. La soda caustica reagisce con l'acido cloridico e forma un'altra sostanza ( cloruro di sodio. )
2° tutti gli studi fatti sulla nocività della formaldehyde in forma acquosa erano invece riferiti ad una sostanza diversa, il methanediol.
3° l'equilibrio della reazione è decisamente spostato verso il methanediol e a temperatura ambiente la formaldehyde libera che resta in equilibrio ( quindi formaldehyde gassosa in soluzione ) è una minima percentuale . La formaldehyde è un gas e come tale non è e non è mai stato un ingrediente cosmetico .
4° l'equilibrio della reazione si sposta verso la formaldehyde alzando la temperatura e si rilevano tracce significative di formaldehyde gassosa molto sopra i 100 gradi ( quando anche l'acqua evapora ).
5° il rischio cancerogenico ( nasofaringeo ) si riferisce solo alla formaldeyde gassosa in grandi quantità, al punto che studi hanno rilevato che la semplice umidità delle mucose nasofaringee , producendo la reazione quasi immediata che forma il methanediol , è sufficente ad abbattere il rischio cancerogeno.
6° i cessori di formaldehyde visto che la cederebbero in acqua e che i tempi di reazione sono dell''ordine di poche decine di millisecondi , sono in realtà cessori di formaldehyde che produce immediatamente methanediol.
7° il methandiol visto il particolare equilibrio ed instabilità della reazione è stato classificato, a livello tossicologico come " formaldehyde equivalent". Considerando che dinamicamente il methandiol in soluzione acquosa si ritrasforma continuamente in formaldehyde e viceversa ( ma a temperatura ambiente la percentuale di formaldehyde gassosa resta sotto allo 0,07% se non ricordo male )
8° la altissima reattività della formaldehyde è la principale causa della sua azione antimicrobica ( crosslinka le proteine ) ma anche la principale spiegazione del perchè non siamo già tutti morti, visto che è quasi ubiquitaria e si rintracccia nelle nostre secrezioni, urine, alito ecc. ecc..
9° il rilascio graduale dei cessori di formaldehyde ( releaser ) fanno la differenza rispetto ai formaldehyde equivalent ( come il methanediol ).
10° per stabilizzare il methanediol che formerebbe polimeri , chiamati paraformaldeide, si utilizza normalmente alcol metilico. che è sostanza ristretta, cioè non ammessa nell'uso cosmetico se non come denaturante dell'alcol etilico.... quindi tutti i prodotti con formaldehyde in INCI, sono stati redatti sbagliando INCI, visto che hanno inserito formalina liquida nella formulazione, e la formalina è essenzialmente METHYLENE GLYCOL e sono quasi certamente non in regola in quanto utilizzando formalina liquida, hanno inserito nel prodotto cosmetico anche alcole metilico.

_________________
Paracelso -
stufo di bufale cosmetiche - http://www.nononsensecosmethic.org


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 24/07/2012, 14:44 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Messaggi: 38921
Località: Monfalcone
:oo: ho letto con estrema attenzione, ho capito un quarto, giuro che me lo rileggo altre tre volte e lo imparo a memoria se mi dici che devo dedurre da tutto ciò (a parte il fatto che la formaldeide pura in un cosmetico non si può mettere e che la denominazione inci è errata).

Perchè la parola methanediol non viene mai scritta da nessuno e parlano solo di formaldeide?

_________________
"One Pot" should be illegal


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 24/07/2012, 15:27 
Non connesso
maestrina moderatrice
maestrina moderatrice

Iscritto il: 07/10/2006, 15:39
Messaggi: 10624
Mi associo a Lola, neanche io ho capito tutto.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 24/07/2012, 15:57 
Non connesso
esimio cosmetologo
esimio cosmetologo
Avatar utente

Iscritto il: 13/12/2006, 8:58
Messaggi: 689
l'INCI corretto è : METHYLENE GLYCOL ed è stato introdotto nel dizionario-inventario inci solo pochi anni fa.
Tutt'ora non immaginate quanti chimici non sanno che la formaldehyde è quasi insolubile in acqua e considerano la formalina = formaldehyde in soluzione al 30%.
Methanediol è un sinonimo di METHYLENE GLYCOL , lo uso perchè più semplice e corto.

_________________
Paracelso -
stufo di bufale cosmetiche - http://www.nononsensecosmethic.org


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 24/07/2012, 16:10 
Non connesso
maestrina moderatrice
maestrina moderatrice

Iscritto il: 07/10/2006, 15:39
Messaggi: 10624
Però in soldoni nei cosmetici l'azione conservante antibatterica è per via della formaldeide, può essere irritante e allergico per la formaldeide, nei prodotti stiranti per capelli è vietata perchè libera formaldeide?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 24/07/2012, 16:22 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Messaggi: 38921
Località: Monfalcone
E che differenza c'è tra il cessore di formaldeide che la libera a poco a poco e il precursore della formaldeide? Che succede se metto il metilene glycol in acqua, fa reazione immediata e libera tutta la formaldeide che può in un colpo solo? ...tanto che magari lasciando il contenitore aperto potrebbe evaporare tutta..?

_________________
"One Pot" should be illegal


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 24/07/2012, 18:57 
Non connesso
esimio cosmetologo
esimio cosmetologo
Avatar utente

Iscritto il: 13/12/2006, 8:58
Messaggi: 689
una volta che ha reagito con l'acqua la formaldehyde diventa mehtylene glycol e la percentuale di formaldehyde che resta "libera" in equilibrio è a temperatura ambiente veramente bassa.
nella formalina tu hai praticamente tutto methylene glycol (56% se non ricordo male ) e un po' (0,07% se ricordo bene) di formaldehyde.


tutti i dati e ricerche che facevano riferimento a allergie , dermatiti e reazioni alla formaldehyde "liquida" in realtà fanno riferimento al methylene glycol... che tossicologicamente viene considerato un formaldehyde equivalent.
l'azione antimicrobica del methylene glycol è quella effettivamente note e testata visto che tutti i test con la formalina erano in realtà con methylene glycol.

_________________
Paracelso -
stufo di bufale cosmetiche - http://www.nononsensecosmethic.org


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 24/07/2012, 20:58 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 06/03/2012, 17:32
Messaggi: 146
Località: Roma
Molto interessante.

La nostra formalina (in laboratorio di anatomia patologica) è al 37% satura,e contiene un tampone fosfato per evitare la liberazione di acido formico.Già la soluzione al 4% risulta molto irritante.

Effettivamente sulla confezione c'è scritto formaldeide al 37%,nessuna traccia di methylene glycol


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 08/08/2012, 8:43 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Messaggi: 38921
Località: Monfalcone
Leggo su promiseland scritto da Fabrizio che in un certo cosmetico c'era collagene e imidazolidinyl urea, e che la cosa era grave perchè la formaldeide ceduta dall'imidazolidinyl urea andava a denaturare il collagene. Oddio i cosmetici con cessori di formaldeide hanno molto spesso proteine in inci, c'è qualcuno che può chiarire meglio? A me pare tanto strano...

_________________
"One Pot" should be illegal


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 08/08/2012, 11:13 
Non connesso
maestrina moderatrice
maestrina moderatrice

Iscritto il: 07/10/2006, 15:39
Messaggi: 10624
Ma anche qui bisognerebbe capire se si tratta di un'osservazione diretta di denaturazione nel cosmetico con le due sostanze a contatto, oppure se si tratta di qualcosa che avverrebbe in teoria per incompatibilità tra formaldeide e collagene/proteine, perchè da quel che fa osservare Paracelso nei cosmetici non ci sarebbe mai della formaldeide libera ma methylene glycol, e che i problemi di irritazione ed allergia e altro osservati finora sono riferibili a quest'ultimo.
Quindi in soldoni: il methylene glycol denatura le proteine aggiunte?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 08/08/2012, 11:25 
Non connesso
esimio cosmetologo
esimio cosmetologo
Avatar utente

Iscritto il: 13/12/2006, 8:58
Messaggi: 689
Lola ha scritto:
Leggo su promiseland scritto da Fabrizio che in un certo cosmetico c'era collagene e imidazolidinyl urea, e che la cosa era grave perchè la formaldeide ceduta dall'imidazolidinyl urea andava a denaturare il collagene. Oddio i cosmetici con cessori di formaldeide hanno molto spesso proteine in inci, c'è qualcuno che può chiarire meglio? A me pare tanto strano...


Nel blog della Trotula ho cercato di approfondire, non voglio sembrare un difensore della formaldehyde nei cosmetici, non lo sono per nulla, anzi per me alcuni cessori dovranno presto avere ulteriori restrizioni, ma ben ragioni ben diverse da quelle del "allarmismo formaldehyde" .
Questa campagna contro la formaldehyde e i suoi cessori nel cosmetico a me inizia a sembrare un nonsense chemofobico.
1- neanche hanno chiarito che si parla di sostanze diverse:
formaldehyde, gas,
methylene glycol, liquido, monomero idrato della formaldeyhde
paraformaldehyde , solidi ecc..

per quanto ne so la principale azione conservante del methylene glycol si esplica attraverso la denaturazione delle proteine, crosslinkandole.
La forma idrata, agisce con meccanismi del tutto simili al acetaldheyde, alias ethanal, quindi denatura le proteine : proprio come alla lunga lo fa l'acohol etilico. :lol: :lol: :lol:
Ma come? L'alcohol è cancerogeno, crosslinka-denatura le proteine e ancora permettono di bere vino e birra ????

Se nel nostro sangue in equilibrio (omeostatico?) ci sono normalmente 2,6 ppm di formaldehyde, credo che esista una dose sicura per la formaldehyde ed il methylene glycol nel cosmetico.

Denaturare il collagene di una crema con la formaldehyde ???
bha! ma lo sanno che il collagene si denatura rompendo i crosslink che lo irrigidiscono semplicemente portandolo a 80° ? Mai visto l'ingrediente hydrolysed collagen ? l'hydrolsysed collagen è collagene denaturato .
bha !!!... evidentemente non capisco di cosa si sta parlando.

PS.nei releaser la cessione di formaldehyde ( che in presenza d'acqua in pochi millisecondi si trasforma in methylene glycol ) è fenomeno complesso, tempi e quantità cedute variano sensibilmente con pH temperatura e formula.

_________________
Paracelso -
stufo di bufale cosmetiche - http://www.nononsensecosmethic.org


Ultima modifica di paracelso il 30/08/2012, 11:40, modificato 2 volte in totale.

Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 08/08/2012, 11:32 
Non connesso
maestrina moderatrice
maestrina moderatrice

Iscritto il: 07/10/2006, 15:39
Messaggi: 10624
paracelso ha scritto:

Nel blog della Trotula ho cercato di approfondire,...

Io leggo che Zago nel suo intervento vi continua parlare di formaldeide libera :D:
Mi è capitato di leggere su riviste specializzate di metodologie per misurare la formaldeide rilasciata nel cosmetico, per controllo dell'osservanza dei limiti di norma, ma allora cosa cercano: la formaldeide libera o il methylene glycol?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 08/08/2012, 11:43 
Non connesso
Spignattatore Esperto
Spignattatore Esperto

Iscritto il: 03/10/2006, 8:54
Messaggi: 4728
Anch'io ...

Imidazolidinyl urea releases formaldehyde into cosmetics at temperatures above 10 ºC. A 1974 study found formaldehyde release occurs at the non-physiological conditions of 60 ºC and a pH of 6. In water-containing cosmetics like shampoos, formaldehyde release increases with a rise in pH and temperature of the solution as well as a longer storage period (Cosmetic Ingredients Review Expert Panel, 1980; Organic & Natural Enterprise Group Ply Ltd, 2003; Scientific Committee on Cosmetic Products and Non-Food Products, 2002).

In 2001, the Cosmetic Ingredient Review (CIR) Expert Panel found no new data contradicting the original conclusions in the imidazolidinyl urea safety assessment conducted in 1980 (Cosmetic Ingredient Review Expert Panel, 2002).


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 08/08/2012, 12:26 
Non connesso
esimio cosmetologo
esimio cosmetologo
Avatar utente

Iscritto il: 13/12/2006, 8:58
Messaggi: 689
per me, il vero allarme e scandalo è che fior fior di chimici ed esperti per anni e forse tutt'ora non hanno considerato o saputo che la formaldeyhde non è affatto facilmente solubile in acqua e che la formalina non è formaldehyde in soluzione.
Questa non conoscenza mi preoccupa molto di più del rischio chimico legato alla tossicità e reattività della formaldehyde o del methylene glycol.
In letteratura scientifica l'equivoco è stato amplificato dal fatto che la maggioranza dei sistemi analitici, spostavano l'equilibrio da methylene glycol a formaldehyde.

Recentemente CIR e SCCS hanno affrontato il problema rivedendo la problematica e hanno introdotto il concetto di "formaldehyde equivalent" .
Ma è roba recentissima.

http://www.nononsensecosmethic.org/?p=39880

Questo non certo per dire che il methylene glycol è acqua fresca ma per segnalare l'inconsistenza di certe informazioni che circolano, quando tutta la materia anche ai massimi livelli scientifici è controversa.

PS. nel review del CIR
http://www.nononsensecosmethic.org/wp-c ... Glycol.pdf
pare ci sia un errore di calcolo sull'equilibrio della formaldeyhde gassosa in acqua a temperatura ambiente ( sarebbe molto meno di quanto calcolato dal CIR) che è stato segnalato dall' AIC che non mi risulta sia stato corretto.

_________________
Paracelso -
stufo di bufale cosmetiche - http://www.nononsensecosmethic.org


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 28/08/2012, 10:24 
Non connesso
Spignattatore Esperto
Spignattatore Esperto

Iscritto il: 03/10/2006, 8:54
Messaggi: 4728
La J&J che rimuoverà i cessori dai suoi prodotti in effetti dice questo:

We never add formaldehyde directly to our products. Instead, we use what are known as formaldehyde-releasing preservatives, which release tiny amounts of methylene glycol, the alcohol form of formaldehyde, over the shelf life of a product. This means that all of our products stay significantly below the levels considered safe by regulators.

http://www.safetyandcarecommitment.com/ ... -releasers


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 30/08/2012, 11:44 
Non connesso
esimio cosmetologo
esimio cosmetologo
Avatar utente

Iscritto il: 13/12/2006, 8:58
Messaggi: 689
evidentemente in J&J ci sono chimici che conoscono la differenza tra formaldehyde e methylene glycol.

_________________
Paracelso -
stufo di bufale cosmetiche - http://www.nononsensecosmethic.org


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 25/11/2013, 22:06 
Non connesso
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 29/03/2013, 8:17
Messaggi: 38
Località: Napoli
Dunque ricapitolando questo conservante è un cessore di formaldeide la quale però a contatto con l'acqua diventa methylene glycol.
Il discorso fatto vale ovviamente per tutti i cessori di formaldeide, immagino.

Questo methylene glycol è nocivo?

Come fanno a mettere la formaldeide negli smalti se è gassosa? E' sempre methylene glycol?

_________________
Walter: I don't know. Just...doesn't it seem like...something's missing?
Gretchen: What about the soul?
Walter: The soul? There's nothing but chemistry here.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Imidazolidinyl urea
 Messaggio Inviato: 26/11/2013, 12:12 
Non connesso
esimio cosmetologo
esimio cosmetologo
Avatar utente

Iscritto il: 13/12/2006, 8:58
Messaggi: 689
shaina81 ha scritto:
Dunque ricapitolando questo conservante è un cessore di formaldeide la quale però a contatto con l'acqua diventa methylene glycol.
Il discorso fatto vale ovviamente per tutti i cessori di formaldeide, immagino.

Questo methylene glycol è nocivo?

Come fanno a mettere la formaldeide negli smalti se è gassosa? E' sempre methylene glycol?


il methylene glycol , alias il monomero idrato della formaldeide può essere nocivo, come tutto.
E' la dose che fa il veleno.
Visto che a piccole dose si trova naturalmente nel tuo sangue, si deve definire a che dosi è nocivo.
La norma europea lo ha assunto come equivalente alla formaldeide, anche se sui calcoli dell' equilibrio a basse temperature c'è forse da discutere. Ma sono materie molto difficili dove super chimici molto preparati non si sono ancora del tutto chiariti.
Nel rispetto della norma, si può usare alle dosi equivalenti a cui si potrebbe usare una teorica formaldeide.

Negli smalti , induranti e prodotti simili , ovviamente non ci mettono formaldeide ma methylene glycol . Il fatto che continuino a sbagliarsi nella nomenclatura la dice lunga sulla confusione o ignoranza che circola.

L'isteria chemofobica che si è scatenata contro la formaldeide ed il suo monomero idrato non considera che è un prodotto di reazione quasi ubiquitario, te la trovi in tante formulazioni dove nessuno penserebbe che ci sia. Nessuno dice che è giusto farci il bagno dentro o sniffarla, ma demonizzarla ( demonizzare qualunque sostanza chimica ) è una sciocchezza.

_________________
Paracelso -
stufo di bufale cosmetiche - http://www.nononsensecosmethic.org


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 59 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Ingredienti dei cosmetici


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 8 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Hosted by MondoWeb