Registrati    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Ingredienti dei cosmetici


Regole del forum


in questa sezione NON SI POSTANO INCI



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 146 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7, 8  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 03/05/2015, 17:56 
Non connesso
esimio cosmetologo
esimio cosmetologo
Avatar utente

Iscritto il: 13/12/2006, 9:58
Messaggi: 689
ros&nn6 ha scritto:
Edit dopo la lettura interessantissima. Anche oggi ho imparato qualcosa, quindi non è una giornata sprecata: combinerò il sodio gluconato con l'EDTA nei prossimi saponi.
...


se non si hanno aspettative green o ecologiste anche l'etidronate , con le limitazioni fissate dal regolamento, va benissimo.

_________________
Paracelso -
stufo di bufale cosmetiche - http://www.nononsensecosmethic.org


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 03/05/2015, 20:43 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 9:57
Messaggi: 16603
Località: Milano
E' quello che pensavo anch'io: combinazione etidronato/gluconato

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 04/05/2015, 11:27 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 36751
Località: Monfalcone
Grazie paracelso, davvero utile questo tuo articolo, e finalmente un punto di vista chimico sull'annoso problema degli orange spots.

Eccomi con i miei appunti:
"praticamente tutto l’acido ascorbico , vitamina C , è prodotta per biosintesi in reattori con ceppi modificati." ceppi batterici?

"La delocalizzazione e risonanza è anche uno dei fattori per cui agisce un antiossidante fenolico e questo, semplificando molto molto, spiega perché l’ossidazione sia la causa del viraggio colorato di tanti prodotti, ma anche la ragione per cui l’acqua ossigenata “sbianca” tanti composti organici." frase che non ho compreso, nè ho compreso il meccanismo sbiancante dell'acqua ossigenata (hai tagliato troppo sui passaggi)

domanda: sul libro del sapone garzena-tadiello, che non è la bibbia lo so ma è quanto di più scientifico possediamo sull'argomento, dicono che il tocoferolo non preserva il sapone dall'irriancidimento, perchè "si rovina con la soda". Vero o falso? Che altrimenti addizioneremmo tutti il sapone anche di aperoxid o di tocoferolo puro.

BHA e BHT non dichiarati si potevano trovare negli oli alimentari o solo cosmetici?

"è relativamente semplice misurare di ogni olio o miscela di oli l’effettivo numero di saponificazione" ma non dici come, deduco che dovremmo procurarci i certificati di analisi o c'è un metodo casalingo a cui nessuno ha pensato ancora?

_________________
"One Pot" should be illegal


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 05/05/2015, 16:24 
Non connesso
esimio cosmetologo
esimio cosmetologo
Avatar utente

Iscritto il: 13/12/2006, 9:58
Messaggi: 689
Lola ha scritto:
"praticamente tutto l’acido ascorbico , vitamina C , è prodotta per biosintesi in reattori con ceppi modificati." ceppi batterici??


Gluconobacter oxydans, Erwinia herbicola o Corynebacterium , Zymomonas mobilis,
Escherichia coli o Fusarium oxysporum, ecc.

Lola ha scritto:
"La delocalizzazione e risonanza è anche uno dei fattori per cui agisce un antiossidante fenolico e questo, semplificando molto molto, spiega perché l’ossidazione sia la causa del viraggio colorato di tanti prodotti, ma anche la ragione per cui l’acqua ossigenata “sbianca” tanti composti organici." frase che non ho compreso, nè ho compreso il meccanismo sbiancante dell'acqua ossigenata (hai tagliato troppo sui passaggi)


nel rivedere l'articolo ho tolto alcune frasi talmente ostrogote che neppure io le capisco.
risonanza mi spiego con una domanda ... perché i radicali antiox non si propagano?

immagina il radicale che se ne va in giro. quando trova un antiossidante è come se trovasse una ruota verticale dove si mette a correre , ma alla fine resta sempre li' ...

Sai che il topolino è all'interno della ruota ma non sai esattamente dove si è piazzato- delocalizzazione .

Se i doppi legami coniugati producono il colore, l'ossigeno del perossido di idrogeno che che li spezza, sbianca.
Lola ha scritto:
domanda: sul libro del sapone garzena-tadiello, che non è la bibbia lo so ma è quanto di più scientifico possediamo sull'argomento, dicono che il tocoferolo non preserva il sapone dall'irriancidimento, perchè "si rovina con la soda". Vero o falso? Che altrimenti addizioneremmo tutti il sapone anche di aperoxid o di tocoferolo puro.

premesso che ho cercato di spiegare che aggiungendo antiossidanti si possono aumentare anziché ridurre le DOS, visto che la degradazione di molti antiossidanti produce cromofori... sul tocoferolo è vero che degrada in ambiente alkalino, ma micca istantaneamente. Infatti gli insaponificabili si estraggono anche saponificando.....

Lola ha scritto:
BHA e BHT non dichiarati si potevano trovare negli oli alimentari o solo cosmetici?
in quelli cosmetici si possono trovare "dichiarati" :) :P

_________________
Paracelso -
stufo di bufale cosmetiche - http://www.nononsensecosmethic.org


Ultima modifica di paracelso il 05/05/2015, 19:16, modificato 1 volta in totale.

Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 05/05/2015, 17:46 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 9:57
Messaggi: 16603
Località: Milano
Per l'ultimo punto, fossi in laboratorio saponificherei una quantità nota di olio con un eccesso di soda a titolo noto, poi titolerei l'eccesso di soda con un acido a titolo noto, usando come indicatore la fenolftaleina: facendosi due calcoli, si ricaverebbe l'indice di saponificazione.
In casa però tutto questo lo trovo molto difficile da fare.

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 05/05/2015, 18:29 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 11/03/2014, 8:34
Messaggi: 356
Località: Torino
paracelso ha scritto:
mi informo , ma non penso di sopravvalutare le capacità e conoscenze di chi si autoproduce sapone ... il numero di saponificazione dovrebbe essere misurato per ogni lotto di olio se si vuole fare "bene" il sapone , soprattutto quando si utilizzano oli dove la variabilità dei numeri di saponificazione è molto grande.


Anche qui devo citare Dunn. Ho provato il suoi metodi chimici ed empirici per calcolare il SAP, di cui non parlo per non urtare le sensibilità :D.

Poi, essendo anche pigra, trovo più comodi i calcoli matematici, partendo dalla composizione in acidi grassi degli oli standard di Soapcalc. Per gli oli più esotici, ho un bel manuale che riporta le analisi di un'infinità di oli, se non sono presenti su Soapcalc o altri calcolatori.
Ho usato i miei calcoli sia per l'olio Olys che per l'olio di palma della Metro, più per amore di approfondimento perchè non sono oli che mi piacciono per saponificare.

_________________
Immagine


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 05/05/2015, 18:54 
Non connesso
maestrina moderatrice
maestrina moderatrice

Iscritto il: 07/10/2006, 16:39
Messaggi: 10507
tagliar ha scritto:
... la fenolftaleina...

Ricordiamo che è una sostanza cancerogena, da non utilizzare giammai per autoproduzione.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 05/05/2015, 18:59 
Non connesso
esimio cosmetologo
esimio cosmetologo
Avatar utente

Iscritto il: 13/12/2006, 9:58
Messaggi: 689
ros&nn6 ha scritto:
... Per gli oli più esotici, ho un bel manuale che riporta le analisi di un'infinità di oli, se non sono presenti su Soapcalc o altri calcolatori...


una cosa sono le tabelle un'altra l'olio che effettivamente stai maneggiando per saponificare. Se non lo misuri il sap può essere molto diverso da quello che credi.
A titolo indicativo la misura effettiva di 20 batches diversi di olio di argan.
http://www.nononsensecosmethic.org/wp-c ... -argan.png

_________________
Paracelso -
stufo di bufale cosmetiche - http://www.nononsensecosmethic.org


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 05/05/2015, 19:09 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 9:57
Messaggi: 16603
Località: Milano
Laura ha scritto:
Ricordiamo che è una sostanza cancerogena, da non utilizzare giammai per autoproduzione.


Infatti ho specificato in laboratorio (dove si usa abitualmente per le titolazioni), ma la limitazione al laboratorio non è solo per quello, ma anche per il fatto che non si riesce a farsi soluzioni di acido e soda a titolo preciso (per mancanza di soda pura, a meno di usare una soda diversa da quella che usiamo abitualmente per saponificare, e di vetreria adatta come matracci graduati e burette).

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 05/05/2015, 19:20 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 11/03/2014, 8:34
Messaggi: 356
Località: Torino
@ Paracelso:
Sono perfettamente d'accordo, per questo ho fatto le prove sperimentali. Ma devo ammettere che i calcoli fatti sulla composizione dell'olio, seppur frutto di stime, non si discostavano poi troppo...magari fortuna della principiante.

Preferendo anche sconti molto alti, rispetto a quelli comunemente consigliati, e saponificando sempre quantità minime, l'idea di lasciare una quantità maggiore di grassi non saponificati mi ha anche allettato, visto che faccio esclusivamente saponi da toeletta e non da bucato.

Normalmente i saponificatori "amatoriali" si affidano esclusivamente ai valori medi dei SAP dei diversi calcolatori e i calcolatori spesso riportano anche dati molto diversi a fronte degli stessi oli, per cui l'incertezza e l'errore, anche nella saponificazione, è una costante (non solo in fisica quantistica!).

Uno dei grassi "problematici" è ad esempio il burro di karitè: ho comprato qualche etto dai negozi etnici ed è completamente diverso dal karitè raffinato acquistato dai siti di materie prime, ma i calcolatori riportano tutti lo stesso valore.

_________________
Immagine


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 05/05/2015, 20:41 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 18/09/2008, 20:05
Messaggi: 730
Località: tra il regno dei papi e quello dei borboni..
"se non si hanno aspettative green o ecologiste anche l'etidronate , con le limitazioni fissate dal regolamento, va benissimo."

Ricordo che in laboratorio avevo sperimentato un mix sequestrante dignitoso cercando di ricorrere il meno possibile all'edta ed era sodio fitato 0,2%/etidronato 0,2%/ sodio citrato tribasico 1%. Notavo una certa stabilità dovuta al citrato che sequestrava gli ioni derivanti dalla durezza dell'acqua ed anche gli ioni delle soluzioni acquose impegnate nella formulazione. Fitato ed etidronato seppur con affinità chimiche differenti per i vari metalli riuscivano a chelare bene ed in maniera stabile.

_________________
E quante notti in bianco,
davanti a un cielo stanco,
il grido del silenzio,
che annaffia fogli di malinconia,
per diventare mare, diventare amore,
ed inventarmi accanto a te

(A.Errico - Il grido del silenzio)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 05/05/2015, 20:59 
Non connesso
Spignattatore
Spignattatore
Avatar utente

Iscritto il: 27/01/2007, 15:06
Messaggi: 774
Domandai poco tempo fa a vernile le percentuali di utilizzo dell'Edta visto che non le indicavano sul sito. Mi hanno risposto che l'edta è ottimo in accoppiata con l'acido fitico (o sodio fitato) nella percentuale di 0.1% + 0.1%

_________________
I saponi di Jack Luna su FACEBOOK


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 16/08/2015, 18:30 
Non connesso
Spignattatore
Spignattatore
Avatar utente

Iscritto il: 27/01/2007, 15:06
Messaggi: 774
Riprendo questo post dopo l'ennesima lettura che mi son fatto del post linkato sopra di Baraldini.
Ho finalmente usato per questo periodo il gluconato e, almeno rispetto allo scorso anno, le cose sono andate decisamente meglio (3 saponi con una piccola macchiolina su decine che sono a casa).
Ora vorrei mettere in pratica alcuni consigli dell'articolo ma vorrei magari il vostro aiuto per quanto riguarda le percentuali (o se non altro il vostro parere).

Facendo riferimento a questo post: http://www.nononsensecosmethic.org/form ... ci-a-pois/

Leggendo "l’EDTA si occupa del Ca e della durezza dell’acqua, mentre il gluconate si occupa di Fe e Cu." vorrei addizionare il gluconato con edta.
Io farei:
-Gluconato 0.35% del peso finito del sapone
-EDTA 0.1 % del peso finito del sapone


Al punto 3 dell'articolo si parla di come possa essere importante aggiungere un antiossidante in sinergia al chelante e qui per la gioia di Lola ritiro fuori la mia oleoresina di rosmarino (che nel caffellatte fa schifo in effetti)...nell'articolo si parla di "estratti di rosmarino ricchi di acidi fenolici più idrosolubili e con poca clorofilla" quindi non so se l'oleoresina rientra tra questi. Ora, dato critico, la quantità. Si parla di usarne poco perchè potrebbe causare l'effetto opposto e si parla di una percentuale di 1 a 1000 (che se ho ben capito è 1 grammo di oleoresina su 1 litro di olio).


Ecco. E' tutto. Che ne pensate?
PS: su Vernile vedo esistere 2 tipi di EDTA, sale bisodico e tetrasodico, immagino di dover prendere questo: Ac. etilediaminotetracetico s. tetrasodico (edta)

_________________
I saponi di Jack Luna su FACEBOOK


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 16/08/2015, 18:45 
Non connesso
Spignattatrice
Spignattatrice
Avatar utente

Iscritto il: 04/01/2014, 23:04
Messaggi: 2016
Località: Bergamo
Io aggiorno per dire che ho fatto un sapone 11 mesi fa (il cavern soap nella galleria degli orrori del sapone) con il sodio gluconato calcolato allo 0,4% sul peso totale del sapone e ad oggi non presenta macchie, così come tutti gli altri saponi fatti successivamente.
Non so se può servire: era fatto con olio di oliva, palma, cocco, ricino, burro di cacao e di karitè, purtroppo non mi ricordo le % precise ma solo il rapporto saturi insaturi 40/60.

_________________
- Dopo un pò impari la differenza tra tenere una mano e incatenare un'anima -
(\ /)
( . .) ♥

c(")(")


crea ricette ed etichette per i tuoi spignatti


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 16/08/2015, 18:50 
Non connesso
Spignattatore
Spignattatore
Avatar utente

Iscritto il: 27/01/2007, 15:06
Messaggi: 774
Io purtroppo vivo in una zona molto calda e soprattutto umida e in estate è un po' un casino. Io ero stato con gluconato allo 0.35%. Altri con etidronato.
Per fortuna solo 1 "morto" con etidronato e 2 con gluconato. Voglio cercare una soluzione che sia il più "forte" possibile per la prossima estate provando (se non ho scritto corbellerie) con le percentuali scritte sopra ma vorrei solo una rassicurazione per quanto riguarda le percentuali... :)

_________________
I saponi di Jack Luna su FACEBOOK


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 07/02/2016, 20:25 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 9:57
Messaggi: 16603
Località: Milano
Ho finito il tetrasodio etidronato ed ora, per il sapone, ho il sodio gluconato che non ho mai usato: lo userò allo 0,4% del peso totale del sapone (grassi+acqua+soda), ma devo scioglierlo nella soda calda, altrimenti nella soda a temperatura ambiente si scioglie a fatica come diceva qualcuno qualche pagina fa?

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 07/02/2016, 20:41 
Non connesso
Spignattatrice
Spignattatrice
Avatar utente

Iscritto il: 13/10/2011, 22:54
Messaggi: 2923
Località: Genova
Io ricordo che Lola diceva di inserirlo una volta che fase grassa e soda sono unite.

_________________
offro/scambio: viewtopic.php?f=34&t=41559


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 07/02/2016, 21:09 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 9:57
Messaggi: 16603
Località: Milano
Però così non posso essere sicura che si sciolga Emoticons by Follettarosa

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 07/02/2016, 21:42 
Non connesso
Spignattatrice
Spignattatrice
Avatar utente

Iscritto il: 18/04/2010, 14:42
Messaggi: 864
Località: Cagliari-Bologna
Tieni da parte un po' d'acqua (puoi fare la soluzione di soda anche 1:1 con l'acqua) e sciogli lì il sodio gluconato, poi unisci alla soluzione di soda. Tu saprai meglio, io ho fatto a tentativi: l'acqua dev'essere almeno gluconato x 10. Ho sciolto 2g di gluconato in 20g d'acqua e c'è voluto un pochino, quindi sarebbe meglio anche abbondare.
Poi unisci e procedi come al solito


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Sodio gluconato
 Messaggio Inviato: 07/02/2016, 23:40 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 9:57
Messaggi: 16603
Località: Milano
Grazie!!

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 146 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 3, 4, 5, 6, 7, 8  Prossimo

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Ingredienti dei cosmetici


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Hosted by MondoWeb