Registrati    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Ingredienti dei cosmetici


Regole del forum


in questa sezione NON SI POSTANO INCI



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 75 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: collagene marino, vegetale, animale
 Messaggio Inviato: 08/12/2013, 1:37 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 20/09/2013, 13:26
Messaggi: 137
Paracelso..io non so se sono allergica o meno a questa roba e non so neppure se lo è mia madre. Ho in progetto una crema e lola mi ha consigliato di mettere il collagene allo 0,5% quindi sarei dentro i limiti, però tutta la tua discussione mi sta comunque mettendo ansia e non so se usarlo o meno :).
Faccio delle ricerche e mando un'altra mail al fornitore con allegata documentazione di ciò che mi stai dicendo?
Magari, così facendo, sono un po' più precisi.
Che ne pensi?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: collagene marino, vegetale, animale
 Messaggio Inviato: 08/12/2013, 13:48 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 20/09/2013, 13:26
Messaggi: 137
Ho mandato un'altra mail in cui ho citato ciò che ha detto paracelso. Ecco la risposta:
Buogiorno Rossella,
in effetti abbiamo riportato i valori della scheda tecnica del fornitore, ma supponiamo che vi sia un errore in tale scheda nel senso che i solito si usa una miscela dei due conservanti al 1,5% (quindi la quantità di 0,25% riteniamo sia riferita alla quantità di soluzione all'1,5% dei due conservanti).
Anche a noi pare troppo alto considerando che nel prodotto finito deve essere lo 0,0015% come da allegato V del Regolamento 1223.
Domani chiediamo questa delucidazione al fornitore e le daremo riscontro al più presto.
Cordiali saluti


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: collagene marino, vegetale, animale
 Messaggio Inviato: 09/12/2013, 18:07 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 20/09/2013, 13:26
Messaggi: 137
paracelso ha scritto:
ci sono varie possibilità :


o le informazioni sono errate quindi il fornitore è inaffidabile,
o ci sono davvero 0,25% dei 2 thiazolinoni quindi il fornitore è inaffidabile.
Infatti questo significherebbe che i thiazolinoni sono circa 160 volte la massima concentrazione ammessa in un cosmetico rinse off. A causa dell'alto rischio allergie verranno presto proibiti completamente dai leave on... quindi se proprio vuoi usare questo collagene, se non sei allergica ai thiazolinoni, non metterne più dello 0,6% avrai nel cosmetico finito i thiazolinoni al limite massimo ammesso. In questo caso poi probabilmente non ti servirà aggiungere nessun altro conservante visto che come ammazzatutto sono molto efficaci.
In entrambe i casi dipendi da un fornitore inaffidabile quindi in realtà non sai cosa stai facendo e visto che io sono in genere contro ogni inutile sperimentazione che possa arrecare danni ad animali, umani e non umani, non posso che sconsigliarti di usarlo. ( a meno che tu non possa analizzarlo e sapere davvero cosa c'è nella roba che hai comprato ).
ci sono altre possibilità: la guerra chimica o la spending review dell'INPS prospettata da Lola ma escono dalle mie competenze....


Ciao paracelso..ti chiedo aiuto.
Mi hanno risposto alla mail..e dicono questo:
Buonasera Rossella,
abbiamo verificato con il nostro fornitore e produttore del prodotto. C'era un'omissione nella scheda tecnica: come le avevamo anticipato lo 0,25% si riferisce alla soluzione dei due conservanti CIT/MIT in oggetto al 1,5%. Il conservante in questione utilizzato dal produttore è infatti ACNIBIO AC, usato per preservare la soluzione di collagene idrolizzato, appunto al 0,25%. Quindi in totale la concentrazione nella materia prima è 0,00375% pari a 37,5 ppm. Trattandosi di materia prima, come dicevamo nelle precedenti email, il limite di concentrazione del conservante è più alto rispetto a quello ammesso per il prodotto finito (15 ppm).
Se usato in concentrazione del 2% il totale di CIT/MIT nel prodotto finito sarà 0,75 ppm.
A disposizione e ringraziandola per aver posto la domanda che ha permesso di dettagliare meglio il prodotto (sia da parte nostra che del fornitore) le porgiamo cordiali saluti.

Cosa significa quindi?

Grazie mille


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: collagene marino, vegetale, animale
 Messaggio Inviato: 16/05/2014, 15:25 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 07/05/2014, 15:28
Messaggi: 109
Località: lazytown
Non so se questo è il topic giusto, spero di si...ho acquistato circa un mese fa una confezione di collagene idrolizzato ma SOLO ORA ho scoperto che andava mentenuto al di sotto dei 15 gradi...a questo punto secondo voi non resta che buttarlo?

_________________
SOLVE ET COAGULA


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: collagene marino, vegetale, animale
 Messaggio Inviato: 16/05/2014, 16:44 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 14/04/2014, 18:49
Messaggi: 20
dall' alto della mia...ignoranza Freya, credo che i 15 gradi siano indiacativi, a meno che tu non l'abbia messo in freezer! :lol: penso che se non vi sono stati eccessivi sbalzi di temperatura, al di sotto di un paio di gradi, non penso accada l'irreparabile, ma aspettiamo risposta da chi ne sa di più...


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: collagene marino, vegetale, animale
 Messaggio Inviato: 16/05/2014, 17:42 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 07/05/2014, 15:28
Messaggi: 109
Località: lazytown
veramente io non l'ho congelato, l'ho tenuto a temperatura ambiente....il prodotto è di zen store e l'avvertenza sulla temperatura era evidenziata in rosso... :neutral:
Non so, forse è meglio porre la domanda sul topic dedicato?
Magari scrivo un'email a zen store, vediamo che mi dicono...



EDIT: Da Zen Store mi hanno consigliato di controllare l'odore e in base a quello stabilire se buttarlo o continuare ad usarlo...sono sconcertata... :?
Qualcuno saprebbe indicarmi cosa REALMENTE accade se si supera la temperatura soglia? E' un problema di stabilità degli ammminoacidi o di contaminazione microbica? C'ha pure dei conservanti da super bollino rosso...

_________________
SOLVE ET COAGULA


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: collagene marino, vegetale, animale
 Messaggio Inviato: 03/08/2014, 12:42 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 13/11/2012, 15:32
Messaggi: 73
ho comprato il collagene idrolizzato di dadalindo e, nonostante non sia ancora arrivata la data di scadenza riportata sull'etichetta, ha un odore fortissimo per non dire che puzza proprio! è normale che sia così o è andato a male? nel caso, esculdendo l'uso sulla pelle, potrei comunque utilizzarlo per i capelli, usando abbondante fragranza? il bottiglino è praticamente pieno e mi spiacerebbe doverlo buttare via tutto. grazie!


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: collagene marino, vegetale, animale
 Messaggio Inviato: 08/11/2014, 15:45 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 25/09/2009, 16:10
Messaggi: 862
Località: Marche
anche io ho sempre snobbato il collagene, ma ieri sera, sulla pagina Fb di Colway - collagene bioattivo, ho letto questa cosa che racconta che c'è collagene e collagene:

Il lontano inizio della ricerca sulla proteina di collagene di pesce in Polonia è legato alle malattie degenerative e autoimmuni. Una parte dei risultati ottenuti ha permesso di formulare un gel di collagene transepidermale per uso cosmetico e un supplemento alimentare di collagene ittico liofilizzato.
Il collagene da anni è uno dei punti di forza sui quali vengono costruiti i messaggi pubblicitari di creme, maschere, balsami, fiale, etc.…, ma nella maggior parte di questi cosmetici il collagene non è biologicamente attivo. Si tratta di preparati di origine suina e bovina.

Si conosceva ovviamente anche l’esistenza di collagene di pesce ma quest’ultimo, prima di Colway, non ha mai trovato applicazione né apprezzamento nel settore cosmetico.

I risultati di ringiovanimento visibile si ottengono solamente per mezzo di iniezioni di collagene e di embrioblasti oppure con la tossina botulinica. Si tratta sempre di metodi invasivi, costosi e che richiedono una ripetizione ciclica.

La più stabile disposizione del collagene è quella della tripla elica per la presenza della prolina. L'unità strutturale del collagene è rappresentata dal tropocollagene (o tropocollageno), proteina con una massa molecolare di circa 285 kilo Dalton, formata da tre catene polipeptidiche con andamento sinistrorso.

I ricercatori polacchi hanno individuato la stessa conformazione di collagene in alcuni pesci: salmone, silurus e successivamente nelle carpe.

Non si credeva possibile che il collagene di pesce potesse mantenere la sua conformazione molecolare terziaria, ossia la tripla elica sinistrorsa, al di fuori dal proprio organismo.

A cavallo tra 1985 e 1986 i tre chimici polacchi impegnati presso una Cooperativa di Ricerca a Gdynia (vicino a Danzica),

1. Mieczyslaw Skrodzki,
2. Antoni Michniewicz
3. Henryk Kujawa

conseguono un’importante scoperta scientifica brevettata poi nel 1989 - brevetto nr 144584.
I tre scienziati si ispirano su risultati di ricerca presso la facoltà di biochimica delle proteine degli organismi marini a Danzica, compiuta precedentemente sotto la guida del Prof. Siedlecki, e sulle pubblicazioni di Dottoressa Maria Sadowska, Ilona Kolodziejska, di Eugenio Krajewski e altri.

I ricercatori estraggono direttamente dalla pelle di pesce le molecole di collagene di terzo grado.

Gli scienziati osservarono che le molecole durante il processo di estrazione con l’utilizzo di acidi organici legano le particelle di acqua e questo permetteva al collagene di mantenere per la prima volta nella storia la sua conformazione a tripla elica. Dopo, come ha mostrato il futuro, era sufficiente filtrare il collagene in modo appropriato per creare un cosmetico rivoluzionario; Collagene Naturale COLWAY TM.

Un cosmetico naturale di proprietà altamente idratanti e antirughe ma anche molto lenitivo ed efficace nelle cure di ustioni, piaghe da decubito, piccole ferite e abrasioni, dermatosi e tanto altro ancora.

Rivoluzionario perché l’idrato di collagene dei tre ricercatori polacchi risultò anche transepidermale!

La stabilità e quindi la resistenza della conformazione elicale del gel di collagene dipendeva dalle temperature dell’acqua in cui viveva il pesce.

Inizialmente te la temperatura massima non superava una quindicina di gradi °C. Molti anni dopo si decide di sostituire le pelli di salmone con quelle di pesci di acqua dolce perché questi ultimi vivono appunto nelle acque più calde. Si scelgono allevamenti di carpa.

Questo collagene a contatto con la pelle umana (ca 37°C) despiralizza immediatamente le proprie molecole fino a peptidi e amminoacidi liberi. Questi ultimi molto rapidamente penetrano l’epidermide, successivamente migrano a livello extracellulare lungo le lamine di cheratine raggiungendo le citochine e alcuni anche gli spazi circostanti i fibroblasti nella matrice extracellulare.
Ecco perché i fibroblasti possono essere stimolati alla produzione aggiuntiva di collagene endogeno e questo rappresenta una svolta nella cosmetologia mondiale non invasiva.

Successivamente sempre più ricercatori e scienziati polacchi si dedicano all’estrazione e all’idratazione di collagene ittico. Alcuni addirittura cercano di appropriarsi della “nuova scoperta” del metodo del Dr Mieczyslaw Skrodzki ma al contempo danno un contributo al perfezionamento della formula.

E’ stato anche dimostrato che le proteine idrolizzate di collagene che venivano e che vengono a tutt’ora aggiunte nei cosmetici più pubblicizzati non sono simili al collagene umano!

Anzi, non sono per niente collagene… erano collagene sì, una volta, ma nel momento in cui vengono aggiunti ai preparati cosmetici sono dei corpi estranei, biologicamente non attivi, sono simili alla gelatina.

1997 – venne registrato brevetto internazionale nr WO95/17428 relativo all’estrazione di collagene dalle pelli di pesce del Dr Lapine in Francia. Il brevetto appartiene alla società Collin fino al 2011.
Questo collagene, rispetto al Collagene Naturale COLWAY TM non è solubile, non mantiene la conformazione a tripla elica. Si tratta di collagene di struttura molecolare di grado superiore, non attivo biologicamente. Non è transepidermale. Non despiralizza in funzione di temperatura. In alcuni Paesi si sente parlare di collagene definito come “collagene di pesce” o “ collagene marino”. Questi fanno riferimento proprio al brevetto di Lapine che non ha nulla a che vedere con l’idrato di collagene COLWAY.
2003 – l’anno di svolta per il collagene ittico polacco. Finalmente si trova un investitore disposto a costruire e allestire un laboratorio privato. Grazie ai mezzi messi a disposizione, la Dottoressa Anna Anikowska elabora metodo perfezionato di estrazione di collagene, sostituendo il pesce marino con la carpa di acqua dolce. Quest’ultima presenta la struttura spirale dominante nelle unità alfa 1 e alfa 2 con la stabilità termica fino a 23°C .

LE DIFFERENZE TRA IL COLLAGENE ITTICO POLACCO E ALTRI TIPI DI COLLAGENE CHE INCONTRIAMO NELLA COSMESI:

• è il primo preparato nel mondo in grado non solo di rallentare ma di fermare, per un certo periodo di tempo, il processo di formazione delle nuove rughe,

• è transepidermale e biologicamente attivo,

• mantiene la conformazione a spirale di collagene: è una proteina uguale a quella che era presente nel pesce vivo e per questo non ha nulla a che vedere con i peptidi “morti” di collagene idrolizzato,

• rappresenta un cosmetico finito, totalmente organico che non richiede la presenza di decine di composti chimici nell’INCI,

• L’applicazione procura dei benefici che vanno oltre la bellezza.

il tutto poi è corredato da questa bellissima fotografia che è una rarissima immagine di fibroblasto fotografato nei nostri laboratori, in fase di neocollagenesi, dopo l’applicazione di Collagene Naturale Colway TM.
Nella cute, particolari recettori sulla parete cellulare del fibroblasto sono attivati dai fattori di crescita forniti dal nostro Collagene e inducono la sinterizzazione di nuove molecole.

Immagine

_________________
So di non sapere


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: collagene marino, vegetale, animale
 Messaggio Inviato: 08/11/2014, 16:04 
Non connesso
maestrina moderatrice
maestrina moderatrice

Iscritto il: 07/10/2006, 15:39
Messaggi: 10578
Quindi sarebbero 11 anni che questa meraviglia è commercializzata e nessuna utilizzatrice ha gridato al miracolo del ringiovanimento, anzi botox e chirurgia estetica imperversano pazzamente? :twisted:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: collagene marino, vegetale, animale
 Messaggio Inviato: 08/11/2014, 16:41 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 25/09/2009, 16:10
Messaggi: 862
Località: Marche
Laura, non lo sò, l'ho letto per caso ieri sera e mi è sembrato interessante; anche perché riporta sia i nomi che il numero di brevetto che trovano conferma cercando nel web; ho fatto qualche giro e ho trovati diversi riferimenti anche in lingua polacca. (questo è uno http://www.urodapolska.pl/kolagen-historia-konkurencji.html leggilo con Goggle traduttore)

_________________
So di non sapere


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: collagene marino, vegetale, animale
 Messaggio Inviato: 08/11/2014, 17:17 
Non connesso
maestrina moderatrice
maestrina moderatrice

Iscritto il: 07/10/2006, 15:39
Messaggi: 10578
Spanka sono scetticissima, anche perchè pare che lo stesso collagene sia proposto nel prodotto per unghie e capelli, dalla fisiologia diversissima come ben sai, a che serve applicare questo collagene "transepidermale e biologicamente attivo" su una materia inattiva?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: collagene marino, vegetale, animale
 Messaggio Inviato: 23/11/2015, 19:46 
Non connesso
utente
utente
Avatar utente

Iscritto il: 19/09/2014, 15:54
Messaggi: 28
Località: Treviso
Ma tipo il collagene idrolizzato, qualcuno ha provato ad inserirlo in formula al mascara?
Sto facendo poesia? :toilet:

_________________
Emoticons by Follettarosa

Cos’è la vita? È una cosa da riempire bene, senza perdere tempo. Anche se a riempirla bene si rompe. E quando è rotta? Non serve a niente. Niente e così sia.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: collagene marino, vegetale, animale
 Messaggio Inviato: 05/05/2018, 16:41 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 27/02/2015, 15:46
Messaggi: 25
Località: Tra Como e Milano
Ragazzi, ho il collagene di vernile una botiglietta da 100 gr, quasi piena... scaduta nel 2016. Immagino è da buttare? Peccato... Non ha un odore diverso da quando l'ho comprato, ma vorrei comunque la vostra conferma se buttare o cosa :oo:

_________________
Not all who wander are lost


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: collagene marino, vegetale, animale
 Messaggio Inviato: 05/05/2018, 19:25 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 9:47
Messaggi: 37680
Località: Monfalcone
Buttare

_________________
"One Pot" should be illegal


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: collagene marino, vegetale, animale
 Messaggio Inviato: 06/05/2018, 18:34 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 27/02/2015, 15:46
Messaggi: 25
Località: Tra Como e Milano
Ok, grazie per la risposta.

_________________
Not all who wander are lost


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 75 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Ingredienti dei cosmetici


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Outlander e 14 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Hosted by MondoWeb