Registrati    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Dritte cosmetiche




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 56 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 05/09/2007, 21:27 
 
Yoshiko...che bel post :D
Posso farti una domanda personale? Volevo sapere quale dei tuoi genitori è Giapponese, se sei nata in Italia e se sei bilingue.
Sono una curiosona :D:


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 06/09/2007, 2:09 
 
Tutti e due i miei genitori sono giapponesi, per cui io sono giapponese al 100%.
pero' sono nata in italia e ho frequentato le scuole italiane, mentre in casa ho sempre parlato giapponese. Inoltre i miei mi hanno fatto frequentare dai 6 ai 20 anni la scuola complementare giapponese a milano, dedicata ai bambini/ragazzi di madrelingua giapponese che frequentano scuole in lingua straniera (es. italiana, francese, britannica, americana).. li' ho studiato lingua e letteratura giapponese.

in conclusione, sono madrelingua giapponese e italiana ;)


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 06/01/2008, 1:38 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 27/12/2007, 0:58
Messaggi: 196
Località: Roma
Scusate se riuppo questo topic, ma volevo dire che il rotemburo è una delle cose che più adoro nella vita, soprattutto d'inverno quando la testa ti rimane bella fresca tra la neve, e non ti si appesantisce col calore.

Io ho vissuto a Tokyo un anno(mi manca continuamente girare per la città...), e devo dire che sono un pò stupita di saperti in una scuola italiana :O Perlomeno a Roma ho visto che i giapponesi se ne rimangono tra loro e nella scuola giapponese....

Però ecco questo post mi ha riscaldato il cuore :')


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 06/01/2008, 12:24 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 23/11/2007, 18:51
Messaggi: 249
Località: Firenze
Grazie fla~ per aver riuppato questo post! Non lo avevo mica notato finora
Bellissimo post!! Mi affascina troppo la cultura giapponese. Soprattutto da quando per un esame ho fatto una ricerca sulla casa tradizionale (studio Architettura). Mi ha colpito molto l'essenzialità degli ambienti che hanno pochissimi arredi, tutti molto funzionali e pratici (lo sviluppo del wash-let, per esempio, secondo me non è un caso..). E poi sembra che tutte le stanze, persino quelle di servizio, siano intrise di sacralità e di significato. Sono concetti bellissimi, che non a caso sono stati ripresi da molti architetti moderni...primo tra tutti F.L. Wright (quello del Guggenheim di NY), un vero mito!!

Grazie Yoshiko! E poi ora mi è venuta una voglia di mangiare giapponese...l'ho provato una sola volta a Parigi. Qui a Firenze ci sono due o tre ristoranti (che però sono un po' carucci), ma da poco hanno aperto delle sorte di fast-food nipponici in vari punti della città...una di queste sere vado! :pig:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Giappone tra cosmesi e tradizione
 Messaggio Inviato: 06/01/2008, 14:15 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 23/08/2007, 22:32
Messaggi: 41
Yoshiko ha scritto:
Tradizione vuole che i capelli delle giapponesi si curino anche con l'olio di camelia, che si dice rinforzino e lucididino il capello e con pettini di .
ma la salute dei capelli nipponici deriva anche dall'alimentazione: mangiare tante alghe come quella konbu o hijiki pare che sia una vera e propria manna per i nostri capelli.




Mia tesora! :D:

Due domandine:

1) l'olio di camelia cos'è? E soprattutto può essere di aiuto anche per i nostri capelli occidentali? E se sì, dove si può trovare?

2) vale lo stesso per alghe konbu o hijiki? E se sì, anche loro dove si trovano?

Grassie...la tua stressante Japafan (dattebayo!! :D: ) Emoticons by Follettarosa


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 06/01/2008, 14:27 
Non connesso
Spignattatore Esperto
Spignattatore Esperto

Iscritto il: 03/10/2006, 9:54
Messaggi: 4654
Bellissimo !

Sono rimasto impressionato dal video della schiuma x il viso :oo:
Chissà come riescono a fare una cosa simile e cosa ci mettono dentro ... sembra molto più densa di una schiuma da barba...


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 08/01/2008, 1:16 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 30/04/2007, 23:29
Messaggi: 180
Yoshiko, io invece ero curiosa di saperne di più su quei foglietti di cata velina che vendono ovunque in giappone e che si usano per il viso, credo per tamponare l'eccesso di lucido...hai presente??


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Giappone tra cosmesi e tradizione
 Messaggio Inviato: 08/01/2008, 1:20 
 
@ Maguena: ti rispondo direttamente qui cosi' possono leggere anche le altre! ;)

Maguena ha scritto:
1) l'olio di camelia cos'è? E soprattutto può essere di aiuto anche per i nostri capelli occidentali? E se sì, dove si può trovare?


ehm.. e' un olio vegetale, estratto dalla pianta di camelia (sai il fiore?).. credo... :oops:
su cdf, se non sbaglio, avevo letto che in realta' questo olio non ha proprieta' particolari...
non me ne intendo molto, dovrei informarmi... e provarlo :D

Maguena ha scritto:
2) vale lo stesso per alghe konbu o hijiki? E se sì, anche loro dove si trovano?

non te lo so dire in termini scientifici, perche' da noi si dice che lucidino e rendano i capelli di un bel nero... ma e' ovvio che il riferimento al colore potrebbe non essere legato alle qualita' delle alghe, perche' i giapponesi sono tutti con i capelli scuri/neri.

@ Anto: Sono contenta di sapere che ti e' piaciuto cio' che ho scritto :D
in realta' con la retina io riesco a creare una schiuma molto simile anche con i saponi eco.
mi e' sempre venuta la schiumetta sia con il saponi druide, sia quelli officina naturae. dovrei provare con quelli autoprodotti. :D


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 15/01/2008, 1:44 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 30/04/2007, 23:29
Messaggi: 180
Io invece ero curiosa di saperne di più su quei foglietti di carta velina che vendono ovunque in giappone e che si usano per il viso, credo per tamponare l'eccesso di lucido...hai presente??


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 15/01/2008, 2:08 
 
Allora, si sono le veline sebo assorbenti!
sinceramente ne so poco ( a parte che funzionano :D: ), dovrei informarmi.. [no linguaggio sms] si trovano anche in italia! shiseido di sicuro le vende anche qui! :)


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 15/01/2008, 10:37 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 12/11/2006, 19:07
Messaggi: 8744
Località: Trieste
Io le avevo comprate quest'estate da sephora a un prezzo decente, ed erano proprio quelle di sephora, costavano tipo 5 euro un pacchetto da 50 (che per le mie esigenze è una fornitura vitalizia... finora ne ho usate 2 Immagine)

_________________
There's a weight on you, but you can't feel it
Livin' like I do it's hard for you to see it.
Was I hurt too bad? Can I show you daylight
How could I be sad when I know that you might


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 15/01/2008, 16:34 
Non connesso
Moderatrice Alimentare
Moderatrice Alimentare
Avatar utente

Iscritto il: 05/10/2006, 17:56
Messaggi: 2262
Ci sono ancora...
2 salviette, 10 dollari :oo:
Inci: Talc, Kaolin, Titanium Dioxide, Iron Oxides, Ultramarines.


Non è meglio una spolverata di amido di riso (4€ per un numero pressoché infinito di applicazioni? :roll: )


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 15/01/2008, 17:45 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 23/11/2007, 12:36
Messaggi: 111
Località: >#@+]°ç!
Io usavo tutta bella soddisfatta quelle della Clean&Clear senza sapere con che porcheria mi tamponassi ben bene il faccino.
Le ho ancora qui nella borsetta come cimelio. Inci:

Polypropylene, paraffinum liquidum, Bis (P-Methylbenzylidene), Sorbitol, CI 74160.


:100: per l'immane schifezza che usavo tutte contenta

*Brava, brava, braaaaava* Zelig rulez


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 16/01/2008, 1:31 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 30/04/2007, 23:29
Messaggi: 180
in realtà non è che mi servano eh, è solo che mi chiedevo come mai in giappone siano così diffuse!
forse con quell'umidità un pò di lucidino è il minimo...


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 12/02/2008, 0:05 
 
Cita:
sai che non ho mai capito bene la terminologia dei due diversi tipi di palpebra?
:oops:

ho trovato questa fotina
quelli sorpa sono hitoe, quelli sotto futae.
considera che moltissimi occhi occidentali sono hitoe :)


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 11/04/2008, 22:51 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 02/10/2007, 16:09
Messaggi: 28
ho letto più volte questo post e visto più volte le immagini...

sai il mio sogno, quando farò costruire casa, era quello di avere una vasca di quelle belle, comode, rilassanti ...

Vedendo le stanze dei bagni del tuo paese ho capito cosa cercavo... sì sì..

mi farò fare una stanza per la vasca così. con solo vasca, tutta piastrellata, piccolina, ma non angosciante dove potermi chiudere dentro e NON ESISTERE per il mondo esterno per almeno e dico almeno un ora buona..

Proprio bella!!

Altra cosa..

il wc col lavandino sopra è una figata...
Quanto amerei averlo... peccato che in italia non sia reperibile!!

Se si potesse lo ricreerei io... sai che bello? si abbatterebbero gli sprechi!


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Giappone tra cosmesi e tradizione
 Messaggio Inviato: 09/09/2008, 13:29 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 11/11/2007, 1:56
Messaggi: 203
Località: La Spezia
Yoshiko ha scritto:
[non sapevo proprio dove metterlo, scusate]

i prodotti che invece vengono usati per la cura del viso sono
kesho-sui = tonico
nyu-eki = una specie di tonico ma a base lattea, ricorda un po' il latte detergente fluido, ma e' molto piu' acquoso e non e' detergente
biyo-eki = siero
kuri-mu = crema

Yoshiko


Uh in effetti ho un libro carinissimo che si intitola "I segreti giapponesi per il controllo del peso e la bellezza della pelle" (IPSA editore) scritto da una dottoressa nipponica e nella sezione per il viso consiglia per ciascun tipo di pelle una routine basata su una serie di prodotti tra i quali ve ne sono alcuni che non ho idea di cosa siano:

crema/schiuma detergente o sapone (vabbè fin qui ci siamo)
crema per il massaggio (?)
crema nutriente (ok immagino sia la nostra comune crema idatante/nutriente)
lozione acida (sarebbe il tonico credo?)
lozione alcalina (?)
lozione lattea/idratante (è il nyu-eki che dici tu allora)
maschera (ok)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 12/02/2009, 20:45 
 
Ogni tanto ripasso :) :D:

Oggi volevo parlarvi di una tradizione nipponica tipicamente femminile.... (mi perdonino le spalmine se mi ripeto anche di qua )

Qualche giorno fa ho tirato fuori il Hina-ningyo, ovvero le bambole che vengono esposte nelle case dove ci sono delle figlie femmine dall'inizio-meta' febbraio in vista della festa delle bambine del 3 Marzo. Io essendo un figlia femmina ho ricevuto questo dono da mio zio alla nascita. Sono oggetti di pregio, spesso fatti a mano da artigiani.
la versione completa spesso non si trova nelle case private, ma piuttosto nei luoghi pubblici, sia per l'elevato costo che per gli spazi che richiede.
un esempio della versione completa
Ovviamente esistono anche versioni a meno gradini, per chi ha la possibilita' e gli spazi per esporlo.
Il mio e' come quello della maggior parte dei giapponesi, la rappresentazione solo del gradino piu' in alto, della principessa e del principe :)


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 12/02/2009, 21:48 
Non connesso
novellino
novellino

Iscritto il: 02/12/2008, 16:14
Messaggi: 6
ma io l'avevo già vista questa cosa qua e mi chiedevo che significato avesse.. però devo precisare che l'ho vista in un video gioco per playstation "Project Zero" e che era una versione abbastanza inquietante, visto che era ambientato in una casa infestata da fantasmi..
:oo: :twisted:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 02/04/2009, 18:28 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 31/07/2008, 18:45
Messaggi: 30
Località: Provincia di Varese
Haha ci ho giocato anch'io a project zero e quelle bambole erano veramente inquietanti.

_________________
Tutti gli uomini per natura desiderano la conoscenza (Aristotele)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 56 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Dritte cosmetiche


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
cron
Hosted by MondoWeb. Viaggi