Registrati    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Dritte cosmetiche




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 78 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 22/08/2008, 14:58 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 04/10/2006, 23:49
Messaggi: 171
anto ha scritto:
Errore. Ma non dirò mai il nome commerciale :risat:


Possiamo andare per esclusione, basta vedere quali sono le grandi marche che conservano con estratto di semi di pompelmo e sodio idrossimetilglicinato (Bottega Verde assolta :D: )


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 31/08/2008, 20:54 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 31/07/2008, 18:45
Messaggi: 30
Località: Provincia di Varese
Laura ha scritto:
Se oggi a quarantanni non sembriamo vecchie bacucche è dovuto al 99% al fatto che non ci ammazziamo più di fatica 16 ore al giorno come succedeva appena una generazione e mezzo fa, l'1% lo fanno i cosmetici che restano dei semplici palliativi.


Vero! Penso anche che non prendere il sole faccia bene! Almeno mia mamma non ha mai preso il sole e a 43 anni gliene dai almeno 6 di meno :oo:.

Però mi fa sempre più schifo il mondo della cosmetica. :evil: Pensano davvero che siamo così scemi? (si se no avrebbero già chiuso bottega)

_________________
Tutti gli uomini per natura desiderano la conoscenza (Aristotele)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 12/09/2008, 13:52 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 15/06/2008, 15:24
Messaggi: 54
Località: Svizzera
Mi associo al coro!!! Evviva le nostre cremine appiccicosette (ma non sempre, eh, non buttiamoci giù!!!) che almeno sappiamo cosa hanno dentro!!!!! ...


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 12/09/2008, 18:08 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 04/09/2008, 14:11
Messaggi: 2759
Località: Verona
Cita:
Ci sono quelli fatti bene e quelli male e di questo discutiamo, ma se un prodotto ci soddisfa, non danneggia troppo l'ambiente, non ci svuota il portafoglio, usiamolo e non carichiamolo di una valenza che francamente non potrebbe mai soddisfare.


infatti essere integralisti secondo me è deleterio...e così io l'acqua di rose roberts me la uso tutta a cuor leggero via, mica la bevo!
c'è da dire che mia nonna o si metteva la paraffina o nulla sul viso stanco di giornate di lavori pesanti....direi che è meglio un po' di paraffina no?
io posso scegliere, consapevolmente e in base alle reazione della mia pelle.
...e infatti uso la nivea fluida bianca per il corpo da un sacco, mi va benone e costa poco, direi che va bene così! ;)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 12/09/2008, 18:38 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 35472
Località: Monfalcone
Che tu non sai ma ha un inci decente! Mai, mai fare di un'erba un fascio, ma leggere sempre l'inci ;)

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 15/09/2008, 10:07 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 04/09/2008, 14:11
Messaggi: 2759
Località: Verona
eh già, non lo sapevo finchè non sono stata illuminata da questo forum!!!!!!!!!!!!!!!
dunque uso sempre la nivea bianca, spulcio le etichette e soprattutto ho imparato a riconoscere i segnali di disagio della pelle con certi prodotti, il tutto grazie a voi, bello no?

:he:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 17/10/2009, 1:31 
Non connesso
Spignattatore
Spignattatore

Iscritto il: 14/02/2009, 1:49
Messaggi: 319
Impressionante.
Il Pantenolo che dovrebbe essere alla base di ogni crema è allo 0.004 :oo:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 12/10/2010, 2:45 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 03/02/2010, 13:02
Messaggi: 1544
Cita:
PANTHENOL 0.004


:oo: certo che hanno delle bilancine proprio di precisione :twisted: :firu:

_________________
Me gusta spignattar, me gustas tu.



Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 12/10/2010, 8:59 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 9:57
Messaggi: 16448
Località: Milano
Ma questa è una ditta che non fa mica 100 g di crema come facciamo noi: ne fa chili e chili, quindi la bilancina di precisione non serve. ;)

Ciò non toglie che 0,004% di pantenolo sia una percentuale ridicola. :D:

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 26/10/2010, 19:49 
Non connesso
Spignattatrice Esperta
Spignattatrice Esperta
Avatar utente

Iscritto il: 18/05/2010, 15:43
Messaggi: 2151
Località: napoli
Infatti le mie cremine ,copiate e adattate ai 4 attivi che ho, sono piaciute moltissimo alle amiche cavie nonostante siano elementari. Evidentemente lo standard esterno è proprio basso!
Sempre grazie alla Grande Capa e alle loline tutte! :)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 26/10/2010, 19:56 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 35472
Località: Monfalcone
Io l'ho sempre detto che qualsiasi crema fatta da noi, anche la più scarna, è di sicuro meglio di qualsiasi prodotto in vendita!

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 22/11/2010, 21:24 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 09/07/2009, 18:49
Messaggi: 290
c'è anche un altro spetto secondo me molto importante: il riciclo dei contenitori. anche se usavo cosmetici bioeco gettavo via tantissimi contenitori. ho sempre fatto la differenziata, ma so per certo che il mio comune...non la fa :oo: poi sappiamo che per riciclare i materiali c'è comunque un dispendio di energia (soprattutto con la plastica).
adesso mi rendo conto di quanti contenitori gettavo via, mentre ora chiedo ad amici e parenti di darmi i loro!
per me questo è un aspetto altrettanto importante!


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 24/12/2010, 13:30 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 26/06/2010, 16:20
Messaggi: 123
Località: Cagliari
''Se oggi a quarantanni non sembriamo vecchie bacucche è dovuto al 99% al fatto che non ci ammazziamo più di fatica 16 ore al giorno come succedeva appena una generazione e mezzo fa, l'1% lo fanno i cosmetici che restano dei semplici palliativi.''

parole sante Laura, i cosmetici servono a poco, la capacità di mantenersi con un'aspetto più giovane e in salute è dovuta molto anche dal tipo di lavoro ben diverso da quello di anni fa, e lo constato ogni giorno vedendo mio padre che pur essendo solo un 47enne si alza alle 3 del mattino da quando aveva 14 per sgobbare come un mulo sino alle 13:00 (e quando dico fatica intendo fatica vera, io non ce la farei mai..) ha un aspetto molto più provato e segnato dall'età (è sempre bello però :P) rispetto al coetaneo fratello/cognato/amico che fa un tranquillo lavoro d'ufficio, e come vale per gli uomini vale anche per le donne, alla fin fine è tutta questione di genetica e stile di vita secondo me.. (ciò non toglie che i cosmetici siano i giocattoli migliori che ci siano 8) )


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 13/01/2011, 10:32 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 23/08/2010, 17:04
Messaggi: 401
Località: Alta Brianza
''Se oggi a quarantanni non sembriamo vecchie bacucche è dovuto al 99% al fatto che non ci ammazziamo più di fatica 16 ore al giorno come succedeva appena una generazione e mezzo fa, l'1% lo fanno i cosmetici che restano dei semplici palliativi.''
Concordo in pieno e aggiungo: tanto lo fa anche l'alimentazione, molto più variegata e ricca! Quando i nostri genitori erano piccoli si mangiavano frutta e verdura italiane, con spezie di origine italiana, poco pesce se non nei posti di mare/lago, poca carne (adesso però la carne è troppa...). Preferibilmente prodotti locali.
Insomma un'alimentazione monotona. E spesso scarsa.
Mia madre si ricorda ad esempio di quando sono arrivati i kiwi in Italia...costavano tantissimo, li si comprava per le grandi occasioni e li si tagliava a fette per disporli elegantemente sul piatto di portata come una leccornia rara...e adesso siamo uno dei primi produttori mondiali!
Noi invece mangiamo a sazietà (spesso fin troppo) e abbiamo l'opportunità di introdurre con l'alimentazione un sacco di sostanze attive e benefiche per l'organismo, che mia nonna mangiando polenta e latte, latte e polenta, non si sognava nemmeno.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Lezioni di vita: come vanno davvero le cose in cosmetica
 Messaggio Inviato: 23/02/2011, 13:43 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 22/09/2010, 0:08
Messaggi: 134
quella niacinamide allo 0,0015% è davvero ridicola.... :maria: tutto ciò è davvero demotivante!!! tanto vale mettersi a spignattare sul serio!!!! :roll:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Lezioni di vita: come vanno davvero le cose in cosmetica
 Messaggio Inviato: 23/02/2011, 19:31 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 11/03/2008, 13:48
Messaggi: 185
Località: Latina
Lola ha scritto:
Sono rimasta sconvolta... guardate i veri attivi a che percentuali sono! Tutte quelle vitamine... in traccia!!! L'aloe, una goccia!!!! Da piangere! E fanno tutti così, inci chilometrici e in effetti niente dentro! Non è un problema di questa marca particolare, è generalizzato. Avete capito perchè spignattiamo?


Mi era sfuggito questo topic...... e adesso mi avete creato un problema perche' non so spignattare :evil:

Comunque, il problema delle percentuali di attivi presenti nelle creme e' stato sollevato anche da Alchimia Natura in una risposta fornita ad una lolina circa i recenti aumenti dei loro cosmetici - leggete a fondo pagina viewtopic.php?f=25&t=9357&start=140

Non sarebbe ora di imporre per legge ai produttori di cosmetici di indicare le percentuali degli ingredienti ?

E, in attesa che i legislatori si sveglino, non sarebbe ora che i fornitori piu' in voga fra le loline, cominciassero per primi a dichiarare le percentuali di attivi ?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Lezioni di vita: come vanno davvero le cose in cosmetica
 Messaggio Inviato: 23/02/2011, 19:54 
Non connesso
maestrina moderatrice
maestrina moderatrice
Avatar utente

Iscritto il: 07/10/2006, 16:39
Messaggi: 10498
travelers ha scritto:
Non sarebbe ora di imporre per legge ai produttori di cosmetici di indicare le percentuali degli ingredienti ?

E perchè dovrebbe essere un obbligo di legge? Usare alte percentuali non significa automaticamente avere funzionalità e buoni risultati. Avere consapevolezza di come è fatto un cosmetico è un conto e può aiutare nella scelta, ma pensare che il non plus ultra si ottenga abbondando è fuorviante, per esempio l'olio di mandorle dolci è un "attivo" se ne metto e dichiaro tanto in formula ottengo solo di ungere.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Lezioni di vita: come vanno davvero le cose in cosmetica
 Messaggio Inviato: 23/02/2011, 23:40 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 11/03/2008, 13:48
Messaggi: 185
Località: Latina
Si, pero' il consumatore dovrebbe essere messo nelle condizioni di sapere cosa compra.......

Questo topic e' stato aperto proprio con l'esempio di una crema povera di attivi che potrebbe trarre in inganno l'acquirente (NIACINAMIDE 0.0015 !!!)

Io apprezzo l'abilita' del formulatore che mi inserisce nel prodotto i vari attivi nella quantita' ottimale per lo scopo che la crema si prefigge (idratante, elasticizzante, lenitivo, etc....), pero' sarei favorevole ad un INCI piu' trasparente, con le percentuali degli ingredienti usati.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Lezioni di vita: come vanno davvero le cose in cosmetica
 Messaggio Inviato: 06/04/2011, 16:00 
Non connesso
novellino
novellino

Iscritto il: 11/09/2008, 16:19
Messaggi: 6
Ragazze è la realtà purtroppo!!!Io sono figlia di estetista che ha anche la rivendita di prodotti. Abbiamo parlato spesso di eco-bio e lei ritira anche qualcosina di bio,ma giusto qualcosa, perchè sono poche le clienti coscienti di cosa può fare effettivamente un prodotto in maniera naturale. La maggior parte pretende l'anticellulite miracoloso e l'antirughe che le faccia diventare ventenni e allora la vendita è diretta a prodotti che non sono fatti malaccio xò non sono eco-bio di certo.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Lezioni di vita: come vanno davvero le cose in cosmetica
 Messaggio Inviato: 06/04/2011, 16:28 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 08/09/2008, 16:23
Messaggi: 267
Località: Prov. MB
Figo, tra poco entreranno nel magico mondo dei µg o meglio ancora del ng...
Evvai con un miliardesimo di pantenolo!!! Così potranno fare le fantastica(in tutti i sensi) pubblicità: "il cosmetico del futuro, nanoparticelle superintelligenti con alto QI" ... :D
Direi che abbiamo avuto la conferma di un sospetto che c'era da tempo nelle nostre community. Al resto della gente, ricconi e poveracci, non farà grande effetto... "Cosa vuoi che siano 30€... Questa crema mi fa una bella pelle".


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 78 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Dritte cosmetiche


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Hosted by MondoWeb. Viaggi