Registrati    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » I vostri problemi di pelle e capelli » Trattamenti per i capelli


Regole del forum


Gli iscritti possono postare progetti o ricette solo se hanno almeno 30 giorni e 30 messaggi all'attivo; entrambe le condizioni devono essere soddisfatte.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 10/08/2014, 1:59 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 23/07/2013, 14:17
Messaggi: 538
Località: Roma
Il fine è quello della ricerca di un prodotto da dispenser che sia abbastanza disciplinante, ma non troppo grasso.
Non ho mai fatto, né usato spesso balsami, ma la voglia di spignattare è parecchia, la mia multy-sistered-family incombe, e allora ...

Immagine
questo lo trovo bellissimo (grazie forum), ma ancora troppo denso

...intanto cerco di preparare qualcosa per i miei, di capelli ..
Classificazione secondo il Fia: forse 3bNi (il primo giorno .. !! perché poi non lo sanno più neanche loro a quale categoria appartengono)

Il passaggio al bio ha peggiorato di poco la mia situazione: hennati, ricci decenti il primo giorno di lavaggio se si usa qualche accortezza, ma inguardabili, elettrizzati e crespi dal giorno dopo.

Cercando di migliorare le cose, e grazie alla generosità di un'amica che mi ha regalato qualche prodottino, ho scialato un po' e ho provato a fare il mio primo spignatto doma-ricci così:

Fase A (portata al massimo a 65-70°C, altrimenti l'esterquat si potrebbe rovinare)
Esterquat GC75 4
O. jojoba, 1,5
O. cocco, 1,5
A. cetilstearilico 50/50 2 (poi dimezzerei per provare una consistenza da dispenser)

Immagine
ho utilizzato esterquat e cetilstearilico precedentemente frullati

Fase B – (sono arrivata a quasi 90°C)
Acqua a 100
gel semi lino 7 (avevo solo 28 grammi e li ho dovuti considerare per il totale delle 4 dosi che volevo preparare)
Glicerina 3

Fase C
Gel da pianta di aloe v. autoprodotto, 5 (aggiunta più che altro per dare fluidità al prodotto)
Proteine seta idrolizzate, 2
Honeyquat AZ, 1,5 (avevo pensato di mettere 2, non è verde, me lo hanno regalato, non lo ricomprerò, ma farei più danni a buttarlo!!)
Ol. ortica in evo, 1 (oltre all'effetto benefico dell'ortica sul capello, avevo sperato in un pallido verdino residuo nel balsamo, ma nisba)
Pantenolo, 1 (visto che voglio tenere il balsamo per un po' prima di risciacquare, non mi è sembrato superfluo)
Phitoliss AZ, 0,5%
ecosafe WW, 0,6 (copertura ph 3-10)
oe limone, 8 gtt
a. citrico per ph 4-4,5

Forse non c'era bisogno di una fase C così nutrita, ma forse per il mio caso è meglio qualche attivo in meno e qualche olio in più.
Fra l'altro mi mancano ancora prodotti del tipo inulina, collagene, ceramidi, phitokeratina (o proteine del grano, che da quello che leggo su AZ, sembrano essere la stessa cosa), ma in seguito snellirò il prodotto togliendo qualcosa.

Ho versato velocemente la fase acquosa caldissima nella fase A sul bagnomaria caldo (Lola docet ;) ).

ImmagineImmagine
Ho alternato inizialmente brevi/tranquille frullatine a rimescolamenti con una spatola.

ImmagineImmagine
Ho ripetuto l'operazione fino a raffreddamento, passando ad un bagnomaria freddo.

Alla fine ho aggiunto gli attivi (una leggera ricottatina è avvenuta quando ho deciso per una frullata finale, ma non mi ricordo dopo quale attivo)...
Ho voluto portare il ph, che si attestava a 5, fino a 4–4,5 (in questo caso ho preferito l'a.citrico al lattico), ma forse avrei fatto bene a lasciarlo così!
(una domanda esistenziale: in questa pseudo-A/O il ph lo posso misurare alla fine, si?!!)

Sono riuscita con un cucchiaino a metterlo nei dispenser, ma solo perché sono bassotti, hanno l'apertura grande e il balsamo finale si potrà prelevare facilmente (e altrettanto facile sarà la pulizia del dispenser).
ImmagineImmagineImmagine
Immagine

Ho fatto uno shampoo – mettendo una bella noce di balsamo dopo il lavaggio – e girovagando per casa con una cuffietta da doccia per una 20ina di minuti.
Sciacquati poi benissimo con acqua tiepida, tamponando, senza stropicciare con l'asciugamano.
Utilizzato pettinone di legno.
Asciugati con il diffusore con getto tiepido-caldo, e verso la fine, a testa in giù (per qualche secondo: fino al raffreddamento dei capelli.. si crea maggior volume e la piega si mantiene meglio).
Contavo su un effetto styling più deciso, per via delle proteine, e invece i capelli sono risultati belli, ma morbidissimi sotto le dita (non tosti come me li aspettavo).

Immagine
Molto lucenti (al sole..) grazie alle squame chiuse dal ph così bassino
Per l'effetto styling ... penserò in seguito ad un prodotto diverso.

Giorno dopo: come previsto, capelli ancora morbidissimi , ma appena alzata, assolutamente da strega!!
Il balsamo è leggero e bellissimo, forse posso aumentare gli olii perché tanto a me i capelli generalmente non mi si sporcano per una settimana almeno, a meno che non li riempia di gel ai semi di lino variamente formulati con olietti, birre, ecc.


VERSIONE DEFINITIVA

Questa sotto è la versione tutta verde, che ho scelto:

A
Esterquat GC75, 4
O. jojoba, 1,5
O. cocco, 1,5
C. sensoft, 1
A. cetilstearilico 50/50 GC, 1

B
Acqua dem. a 100, 76 circa
Glicerina, 3

C
Gel autoprodotto di carragenine Dadalindo 1,75% (silicone vegetale), 5
Proteine seta idrolizzate Camelis, 2
Ol. ortica in evo autoprodotto, 1
Pantenolo75, 1
Phitoliss, 2
EcosafeWW, 0,5
Oe limone bio AZ, 8-10 gtt
A. citrico per ph a 4-4,5


Trovo che questo balsamo - anche se meno performante di molti altri del forum - riesce a soddisfare le mie esigenze attuali.
Non ho grossi problemi a districare i capelli.
Ho provato pochi altri balsami in precedenza (commerciali), e il mio problema è comunque il "crespo" che si presenta il giorno dopo aver lavato i capelli.
Necessariamente quindi, questo prodotto deve far parte di una routine più completa per fronteggiare il problema.
Utilizzerò quindi questo prodotto quasi esclusivamente per il co-wash da che alternerò allo shampoo per avere una testa più in ordine.
Altri accorgimenti saranno gli impacchi pre-shampoo che sto imparando a gestire, e gel disciplinanti post-shampoo tipo quello suggerito da stregonza (intanto un esempio facile facile è quello realizzato in questa discussione).

Ciao, grazie a chi ha commentato..
e un saluto a Roberta, che mi è stata fonte di ispirazione col sul balsamo all'esterquat e silicone vegetale..


Ultima modifica di Lindy13 il 10/09/2014, 1:07, modificato 1 volta in totale.

Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [PROGETTO] Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 10/08/2014, 8:37 
Non connesso
Spignattatrice
Spignattatrice
Avatar utente

Iscritto il: 04/02/2012, 15:52
Messaggi: 5291
Località: ...nell'insediamento celtico di Monterenzio
Ciao Linda,
carino il reportage fotografico :)
Ti dico solo due cosine:
- non ho capito perché parli di pseudo acqua in olio :mah: :mah: , certo che puoi misurare il pH alla fine! ;)
- l'esterquat é un blando condizionante, buono eh, per caritá, ma se hai la chioma che si vede in foto forse hai bisogno di qualcosa di piú strong...
- se vuoi che i capelli ti rimangano piú "fissati" molte usano la fitocheratina, magari in soluzione con qualche altra proteina...potresti farti uno spray da dare dopo l'ultimo risciacquo, con leave on.

Le tue immagini mi ricordano tanto le tue ricette su Cookaround :heart: :heart: ....erano molto esaustive :)

_________________
Immagine


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [PROGETTO] Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 10/08/2014, 10:45 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 23/07/2013, 14:17
Messaggi: 538
Località: Roma
Grazie tanto per la visita e i commenti..
eh eh .. il lupo perde il pelo ma non il vizio :D:

- acqua in olio.. eh lo so... parlo per incompetenza.. come leggo qualcosa che mi ricorda le acqua in olio, ricordo i ca@@iatoni che riguardano le misurazioni...
- ohh.. ecco.. grazie per il primo consiglio di correzione.. naturalmente comprerò altri prodotti e sicuramente dovrò preparare anche qualche gel sssssccccctronghissimo per il post lavaggio .. o qualcosa di non troppo sporcante da spruzzare tutti i giorni... quanto mi manca la spumaaa.. :cry:

- per alleggerire la consistenza, invece? Va bene il solo correttivo della riduzione di cetelstearilico?
.. e ... un'indirizzatina su quale prodotto mi si confà' come leave-on?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [PROGETTO] Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 10/08/2014, 11:16 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 31/07/2014, 13:57
Messaggi: 744
Io sono abbastanza profana, ma toglierlo del tutto il cetelstearilico? Dovresti ritrovarti con un balsamo poco denso da flacone. O sbaglio? :oops:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [PROGETTO] Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 10/08/2014, 19:41 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 23/07/2013, 14:17
Messaggi: 538
Località: Roma
Grazie Vanessa.

Avrei paura che del tutto senza, si separerebbe..
D'altronde di questo balsamo vorrei correggere poco..

Ho visto che c'è chi addensa con guar o xantana - e non capisco ancora le differenze di questi diversi modi di procedere - ma per adesso vorrei evitarle..

Farò altre prove, e intanto come dico nel testo, dimezzerei il cetilstearilico (essendo del tipo 50/50, ho letto che addensa di più)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [PROGETTO] Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 10/08/2014, 20:04 
Non connesso
Spignattatrice
Spignattatrice
Avatar utente

Iscritto il: 04/02/2012, 15:52
Messaggi: 5291
Località: ...nell'insediamento celtico di Monterenzio
Prova con cetilico. Io metterei 1,5.
Per il leave on...io oroverei a fare una soluzione con fitokeratina e collagene e/o sericina, la fitokeratina non oltre il 5%...ma é da provare.
Il consiglio sarebbe di usare cetrimonium, ma non credo tu sia a favore... :roll:

_________________
Immagine


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [PROGETTO] Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 10/08/2014, 20:25 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 23/07/2013, 14:17
Messaggi: 538
Località: Roma
Ok, grazie ... o 1 di cetilst. o 1,5 di cetilico.

Grazie per il leave-on .. non demonizzo nulla, e studierò sulla base del tuo consiglio.
Diciamocelo chiaramente: abbiamo tutti utilizzato "di tutto di più" per decine di anni...
Ora stiamo cercando solo di migliorare, e - con l'aiuto di questo forum :maria: - di fare da soli..

Fra l'altro mi sono ritrovata in regalo un sacco di prodottini rossicci ... e che faccio?
Li butto? Come dico sopra, sarei anche più sprecona... e ... spreco=rosssooooo!! :lol:

Ma hai ragione ... potendo scegliere - pur senza arrivare a performance massime - opto per prodotti verdi ;)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [PROGETTO] Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 20/08/2014, 23:39 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 23/07/2013, 14:17
Messaggi: 538
Località: Roma
Rifatto: bellissimo lo stesso, ma non è da dispenser pur se inserito il cetilstearilico a 1...
Immagine
... è solo - forse - leggermente più morbido
.. che meraviglia :sun: .. starei ore a rimescolare con la spatola!!

Qui in successione, una foto ogni secondo mentre passo la spatola e il balsamo si richiude subito dopo, per far capire che tipo di consistenza:
ImmagineImmagineImmagine

Ero stata previdente, quindi avevo preparato la broccona da 1 litro e coperchio (ne ho fatti 800 gr circa)... vorrà dire che invece di versarlo nei contenitori, domani ce lo metto a spatolate
Immagine

Avrei voluto farlo più fluido per mia curiosità, ma tutto sommato avere un prodotto che non scivola mentre lo metti e intanto ti fai la doccia, o lo tieni su per un po', forse è la cosa migliore!

Sotto la ricetta (non so ancora se definitiva), dove non ho voluto ripetere il gsl (non mi andava di rifarlo), e inoltre avevo finito anche il gel di aloe .. e allora ho preparato un gel di carragenine e ho messo quello:

A
Esterquat GC75, 4
o. jojoba, 1,5
o. cocco, 1,5
c. sensoft, 1
a. cetilstearilico, 1

B
Acqua dem. a 100, 76 circa
Glicerina, 3

C
Gel di carragenine 1,75%, 5
Proteine seta idrol., 2
Honeyquat, 1,5
Ol. ortica in evo autoprod., 1
Pantenolo75, 1
Phitoliss, 0,5
EcosafeWW, 0,5
8 gtt oe limone
A. citrico per ph a 4,5 (stava a 5)

A fra una settimana per le impressioni..o altra ricetta.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [PROGETTO] Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 29/08/2014, 20:16 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 23/07/2013, 14:17
Messaggi: 538
Località: Roma
In questi ultimi 9 giorni ho lavato i miei ricci così:

- uno shampoo/balsamo (giovedì 21 agosto) più un leave-on di gsl da farina (più torbido e perfino più laborioso rispetto al gel da semi, ma belllino)**
- un cow (lunedì 25 agosto) ancora col primo balsamo/zucchero fine + leave-on.
- Ieri, giovedì 28 agosto, ho fatto di nuovo un cow + leave-on, ma col nuovo balsamo.

Tutti i giorni (anche un paio di volte al giorno) ho messo qualche goccia di gel di fsl.

L'effetto del primo co-w è stato "capelli voluminosissimi" e se ne sono accorte anche le colleghe (e dagli a spiegare come si fa..), ma c'è da dire che ho i capelli secchi che tengono per parecchio.

L'effetto del cow di ieri invece è stato appena passabile... sarà che comunque tutti i giorni mi "sporco" i capelli con il gel ... oppure più di un cow i miei capelletti fini non lo reggono (?)..

.. ma insomma.. tutto sommato con questa sera sono quasi 9 giorni senza shampoo e con una testolina praticamente sempre abbastanza in ordine..

La controprova sarà quando, dopo il prossimo shampoo, farò il primo cow con il secondo balsamo, per testare se l'effetto volume è come quello del 25 agosto..

**
Se può interessare, metto come ho fatto il leave-on, ma se sono troppo ot, mi aspetto di non ritrovare questa parte. Ne ho fatti solo 100 grammi perché c'è il miele (è estate: lo conservo in frigo).

gel di farina di semi di lino a 100 (circa 92)
o. argan, 3
glicerina, 3
miele, 2
ecosafeWW, 0,6
acido citrico, 10 gtt per ph a 5

Immagine
ho cambiato il link dell'immagine, ma se ho sbagliato ... sorry

Vado a postare come ho fatto il gel di semi di lino da farina :ok:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [PROGETTO] Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 31/08/2014, 21:07 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 23/07/2013, 14:17
Messaggi: 538
Località: Roma
.. e in questo post farei l'escursus del II balsamo con tutte le cose imparate qui dentro in questi giorni :amour: .. posso spaziare un pochino? Magari a qualche testa riccioluta potrebbe interessare :winkle:

Oggi 31 agosto ho fatto vedere i sorci verdi alla mia routine, e riesumando in cantina un vecchissimo casco per capelli di quando avevo 20 anni e relativi bigodini, anzi bigodoni :eyes: ho fatto così:

- capelli inumiditi e applicazione sulla cute di lozione oleosa attiva-circolazione al peperoncino

- immediatamente dopo ho fatto un impacco oleoso su tutti i capelli evitando di insistere sulla cute, con semplice olio di riso che ho imbottigliato aggiungendo herbalox, unito al gel disciplinante alla fsl del post sopra (mescolando il tutto nel palmo delle mani) e ho avvolto la testa nell'asciugamano

- dopo un'ora stavo per procedere allo shampoo quando ho pensato di hennarmi, quindi in estemporanea ho fatto pappetta con lawsonia/indigo, qualche goccia di limone e spalmatina (avevo un po' il timore che l'henné non "prendesse" troppo, ma è andata benino, e comunque questo è un altro discorso).. ancora due ore di pazienza...

- dopo le due ore, bella sciacquata (di solito evito lo shampoo subito dopo l'hennè, ma oggi ho deciso diversamente per provare il balsamo nr. 2), shampoo, balsamo, risciacquo finale, tamponata con asciugamano, gel disciplinante, rolli, casco (ancora un'ora e ho finito, eh?!!)

Anche il II balsamo lo trovo perfetto per le mie esigenze.
Non so se sono particolarmente districanti (i capelli mi si districano comunque in lavaggio), ma ambedue lasciano una bella morbidezza al capello già morbido di suo.
Il valore aggiunto è dato dall'aiutino in più mediante co-wash infrasettimanale per essere più in ordine.

Farò un'ulteriore prova per vedere la resa senza l'honeyquat (così lo faccio tutto "verde" e via..) e con un punto in meno di esterquat per vedere se diventa più fluido..

Immagine
capello decisamente più "banale" del riccio (da qualche anno sono contenta della mia testa di medusa.. i ricci mi sono simpatici), ma in compenso questi hanno un aspetto più "sano" e coi bigodoni, per oggi il "frizzy" è sconfitto.

A fra qualche giorno con il cow...


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: [PROGETTO] Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 04/09/2014, 17:06 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 23/07/2013, 14:17
Messaggi: 538
Località: Roma
Allora.. il cow del II balsamo mi è sembrato grosso modo come i precedenti.. poi...

Un paio di giorni fa mi sono spinta nel III tentativo "tuttoverde"(per la verità è stata una doppia prova con le pochissime materie prime rimaste: una con esterquat al 4 e una al 3/100).

Aspetto ancora qualche giorno e un altro paio di cow per vedere come va (anche perché ho finito molti prodotti e non potrei riprodurre i 2 o 3 test che vorrei ancora fare) .

Anche questa volta è venuto uno spignatto bello soffice, non liquido, e visto che ho perso la speranza del balsamo da dispenser, ho deciso di tenerlo così.

Immagine
se possibile aggiungerò una foto meno sfocata

E questo è il III balsamo che ho scelto, con esterquat al 4 e i prodotti in mio possesso in questo momento (l'altro, al 3 di esterquat, mi è sembrato leggermente più spumoso, e poi per me - come dice Stregonza - meglio la soluzione leggermente più strong) :

A
Esterquat GC75, 4
O. jojoba, 1,5
O. cocco, 1,5
C. sensoft, 1
A. cetilstearilico 50/50 GC, 1

B
Acqua dem. a 100, 76 circa
Glicerina, 3

C
Gel autoprodotto di carragenine Dadalindo 1,75% (silicone vegetale), 5
Proteine seta idrolizzate Camelis, 2
Ol. ortica in evo autoprodotto, 1
Pantenolo75, 1
Phitoliss, 2
EcosafeWW, 0,5
Oe limone bio AZ, 8-10 gtt
A. citrico per ph a 4-4,5
(volevo fermarmi a 4,5, me n'è andato un po' troppo e il ph è sceso a 4 :fangule: )

Immagine

tutto il procedimento è esattamente come quello della prima versione.
:cin:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 10/09/2014, 1:10 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 23/07/2013, 14:17
Messaggi: 538
Località: Roma
Ho cancellato la parola progetto, aggiunto la versione definitiva in prima pagina, e ho recensito.
Spero di non aver toppato troppo.. ciao
:sun:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 06/03/2015, 14:45 
Non connesso
novellino
novellino

Iscritto il: 30/12/2009, 4:00
Messaggi: 9
Ciao a tutte. Aggiungendo la fase c (un po' alterata a dire il vero, ho messo il gel d'aloe al posto dell'altro e niente phitoliss ma una punta di ceramidi vegetali) l'emulsione si è drammaticamente separata!!!!
Perchè ho aggiunto tutta la c insieme? Perchè l'emulsione ab era ancora un po' tiepidina? Posso fare qualcosa per recuperare?
Grazie mille..:-(

_________________
NAT


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 06/03/2015, 22:40 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 23/07/2013, 14:17
Messaggi: 538
Località: Roma
@Nat, grazie per averlo provato e mi dispiace per la separazione.

Spero che qualcuno più esperto di me ti possa aiutare, ma mi sembra tu abbia già individuato gli errori.

Per le sostituzioni:
per le ceramidi vedo che sono molte usate in questi balsami, ma non le ho ancora mai utlizzate, quindi non ti so dire..
per l'aloe, anche io avevo utilizzato il mio gel autoprodotto nella prima versione, quindi non dovrebbe essere lui il responsabile..

Invece fra le accortezze da usare c'è sicuramente quella di non mettere tutti gli attivi insieme, ma di rimescolare fra un inserimento e l'altro.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 08/03/2015, 12:17 
Non connesso
novellino
novellino

Iscritto il: 30/12/2009, 4:00
Messaggi: 9
Grazie Lindy13, adesso ritento a fasi fredde e un ingrediente per volta. Secondo te c'è un modo per recuperare il pasticcio ? (Cioè la fuoriuscita di tutta l'acqua dall'emulsione?)
Grazie mille

_________________
NAT


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 11/05/2015, 2:16 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 23/07/2013, 14:17
Messaggi: 538
Località: Roma
scusami nat3... a buon'ora arriva la risposta, dirai tu..

no, non credo che se le fasi si sono separate si potesse recuperare.. Direi che avresti dovuto sbrigarti ad utilizzarlo così per evitare di gettare tutto.. ciao


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 11/05/2015, 7:34 
Non connesso
Spignattatore
Spignattatore
Avatar utente

Iscritto il: 01/12/2013, 10:10
Messaggi: 1553
Località: Palermo
Se il gel di Aloe è fatto con xantana è lei che ti ha dato l'effetto ricotta.
La xantana è un gelificante anionico mentre i condizionanti sono cationici, le due cose insieme cozzano.

Vai a leggere il topic delle incompatibilità ;)

_________________
“Addio”, disse la volpe. “Ecco il mio segreto. È molto semplice: non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi”. (Il Piccolo Principe)

Vi Veri Veniversum Vivus Vici (V per vendetta)

Crea ricette ed etichette: http://augusten.altervista.org


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 05/06/2017, 1:38 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 23/07/2013, 14:17
Messaggi: 538
Località: Roma
Grazie del commento Francesco.. spero che Nat ripassi a leggere ;)

Van3ssa ha scritto:
Io sono abbastanza profana, ma toglierlo del tutto il cetelstearilico? Dovresti ritrovarti con un balsamo poco denso da flacone. O sbaglio? :oops:
L'ho replicato secondo quanto suggerivi Van3ssa, senza cetilstearilico: aspetto ancora qualche giorno per vedere se si dovesse separare (ma sono un paio di giorni e per adesso regge: ed è da flacone :maria: )!
L'ho inserito in un vasetto airless, e ne tengo un barattolo in vetro per monitorare meglio.
Grazie :ok:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 05/06/2017, 21:19 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 31/07/2014, 13:57
Messaggi: 744
Evviva :blob9:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Balsamo no-frizzy
 Messaggio Inviato: 06/06/2017, 16:50 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 11/03/2014, 21:58
Messaggi: 125
Lindy13 ha scritto:
Fase A (portata al massimo a 65-70°C, altrimenti l'esterquat si potrebbe rovinare)
Esterquat GC75 4
O. jojoba, 1,5
O. cocco, 1,5
A. cetilstearilico 50/50 2 (poi dimezzerei per provare una consistenza da dispenser)

Fase B – (sono arrivata a quasi 90°C)
Acqua a 100
gel semi lino 7 (avevo solo 28 grammi e li ho dovuti considerare per il totale delle 4 dosi che volevo preparare)
Glicerina 3
Ho versato velocemente la fase acquosa caldissima nella fase A sul bagnomaria caldo (Lola docet ;) ).


perché usi questo procedimento? In un altro post Lola mi ha detto che il procedimento che adesso si usa per i balsami è versare la fase oleosa, senza scaldarla, direttamente nella fase acquosa portata quasi ad ebollizione.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 26 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Indice » I vostri problemi di pelle e capelli » Trattamenti per i capelli


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Hosted by MondoWeb. Viaggi