Registrati    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » I vostri problemi di pelle e capelli » Trattamenti per il corpo


Regole del forum


Gli iscritti possono postare progetti o ricette solo se hanno almeno 30 giorni e 30 messaggi all'attivo; entrambe le condizioni devono essere soddisfatte.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Percentuale di alcool nei profumi/acque profumate
 Messaggio Inviato: 17/04/2007, 9:31 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 9:57
Messaggi: 13866
Località: Milano
So di averlo letto qui da qualche parte, ma non riesco proprio a ritrovare il post. :evil:

Se volessi fare un profumo con un'essenza, che % di alcool devo mettere?
E le acque profumate da cosa si differenziano rispetto ai profumi? Hanno una % di alcool minore?

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 17/04/2007, 9:51 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 26554
Località: Monfalcone
Il problema della parcentuale d'alccol è meglio non porselo.

I profumi in vendita contengono anche acqua per una questione di risparmio, l'alcool etilico puro essendo tassato a dismisura (alcool, sigarette e benzina sono basi imponibili sicure ed eticamente validissime per tutti i governi di destra o di sinistra indistintamente).
Se vedi al supermercato un litro di alcool denaturato costa circa un euro, ed è quello il suo vero costo; tutti i cosmetici che contengono alcool (lacche e spume, profumi) seguno la variazione dell'imposizione fiscale.

Si può aggiungere un minimo di acqua all'alcool del profumo (max 10%) ma si va incontro a problemi di solubilizzazione delle essenze, che possono come minimo fare la nuvoletta bianca, come massimo mettersi ad affiorare in superficie. E non è che abbassando la gradazione alcolica di poco si ottiene un prodotto tanto meno aggressivo, quindi non vale la pena di rischiare.

Le acque profumate non contengono alcool ma solubilizzanti di vario tipo, tipo il polisorbato (trasparente), l'olio di castoro idrogenato (bianco latte), oppure - ultima novità - sono delle pit emulsioni (ceteareth 12- ceteareth 20; risultato bianco trasparentino con riflessi arancioni e bluastri controluce).
Se ne vuoi fare una puoi utilizzare il poliglicerile 10-laurato; ti verà un prodotto schiumoso all'agitazione però.

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 17/04/2007, 10:01 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 9:57
Messaggi: 13866
Località: Milano
Lola ha scritto:
Le acque profumate non contengono alcool ma solubilizzanti di vario tipo


Ma io ho visto in un negozio tipo Body Shop dei prodotti definite acque profumate contenenti alcool... per questo chiedevo se la % di alcool fosse minore.

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 17/04/2007, 10:08 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 26554
Località: Monfalcone
E' minore senza dubbio; ci devono essere anche dei solubilizzanti oltre all'alccol, da solo non reggerebbe la profumazione. Ce l'hanno messo per fare evaporare il prodotto prima, ma in generale si può anche non mettere, anzi è questa la nuova moda in fatto di acque profumate.

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 17/04/2007, 10:10 
 
E come si prepara? Il poliglicerile si mischia con l'acqua e poi si aggiungono gli oe?


Top 
  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 17/04/2007, 10:26 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 26554
Località: Monfalcone
No, metti del poliglicerile in un becher, aggiungi le essenze e il conservante e mescoli; se ottieni una cosa trasparente anche la tua soluzione lo sarà, se è una cosa bianca anche la soluzione sarà lattea; se vedi che le essenze non si sono amalgamate e fanno piccole goccioline aumenta il poliglicerile. Infine aggiungi l'acqua.
Meglio lattea che trasparente, troppo solubilizzante è meglio evitarlo, è pur sempre un tensioattivo.

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 17/04/2007, 10:27 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 9:57
Messaggi: 13866
Località: Milano
Lola ha scritto:
ci devono essere anche dei solubilizzanti oltre all'alccol, da solo non reggerebbe la profumazione


Può essere... ero di fretta e ho letto l'inci di corsa!! :oops:

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 17/04/2007, 12:45 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 04/10/2006, 19:30
Messaggi: 162
Proprio qualche giorno fa ho fatto un'acqua profumata chiccosissima!
acqua di rose
allantoina 0.5
bisabololo 1
aloe polvere 0.5
o.e. rosa damascena 0.5
pge 10 laurato 2
conservanti
colorante rosso

Ho messo acqua e polveri nella boccetta, agitato bene e lasciato riposare un po' per far sciogliere le polveri. Poi ho aggiunto bisabololo, o.e. e pge, agitato ancora. Le goccioline di olio erano in gran parte ancora lì ma non ho aggiunto altro pge. Un'agitatina ogni tanto nell'arco della giornata. Il giorno dopo gli oli erano solubilizzati e la soluzione lattiginosa. Aggiunto anche un goccino di colorante rosso per renderla rosa. :)
L'alcool, che forse serviva a rendermi il profumo meno volatile, l'ho evitato in vista dell'estate.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 19/04/2007, 7:49 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 24/01/2007, 11:02
Messaggi: 28
Scusate, a proposito di alcol nei profumi, vorrei scigliermi un dubbio, probabilmente dovuto all'ignoranza in materia. Ma è possibile far evaporare o per lo meno trattenere l'alcol dei profumi tipo con il filtro per il caffè et similia?Spero di non aver fatto una domanda sciocca... :oops:


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 19/04/2007, 9:51 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 26554
Località: Monfalcone
Non ho capito la domanda, spiegati meglio.

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 19/04/2007, 10:25 
 
Laura83 ha scritto:
Scusate, a proposito di alcol nei profumi, vorrei scigliermi un dubbio, probabilmente dovuto all'ignoranza in materia. Ma è possibile far evaporare o per lo meno trattenere l'alcol dei profumi tipo con il filtro per il caffè et similia?Spero di non aver fatto una domanda sciocca... :oops:



Laura,

un bacione, non ci siamo ancora presentati! L'avatar sei tu? :D:

Allura, il dubbio si scioglie subito: non ci si fa in casa a togliere l'alcool dal profumo.

Buona giornata.


Top 
  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 19/04/2007, 10:39 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 24/01/2007, 11:02
Messaggi: 28
Scusa Lola per essere stata poco chiara...è da qualche giorno che passo le notti insonni :oo: (perdonate il gioco di parole!). Grazie per avermi risposto anche a Vittò!In pratica volevo sapere se si può travasare un profumo acquistato e togliergli l'alcol con i filtri di carta, perchè pensavo che in qualche modo la carta potesse assorbirlo, ma ho capito che non si può!Vabbè!Bacioni a tutti!


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 19/04/2007, 10:45 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 26554
Località: Monfalcone
Laura, se togli l'alcool non ti resta niente, il profumo è alcool al 90%. Il resto sono essenze naturali o sintetiche, che non si possono usare tutte. In ogni caso, l'alcool è liquido e attraverso i filtri di carta ci passa che è uno spettacolo. :D:

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 19/04/2007, 11:08 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 24/01/2007, 11:02
Messaggi: 28
Grazie Lola per la spiegazione...già facendo la domanda un po' sapevo di averla sparata grossa però vabbè dai!Tra l'altro (lo so, sono una pasticciona :mirmo: ) ho provato ad usare il filtro da caffè per travasare ma anche quì ho fatto un po' di lago...Mi sa proprio che spignattatrici si nasce e io modestamente non la nacqui! :roll: Alla prossima! :ping:


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 19/04/2007, 11:09 
 
tra l'altro, laura, il profumo è così legato al solvente, cioè l'alcool, che se questi rimanesse nella carta da filtro vi rimarrebbe pure l'olezzo.

Se mai ti capitasse di comprare un distillatore frazionato bicorpo meglio con riscaldatore se potrebbe riparlare. :D:

Un bacio e buona giornata.


Top 
  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 19/04/2007, 11:15 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 24/01/2007, 11:02
Messaggi: 28
Dai Vittorio non prendermi in giro! :ping:
Già da quando ho intrapreso questa lunga e tortuosa strada per l'eco-bio in casa non mi riconosce più nessuno!Non so perchè sono tutti straniti dal fatto che possa struccarmi con l'amido piuttosto che usare l'aceto come tonico...ma che ci posso fare?!


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 23/04/2007, 17:33 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 29/03/2007, 16:00
Messaggi: 395
Anche io a casa sono diventata una aliena :oo: potresti spiegarmi come ti strucchi con l'amido? :oops:

Torniamo a noi: se volessi fare un profumo per ambienti, potrei usare acqua, alcool denaturato e oe?? leggevo in altri post (o tra le ricette?) che solitamente meglo usare l'alcool buongusto (alimentare), ma il prezzo è esagerato perciò se si potesse sostituire con comune alcool denat ben venga!!

_________________
Gli ideali sono come le stelle:non possiamo raggiungerli ma tracciamo la rotta in base ad essi.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 23/04/2007, 18:39 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 26554
Località: Monfalcone
Io ne ho trovato uno che non odora tanto di alcool rosa ma di grappetta... valuta se il tuo ha un odore forte, altrimenti provaci! :D:

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 23/04/2007, 18:42 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 29/03/2007, 16:00
Messaggi: 395
Posso chiederti la marca di questo alcool alla grappa :D: interessante 8)

_________________
Gli ideali sono come le stelle:non possiamo raggiungerli ma tracciamo la rotta in base ad essi.


Top 
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 16/05/2007, 10:28 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 30/10/2006, 11:42
Messaggi: 196
Località: provincia di Trento
E per farsi un profumo "personale" anzichè per ambienti, va comunque bene usare alcool alimentare e olii essenziali o bisogna aggiungere altro? E quante gocce di oe devo mettere? Mi piacerebbe tanto avere un profumo all'ylang ylang e uno al neroli e dato che ad acquistarli già pronti costano la bellezza di 37 e 70 euro rispettivamente, stavo meditando di farmeli da sola..... E' possibile? :mah: :mah: :mah:


Top 
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Indice » I vostri problemi di pelle e capelli » Trattamenti per il corpo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 16 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Hosted by MondoWeb