Registrati    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » I vostri problemi di pelle e capelli » Trattamenti per il viso


Regole del forum


Gli iscritti possono postare progetti o ricette solo se hanno almeno 30 giorni e 30 messaggi all'attivo; entrambe le condizioni devono essere soddisfatte.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 289 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 15  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: un punto sulla situazione macchie scure ?
 Messaggio Inviato: 16/03/2008, 21:03 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 04/03/2008, 17:38
Messaggi: 33
Ciao a tutte, sono nuova e magari ho già strafato, aprendo un post nuovo.
Ho letto qua e là di alcune che hanno problemi con l macchie scure, mi pare gigetta ed altre.
Vorrei chiederVi...com state adesso a macchie scure ???
Siamo a marzo post trattamenti. Poi Vi racconto la mia...experience !!!
salute
Patty


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 17/03/2008, 12:35 
 
Macchie.
Parliamone una volta per tutte! Adesso è la dermatologa che scrive, non la sciamana!
(per chi non lo sapesse: la dermatologa scrive rarissssssimamente!!!!).

Lo schiarente ideale non esiste, e vado a spiegarvi il perchè: le macchie a tipo cloasma (gravidico) o melasma (non strettamente gravidico), e che vengono pressocchè esclusivamente alle donne (anche se ho visto diversi maschi con melasma) appaiono sul viso in modo piuttosto simmetrico su fronte, guance, baffo, hanno brordi frastagliati e irregolari, si dispongono come una "colata" più scura, spesso sulla fronte c'è una macchia tonda od ovale unica. Si formano in seguito ad una iperproduzione di melanina da parte di alcuni melanociti che si ipereccitano e si mettono a lavorare come matti. Poi la melanina, sotto forma di granuli, si dispone più o meno profondamente. Più prondamente va a mettersi, più è lungo il trattamento del melasma stesso. Ma nessun trattamento schiarente sarà utile, se prima non si acquietano i melanociti, e non si fa in modo che la smettano di iperprodurre melanina. Altrimenti sarebbe come arginare una perdita d'acqua mettendo un tappo, e non curando il problema alla fonte.
Perchè i melanociti - che sono le cellule dell'epidermide adibiti a produrre la melanina, cioè il pigmento scuro responsabile di abbronzatura e colore della pelle- si sovreccitano?
Perchè sono le cellule più simpatiche, ma più pazze e incazzose che abbiamo nell'epidermide. Sono dei piccoli laboratori biochimici. Sotto stimolo di luce e sole, si mettono a produrre melanina. Per farlo, assorbono i riconoscono le diverse bande di raggi solari. I melanoci sono molto simili ai neuroni- stessa derivazione embrionale (ectodermica - mica per niente si dice che la pelle è il nostro cervello esterno), stessa forma dendritica (hanno dei bei tentacolini che si insinuano tridimensionalmente tra le altre cellule), stessa capacità di produrre sostanze.
Stessa ipersensibilità e reattività incazzosa!
Avete mai notato che quando ci si ferisce, l'ultima cosa che va a posto dopo la guarigione è il colore della pelle? (in sede di cicatrice, la cute riman a lungo o più scura, o più chiara). La risposta del melanocita ai diversi stimoli è geneticamente determinata, alcune persone producono più melanina, e altre meno. La pelle insultata da svariati insulti fisici o chimici, può reagire con iper o ipopigmentazioni post infiammatorie.
Ed eccoci al melasma. Ci vuole una indubbia predisposizione costituzionale. Spesso si forma per un motivo (ormonale, da prodotti applicati, da sensibilizzazioni alla luce, eccetera), ma spesso non si trova alcun motivo apparente.
Uno dei motivi più frequenti di formazione di melasma è una overdose di sole, luce, e soprattutto lampade UVA negli anni precedenti.
Come detto, in persone predisposte.
L'abuso (e direi più che abuso) di peeling ed esfoliazioni che sono stati fatti negli ultimi anni sulle pelli collettivi (AHA'S come glicolico, lattico, piruvico, mandelico) e salicilico, assottigliando il corneo e rendendo la cute più esposta e sensibile all'azione dei raggi solari, ha portato a un netto aumento di questo problema.
Ma come, direte voi: i peeling si fanno per eliminare le macchie!
Ed è una gran caxxata, dico io: al momento magari vanno, poi tornano più floride e vispe di prima - se non si seguono determinate precauzioni. E questo perchè? Ma perchè il melanocita s'incazza di brutto! E iperproduce.
L'eccesso di esfoliazioni porta inoltre alla formazione di radicali liberi ad oltranza, con accumulo di fenomeni degenerativi che portano ad un peggioramento e a una stabilizzazione delle macchie stesse.
E' soprattutto la banda lunga dei raggi solari, quella degli UVA compresa tra i 320 e i 380 nanometri, ad essere responsabile della neoformazione di melanina. Gli UVA sono presenti nella luce tutto l'anno, passano i vetri, passano le nuvole. Sono raggi deboli, ma subdoli, numerosissimi e pure belli fetentelli.
Per questo quando si hanno macchie non vale la regola del proteggersi al sole. Bisogna proteggersi SEMPRE!!!
Ed ecco che la cura del melasma è una delle cure più noiose e frustranti che ci siano, visto che tutte le cure urto (a partire dal laser) rischiano di fare peggiorare la situazione. Bisogna andare a monte di tutto, e proteggere il melanocita dall'incontro coi raggi solari, UVA e UVB. Il melanocita va protetto, blandito, coccolato, addolcito. Altro che preso a pugni. Occorrono almeno 12-18 mesi di protezione continua per rimettere in riga il melanocita, e fare in modo che si acquieti definitivamente (fermo restando che la predisposizione genetica al melasma rimane).
Quindi, qualsiasi crema o prodotto o molecola o trattamento si usi come schiarente, non servirà a un tubo - o servirà molto poco - se la pelle non si protegge costantemente 24/24 7/7 (ovvero 24 ore su 24, 7 giorni su 7) dalla luce. Anche dalla flebile luce invernale. Con fattori di protezione 50+ (e qua non chiedetemi quali....non me ne piace davvero nessuno! E quelli più efficaci rendono l'aspetto vagamente fantasmatico perchè contengono biossido di titanio e ossido di zinco non micronizzati, quindi Casper-like) - In genere consiglio il prototto 50+ che più piace, con sopra il trucco che fa ulteriore barriera, più stick da portarsi dietro e se il sole è notevole, va messo ogni ora.
L'ho detto che è una cura frustrante e noiiosa!
Ma se ai solari si abbinano molecole antiossidanti topiche, ecco che il melanocita si acquieta ancora meglio, si calma la pelle (gli antiossidanti topici evitando le irritazioni da accumulo radicalico, agiscono anche come lenitivi), e si aiuta in modo fisiologico e non insultante la progressiva scomparsa e diminuzione del melasma.
Che fare?
I vari prodotti schiarenti (in farmacia ce ne sono davvero a bizzeffe, e qua ne sono stati recensiti diversi) servono, se si applicano sapendo che la pelle va protetta di giorno ai massimi, e sapendo che sotto al solare, di giorno, è bene applicare molecole antiradicaliche (tipo vitamina C, per dirne una), e se si assumono anche per bocca, meglio ancora.
Tra i più efficaci schiarenti, ci sono i farmaci: l'idrochinone in Italia può essere prescritto dal dermatologo, e i farmacisti possono fare una preparazione galenica (molti lo fanno), e rimane uno degli schiarenti più efficaci. La formula di Kligman rimane per sempre uno schiarente efficace (va prescritta, perchè è a base di acido retinoico, idrochinone e idrocortisone), o la possono preparare i farmacisti: ma vi invito tassativamente a parlarne col dermatologo. In svizzera vendono una forumula kligman pronta che si chiama triluma - ma cosa una cifra esagerat (330 franchi). Arrivando il sole italico, questi prodotti possono essere sospesi.
Ma non è che gli schiarenti in commercio (brunex, iklen, e i molti altri con glicolico, cogico, arbutina, fitico, eccetera eccetera eccetera) non funzionino: funzionano se di giorno la cute viene totalmente protetta dalla luce. Cura noiosa, ma efficace.
Tutte le irritazioni e gli insulti fanno correre il rischio di peggiorare la situazione: anche i peeling devono essere pochi, fatti abbinandoli poi a trattamenti a casa lenitivi, antiradicalici e protettivi.

Spero di essere stata chiara... :)


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 17/03/2008, 12:59 
Non connesso
Moderatrice Spignattante
Moderatrice Spignattante
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 15:47
Messaggi: 6621
Località: provincia di GO
Trotula... che dire... mi hai fatto capire alcuni miei errori... e anche il perchè mi si sta formando una macchia sulla tempia sx... guarda caso quella rivolta verso la finestra in ufficio... ed io che pensavo cheil vetro proteggesse :(

GRAZIE!!!!!!!!
...

_________________
ciao Immagine
Hai dubbi sulle regole del forum? Leggi QUI e non fingere di averlo fatto... perchè tanto noi ti becchiamo!!!


Ultima modifica di gigetta il 17/03/2008, 13:03, modificato 1 volta in totale.

Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 17/03/2008, 13:02 
Non connesso
maestrina moderatrice
maestrina moderatrice
Avatar utente

Iscritto il: 07/10/2006, 16:39
Messaggi: 10505
Trotula ... grande!
Io aggiungerei che questo passaggio fondamentale sui trattamenti possibili:
al momento magari vanno, poi tornano più floride e vispe di prima - se non si seguono determinate precauzioni. E questo perchè? Ma perchè il melanocita s'incazza di brutto! E iperproduce
vale anche per i vari tipi di laser, che ancora più degli acidi causano reazioni post-infiammatorie.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: macchie scure
 Messaggio Inviato: 17/03/2008, 14:35 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 04/03/2008, 17:38
Messaggi: 33
grazie mille alla dermatologa !!! Risposta veramente esaustiva.
E' veramente stressante combattere con le macchie ed è pure costoso.
Ho notato un miglioramento con l'acido glicolico, il prodotto di canova per due mesi , a gennaio, poi con un peeling leggero qualcosa è andato via lasciando una post infiammazione, alone di sottofondo e comunque il peeling ha fatto uscire altre macchiette qua e là.
Ero tentata di andare, non adesso, a fare il laser CO2 frazionato perchè il chirurgo dice che il peeling fissa le macchie, la derma invece dice che il laser non me lo consiglia perchè sono un fototipo 3 o 4. Ognuno dice la sua !!!
[no linguaggio sms] nel frattempo la mia pelle sta urlando, ho eliminato gli acidi e mi sono ordinata la crema all'uva ursina di fitocose, almeno spero di limitare i danni della prox estate. Uso Heliocare 90 tutti i giorni. Pr l'infiammazione mi sto lavando il viso con l'amido di riso che è l'unica cosa che mi toglie bruciori vari. Mi manca la vitamina C, poi a settembre rivedrò la situation.

saluti
Patty


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 18/03/2008, 17:48 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 04/03/2008, 17:38
Messaggi: 33
io so cche fra gli acidi e il leggero peeling di un mese fa, la mia pelle in alcune zone mi brucia ed è diventata molto reattiva. Così mi sto domandando
quanto tempo ci impiega la pelle, seppur macchiata, a tornare al suo naturale ripristino. Che devo mettere per non sentire sta pelle così intoccabile ?


ciao a tutte
Patty
[smilie=color_.gif]


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 20/03/2008, 14:46 
 
Patty ha scritto:
quanto tempo ci impiega la pelle, seppur macchiata, a tornare al suo naturale ripristino. Che devo mettere per non sentire sta pelle così intoccabile ?



Quanto tempo?
Boccia di cristallo davanti, ti dico 34 giorni, 15 ore e qualche maciata di minuti :D:
A parte gli scherzi, occorre del tempo, che varia da pelle a pelle, da persona a persona, e da danno a danno. Oltre he da quello che si fa.

Nella mia esperienza ho notato che quando la pelle è stata portata a gradi estremi di esasperazione (leggi, qualsiasi cosa le si metta sopra brucia, pizzica, dà fastidio) è meglio applicare unguenti anidri (ovvero senza acqua) oppure emulsioni acqua in olio (dove la fase oleosa prepondera):
l'olio svolge una azione calmante e non brucia la pelle.
Quindi:
o olio di semi di ribes o di borraggine, o burro di karitè puro, o un bell'unguento all'ossido di zinco che NON E' la pasta all'acqua, come la crema baby weleda calendula e ossido di zinco.

Per pulire il viso usa una acqua detrgente - non so l'inci del Tolériane eau demaquillant La Roche Posay, ma quello o cose simili vanno benissimo.


Nota- questi suggerimenti li ho dati a Patty per questo tipo di problema (pelle che brucia post eccesso di peeling e acidi). Non sono universali!


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 20/03/2008, 16:03 
 
C'è un po' di confusione e non è assolutamente colpa vostra....infatti molte aziende vendono "paste" con osido di zinco che con la pasta all'acqua non hanno nulla a che vedere!!!!
La pasta all'acqua galenica autentica NON HA OLII - è solo GATO (Glicerina, Acqua distillata, Talco veneto, Ossido di zinco). Quindi calma, lenisce ma asciuga. Non idrata.
Gli UNGUENTI all'ossido di zinco sono più grassi (infatti in genere il termine unguento indica un prodotto o privo di acqua, oppure con poca acqua - ovvero emulsione grassa A/O).
Paste privi di olii, unguenti, emulsioni hanno funzioni e indicazioni diverse...


:)


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 26/03/2008, 21:04 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 19/04/2007, 15:47
Messaggi: 203
C'è qualche anima pia che può rispondere al mio inverosimile quesito? :roll:

Mi accade una cosa assurda: una macchiazza (grossina) sul mento... che si vede solo in determinate condizioni di luce! :oo:
L'ho scoperta allo specchietto dell'auto, dove si vedeva benissimo. Poi vado a casa e... non c'è nulla. Ad un altro specchio si intravede qualcosina, ma gli altri non vedono niente e mi prendono per pazza. Cosa diamine accade?
In sintesi: possibile che una macchia che si sta formando sia come "sottopelle", ovvero visibile in certe condizioni di luce e altre no?
E poi: cosa sarà di me? Avrò un'orrenda macchiona sul mento molto presto????

(Preciso: mai acidi, mai peeling, mai sole o quasi da anni, il massimo dell'aggressivo la vit. C e DMAE. Arrghhh sarò vecchia???)
:cry:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 26/03/2008, 23:48 
Non connesso
Moderatrice Spignattante
Moderatrice Spignattante
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 15:47
Messaggi: 6621
Località: provincia di GO
purtroppo le macchie sono più visibili con certi tipi di luci, quasi invisibili con altre :roll:

PS: prendi per caso la pillola? perchè può essere una delle cause...

_________________
ciao Immagine
Hai dubbi sulle regole del forum? Leggi QUI e non fingere di averlo fatto... perchè tanto noi ti becchiamo!!!


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 27/03/2008, 0:04 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 19/04/2007, 15:47
Messaggi: 203
... no neanche la pillola, non faccio nulla di nulla di ciò che fa rischiare le macchie...
:cry:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 27/03/2008, 10:09 
 
La lampada di Wood (che emette UVA nella banda dei 340-400 nanometri) evidenzia il melasma e altre chiazze, per cui se le sorgenti di luce hanno bande in questa lunghezza d'onda, ecco che si evidenziano (capite quello che dico se guardate il colore della vostra pelle facendo una lampada abbronzante a UVA).
Qundi karitosa non ha le visioni :)


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 27/03/2008, 19:55 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 30/01/2008, 13:37
Messaggi: 329
Località: Trento
La Dermatologa dice :

"l'eccesso di esfoliazioni porta ad un accumulo di radicali liberi ecc"

Quindi quiale sarebbe un uso corretto degli esfolianti? Per quanti mesi all'anno? Con quale frequenza?

_________________
Francesca


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 28/03/2008, 20:25 
 
azahar751 ha scritto:
Quindi quiale sarebbe un uso corretto degli esfolianti? Per quanti mesi all'anno? Con quale frequenza?


azahar è impossibile generalizzare, la pelle di ognuno di noi non si può curare seguendo un libretto di istruzioni standard come fosse un lettore dvd o un elettrodomestico... ;) l'uso corretto di efolianti per il tuo tipo di pelle (sempre che gli esfolianti ti servano, e in caso positivo, quali ti servano) è da valutare su base individuale.
L'esperto, vedendoti, studiando la tua pelle, valutandola, facendoti delle domande anamnestiche eccetera, potrebbe essere preciso. Ma tu stessa puoi diventare l'esperta numero uno della tua pelle, soprattutto se non hai problemi particolari di dermatosi o reattività o problemi da correggere, come?
Studiandoti, valutando come sta e come si comporta e come reagisce la pelle, e soprattutto procedendo per gradi.
E facendo piccoli passi.
Per esempio, stabilisci, dopo avere letto un po' di topic, che ti potrebbe giovare una esfoliazione. A quel punto parti delicata, informandoti su quale prodotto può essere più indicato per il tuo particolare tipo di pelle, e la tua speciale reattività cutanea, e il tuo tipo di vita (per es, chi vive all'aperto ha necessità diverse rispetto a quelle di chi studia tutto il giorno in casa. Chi insegna nuoto in piscina non può curare la pelle come chi fa il controllore delle funivie...). Meglio urea, o lattico, o glicolico, o salicilico?
Ovvio che è più facile confrontarsi con un esperto o un professionista, ma ho l'impressione che l'accurata lettura di questo forum, magari postando domande precise e specifiche su dubbi non generici, ma specifici - possa aiutare molto.


Ecco, è assolutamente impossibile rispondere alla tua domanda, se non con un "vai prudente" , sempre e comunque :)


Top 
  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 29/03/2008, 0:46 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 30/01/2008, 13:37
Messaggi: 329
Località: Trento
Grazie :) Trotula,
usare per circa 4-5 mesi d'inverno il gel schiarente Fitocose all'acido kojico mi ha fatto quasi scomparire le macchie della precedente gravidanza. Adesso ho fatto il gel al lattico (acido lattico 10%, ph 4 circa) che è abbastanza esfoliante e mi lascia la pelle ancora più luminosa del gel Fitocose. Naturalmente ho smesso di fare lampade e soprattutto quest'anno (sono incinta) non prenderò sole sul viso e userò una protezione alta, occhiali, cappello ecc.
Con tutte queste premesse mi chiedevo se, appunto, usare da ottobre a marzo/aprile dei prodotti esfolianti SOLO LA SERA sia un'esagerazione.
E aggiungo che la mia pelle non è mai stata così bella (e io che pensavo che solo l'abbronzatura rendesse belli ;) )

_________________
Francesca


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 29/03/2008, 9:09 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 35666
Località: Monfalcone
Che tu li usi (i prodotti esfolianti) la sera o la mattina è uguale, il rischio macchie brune c'è comunque perchè assottigliano la pelle.

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 29/03/2008, 9:37 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 30/01/2008, 13:37
Messaggi: 329
Località: Trento
Lola ha scritto:
Che tu li usi (i prodotti esfolianti) la sera o la mattina è uguale, il rischio macchie brune c'è comunque perchè assottigliano la pelle.


Io ho iniziato ad usarli proprio perchè avevo delle macchie dovute al sole preso in gravidanza.
Però da quel che ho capito se li uso in inverno e poi in estate metto la protezione totale e cerco di non prendere il sole il rischio di nuove macchie brune dovrebbe essere limitato, mi sbaglio?

_________________
Francesca


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 30/03/2008, 15:58 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 04/03/2008, 17:38
Messaggi: 33
Buona Domenica atutte .
Domanda : ho un flacconcino di Idrochinone liquido al 2%, mi chiedevo se è fotosensibile, se si può usare mischiato con della crema, tipo karitè con aggiunta di vitamina C siero...So che è o può essre un pò tossico ma potrei provare almeno per un mese prima del grande sole. Che ne dite?

salute
Patty

NON MI MANDATE A QUEL PAESE !!!


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 30/03/2008, 21:17 
Non connesso
Moderatrice Spignattante
Moderatrice Spignattante
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 15:47
Messaggi: 6621
Località: provincia di GO
Patty, hai letto il magnifico post di trotula??? (pag. 1)
L'idrochinone può essere usato solo sotto controllo e ricetta medica (di un dermatologo)... quindi qui niente consigli, devi andare dal tuo dermatologo.

_________________
ciao Immagine
Hai dubbi sulle regole del forum? Leggi QUI e non fingere di averlo fatto... perchè tanto noi ti becchiamo!!!


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 05/04/2008, 18:13 
 
Comunque no, non mesclare l'idrochinone alla tua crema, faresti un pasticcio inenarrabile.
Semmai sulla pelle pulita, ti fai delle toccature usando un cotton fiocc (toccature della soluzione di idrochinone al 2% sulla macchia, intendo!), e poi, dopo che si è asciugato, metterai il tuo prodotto viso.
Ti consiglio l'applicazione notturna.


Top 
  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 289 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 15  Prossimo

Indice » I vostri problemi di pelle e capelli » Trattamenti per il viso


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Hosted by MondoWeb. Viaggi