Registrati    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Ingredienti dei cosmetici


Regole del forum


in questa sezione NON SI POSTANO INCI



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 41 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 18/09/2017, 21:25 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 35457
Località: Monfalcone
Mi interessava sapere se i prodotti erano addensati o erano liquidi, per capire se si può parlare di rmulsione. Il 4% di grassi non è molto e in un prodotto denso stanno tranquillamente in sospensione per un certo tempo.

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 18/09/2017, 21:52 
Non connesso
Spignattatrice
Spignattatrice
Avatar utente

Iscritto il: 10/12/2013, 21:23
Messaggi: 1039
Località: Nemi (Roma)
Entrambi consistenza siero. piuttosto liquidi, tranquillamente da pompa. Il siero era così ossidato che l'ho buttato, non ricordo se ho ancora del contorno occhi, ci guarderò

_________________
Corniola


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 19/09/2017, 7:25 
Non connesso
Spignattatrice
Spignattatrice
Avatar utente

Iscritto il: 04/02/2012, 15:52
Messaggi: 5291
Località: ...nell'insediamento celtico di Monterenzio
Credo che un risultato pressoché analogo si possa ottenere utilizzando un carbomer, allo 0.10-0.15%.

Comunque entrambi risentono dell'inserimento di sali, quindi entrambi si depolimerizzano con sodium PCA o sodio lattato. Quindi il comportamento diventa analogo.


Nella mia esperienza, Aristoflex è un ottimo polimero che serve ad abbassare la quota di carbomer in formula, quindi evita il budinamento delle emulsioni.
Favorisce un bel pick up, rende la texture più leggera ( ma credo sia anche dovuto alla quota minore di carbomer).
Io non lo uso al di sopra dello 0.35, pena la fastidiosa tendenza a "riportare a galla" l'olio della formula; che non significa separazione, ma uno skin feel meno confortevole e più untuoso.
In conclusione, trovo sia un polimero perfetto da utilizzare in accoppiata con i carbomer, come ripeto a una percentuale non superiore allo 0.4.
Ho provato a usarlo coi Pemulen, risultati disastrosi ( nelle mie mani).

_________________
Immagine


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 19/09/2017, 8:42 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 24/05/2015, 18:32
Messaggi: 652
ma in accoppiata con un altro emulsionante, per non mettere altre cere quindi nella fase grassa, non è poco?


Anch'io ho letto che può essere usato come emulsionante, ma non lo userei mai come tale! Come coemulmulsionante si! Anche come gelificante stando attento a ciò con cui è incompatibile. Per avere uno skin feel più confortevole :)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 19/09/2017, 9:32 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 35457
Località: Monfalcone
Aggiungo di fare grande attenzione a quello che ha detto Stregonza sulla reologia: mi sono accorta, usando una crema corpo che lo conteneva allo 0.5%, che pur essendo spalmabile assorbibile e leggera non appena sudavo un attimo (e stiamo parlando degli stinchi, che non sono esattamente una parte soggetta a grande sudorazione) si bagnavano come se avessi una copertina. Parlandone con lei mi ha confermato questo fatto e che lo 0.5% a suo avviso era troppo alto.
Per quanto riguarda la capacità emulsionante, il produttore dice che c'è.
Io di mio dico che si possono fare questi giochetti ma la reologia ne risente, che l'olio è poco legato in questi emulsio-gellanti e tende sia a tornare fuori dopo, con lucidature poco gradite, sia rende la spalmabilità meno ricca di quanto faccia un normale emulsionante. Per questo motivo non gradisco questo tipo di prodotti e continuerò ad usarlo solo come gelificante in cascata con altri.

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 19/09/2017, 10:34 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 24/05/2015, 18:32
Messaggi: 652
sono d'accordo con te e lo userò solo come gelificante :)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 19/09/2017, 11:27 
Non connesso
Spignattatrice
Spignattatrice
Avatar utente

Iscritto il: 04/02/2012, 15:52
Messaggi: 5291
Località: ...nell'insediamento celtico di Monterenzio
Guarda Lola, nella mia esperienza SOLO i Pemulen possono essere considerati emulsiogellanti.
Il carbomer sicuramente tende a "sopportare" quantitativi limitati di oli ( vedi il gel che ho fatto quest'estate), ma non si puó considerare un vero emulsionante. Aristoflex men che meno.
Sono i Pemulen che sono stati studiati apposta ( specie il Tr2) per emulsionare anche grandi quantità di lipidi ( addirittura fino al 20-25%, per il Tr2). Ed infatti hanno la sgradevole tendenza a rendere le creme budinosissime, se si usano alle percentuali riportate in scheda tecnica ( ho provato a replicare formule viste su formulari, e ho avuto sempre quel risultato, alle percentuali indicate dalla casa produttrice).

@marinella: per niente al mondo io considererei Aristoflex un coemulsionante.

_________________
Immagine


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 19/09/2017, 11:31 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 35457
Località: Monfalcone
Ho letto la scheda e dicono che dà "superior stability even in the absence of additional emulsifier" quindi vuol dire che regge. Come faccia a farlo, se sia per densità o per deboli legami con le micelle di olio, io non lo so e loro sono vaghi.

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 19/09/2017, 12:43 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 24/05/2015, 18:32
Messaggi: 652
Grazie strega :)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 23/09/2017, 8:10 
Non connesso
Spignattatrice Esperta
Spignattatrice Esperta
Avatar utente

Iscritto il: 10/06/2013, 18:27
Messaggi: 686
Località: Torino
Sicuro ha forti capacità sospendenti verso le sostanze insolubili (basse percentuali di oli, polveri ecc), proprio a causa della struttura crosslinkata del polimero. Però regge molti meno grassi rispetto ai pemulen. Questa capacità sospendente è indipendente dalla viscosità del prodotto. Io l'ho usato anche per riprodurre quei tonici lattiginosi e iperfluidi che vanno di moda adesso. Quello che ho notato è che sospende benissimo le polveri, anche in prodotti poco viscosi. Non precipitano neanche con il tempo. Per quello che riguarda i sieri se ci sono pochi grassi e se si trova il giusto rapporto tra percentuale di aristoflex e sali in formula (anche in vista della viscosità che si vuole ottenere) confermo che regge, e anche molto bene. Con il mg alluminio silicato da prodotti piuttosto piacevoli, ma come hanno già ribadito su bisogna stare attenti con le percentuali e preferibilmente usarlo in mix con altri modificatori reologici.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 23/09/2017, 21:21 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 01/04/2010, 15:55
Messaggi: 350
Località: Civitanova Marche
Ho letto tutta la discussione perchè ero curiosa di capire meglio questa materia prima e perchè in rete a volte lo definiscono emulsionante e altre gelificante.
Ora ho capito che va scartato per emulsionare e funge come gelificante ma perdonatemi sono ancora confusa sulla differenza col carbomer: regge più attivi smontanti, dà crema più lucida, va usato da solo o insieme al carbomer?e


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 20/11/2017, 19:40 
Connesso
Spignattatrice Esperta
Spignattatrice Esperta
Avatar utente

Iscritto il: 28/06/2009, 15:33
Messaggi: 4038
Località: Biella tra 'l monte e il verdeggiar de' piani
Ho usato ieri per la prima volta l'aristoflex, allo 0,2%, disperso negli esteri: ne ho messi 0,4g in 9g di esteri ma, nonostante varie frullate con l'aerolatte sono rimasti dei granellini non ben dispersi. Nell'emulsione, fatta a freddo con emulsol ow e contenente anche carbomer, si vedeva qualche grumetto di gel e ho dovuto usare il minipimer più del solito....C'è qualche accorgimento per disperderlo meglio, forse gli esteri erano troppo pochi?

_________________
Immagine

Gli anni, più si consumano e più diventano preziosi. J.W. Goethe


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 20/11/2017, 20:44 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 35457
Località: Monfalcone
ho avuto i tuoi stessi problemi.

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 20/11/2017, 21:10 
Connesso
Spignattatrice Esperta
Spignattatrice Esperta
Avatar utente

Iscritto il: 28/06/2009, 15:33
Messaggi: 4038
Località: Biella tra 'l monte e il verdeggiar de' piani
Allora non ho speranze :D:

_________________
Immagine

Gli anni, più si consumano e più diventano preziosi. J.W. Goethe


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 21/11/2017, 8:30 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 35457
Località: Monfalcone
non so come fanno le altre ma ho il sospetto che in acqua sia meglio. Barbara.s forse lo mette in acqua.

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 21/11/2017, 8:45 
Non connesso
Spignattatrice
Spignattatrice
Avatar utente

Iscritto il: 04/01/2014, 23:04
Messaggi: 1908
Località: Bergamo
Io l'ho sempre messo in acqua ad idratare, stesso procedimento che facciamo con il carbomer.

_________________
- Dopo un pò impari la differenza tra tenere una mano e incatenare un'anima -
(\ /)
( . .) ♥

c(")(")


crea ricette ed etichette per i tuoi spignatti


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 21/11/2017, 9:00 
Non connesso
Spignattatrice Esperta
Spignattatrice Esperta
Avatar utente

Iscritto il: 10/06/2013, 18:27
Messaggi: 686
Località: Torino
Io non ho nessun problema a inserirlo in fase grassa predisperso negli esteri, ma neanche in fase acquosa, non noto differenze. L'unica volta che ho avuto qualche grumetto è stata quando l'ho versato direttamente nella fase grassa già calda perché me l'ero completamente scordata. Ho dato qualche colpetto in più di minipimer e si è disperso perfettamente.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 21/11/2017, 15:01 
Connesso
Spignattatrice Esperta
Spignattatrice Esperta
Avatar utente

Iscritto il: 28/06/2009, 15:33
Messaggi: 4038
Località: Biella tra 'l monte e il verdeggiar de' piani
Proverò ad idratarlo in acqua, poi riferirò.

_________________
Immagine

Gli anni, più si consumano e più diventano preziosi. J.W. Goethe


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 22/11/2017, 18:24 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 17/07/2010, 15:02
Messaggi: 2416
Località: A Est di Milano, sulle rive del Naviglio
Io lo metto in acqua.

_________________
Noi donne cerchiamo degli uomini che ci facciano girare la testa; purtroppo troviamo quelli che ci fanno girare le palle.

Quando ti dicono che sei troppo giovane per fare qualcosa, ricordati che Paul McCartney ha scritto 'Yesterday' quando aveva ventitré anni.

I am a drinker with writing problems.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Aristoflex avc
 Messaggio Inviato: 19/01/2018, 10:07 
Connesso
Spignattatrice Esperta
Spignattatrice Esperta
Avatar utente

Iscritto il: 28/06/2009, 15:33
Messaggi: 4038
Località: Biella tra 'l monte e il verdeggiar de' piani
Nella mia ultima crema ho idratato lo 0,3% di aristoflex in acqua e, sebbene abbia dovuto dividere l'acqua perchè ho usato 4 gelificanti diversi, non mi ha dato nessun problema.
Credo proprio che continuerò a metterlo nell'acqua.

_________________
Immagine

Gli anni, più si consumano e più diventano preziosi. J.W. Goethe


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 41 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Ingredienti dei cosmetici


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 18 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Hosted by MondoWeb. Viaggi