Registrati    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Ingredienti dei cosmetici


Regole del forum


in questa sezione NON SI POSTANO INCI



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 154 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 8  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Vitamina C
 Messaggio Inviato: 27/02/2007, 11:31 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 01/10/2006, 21:12
Messaggi: 533
Località: Torino
Dunque da tempo mi chiedo quali siano le differenze della Vitamina C nelle sue varie forme: ascorbyl tetraiso ecc, Magnesium Ascorbyl phosphate, ascorbyl palmitate.. quale preferire nei cosmetici e perchè ?

(escludiamo l'acido ascorbico per chi non ha voglia di farsi la crema/siero ogni 3 gg :roll: )

Grazie in anticipo :D


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 28/02/2007, 17:14 
Non connesso
Spignattatore Esperto
Spignattatore Esperto

Iscritto il: 03/10/2006, 9:54
Messaggi: 4666
Rimetto qui quanto scritto dall'altra parte così facciamo le cose ordinate :D

Aggiungo solo che da quanto ho capito i derivati stabili di ascorbico si devono poi convertire in ascorbico sulla pelle per funzionare... un po' il discorso del tocof.acetato


Il problema è che sembra che ognuno sulle varie forme di vit C tiri l'acqua al suo mulino.

Pinnel dice che solo la forma L-ascorbico funziona

BASF dice che l'ascorbil palmitato funziona alla grande

Nei cosmetici 'fighi' usano il MAP (idrosolubile) dicendo che è equiparabile a L-Ascorbico con il vantaggio di non ossidarsi
Da ultimo è arrivato il costosissimo Ascorbyl Tetraisopalmitate (liposolubile) su cui devo ancora approfondire.

Io sono sempre dell'idea che per uso casalingo L-ascorbico è imbattibile x costo\benefici . Basta usare una provettina con tappo (falcon) da 10ml e buttare il siero al terzo giorno con uno spreco di pochi ml .. (vedi questo topic: [url=http://lola.mondoweb.net/viewtopic.php?f=19&t=1521&hilit=cebion
]tonico alla vitamina C pura[/url]
MAP (magnesio ascorbil fosfato) o SAP (sodio ascorbil fosfato) nelle creme\sieri che non si ha voglia di rifare ogni tre per due

Preferirei MAP a ad ascorbyl palmitate perchè in base ad uno studio trovato risulta più stabile

"Stability of vitamin C derivatives in solution and topical formulations."
Austria R, Semenzato A, Bettero A.
Universita di Padova, Dipartimento di Scienze Farmaceutiche, Italy.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 07/04/2008, 12:24 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 28/09/2006, 19:58
Messaggi: 833
Località: Bologna, per caso
Io ho a casa sodio ascorbil fosfato...
C'è qualche ingrediente, come lo ialuronico, che è sconsigliabile da usare con la vit.c? :)
O posso formularla come qualsiasi altra crema?
Il motivo della mia domanda è che mi ssono fatta quest'idea (sbagliata?) che la vit.c è, in qualche modo, "delicata".

_________________
Time you enjoy wasting was not wasted - John Lennon


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 21/04/2008, 17:25 
Non connesso
Spignattatore Esperto
Spignattatore Esperto

Iscritto il: 03/10/2006, 9:54
Messaggi: 4666
Delicata no ( i derivati stabili) ma .. ti 'ammollano' sempre un po' le creme.

Il mio consiglio è di non stare a diventare matti con la consistenza e fare una crema fluida da usare in dispenser.


Il SAP è BASICO di brutto. Quindi tenetelo in conto quando fate la crema.

Si usa a % non troppo alte .. 1-2% di solito.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 22/04/2008, 11:47 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 09/05/2007, 20:37
Messaggi: 85
ma spignattando con ascorbico e derivati bisogna evitare tutto cio' che puo' contenere minerali o metalli?

quindi bisognerebbe evitare qualsiasi estratto vegetale...o no?

:roll:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 22/04/2008, 15:55 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 28/06/2007, 22:13
Messaggi: 254
Località: prov. di Udine
Sentite, io a casa ho un siero alla vitamina c da un paio di settimane. Lo conservo nel cassetto per ripararlo dalla luce, ma l'aria la prende per forza ogni volta che apro il flacone. Qui leggo che un cosmetico all'acido ascorbico dura al massimo tre giorni e la cosa mi deprime :?
Secondo voi quante possibilità ci sono che non si sia ancora ossidato?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 22/04/2008, 17:02 
Non connesso
Spignattatore Esperto
Spignattatore Esperto

Iscritto il: 03/10/2006, 9:54
Messaggi: 4666
@Hobo. Con L-ascorbico sicuramente. I derivati in una emulsione sono un po' più tolleranti. Onstamente un chelante però ce lo avrei messo...

@Jambi. Dipende da come è fatto il siero, se è stabilizzato o meno .. che ne so .. il C-E-Ferulic dura un bel po' ...
Parliamo dell'ossidazione di sieri casalinghi acqua+L-ascorbic acid...


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 22/04/2008, 22:02 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 09/05/2007, 20:37
Messaggi: 85
Anto, in pubmed c'e' una ricerca che dice:

...The magnesium salt of ascorbyl-2-phosphate was found to be equivalent to ascorbic acid in stimulating collagen synthesis in these assays, while the sodium salt required at least a tenfold greater concentration to produce the same effect as ascorbic acid.

che percentuale suggerisce secondo te?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 23/04/2008, 18:59 
Non connesso
Spignattatore Esperto
Spignattatore Esperto

Iscritto il: 03/10/2006, 9:54
Messaggi: 4666
@Hobo: quando ho preso il SAP, di getto l'ho usato al 5% e ... non riuscivo ad acidificarlo neanche a morire. Mi dava un ph tipo 11 o 12 una roba assurda e l'acido lattico gli faceva un baffo.

Guardando la scheda tecnica ho visto che addirittura te lo danno 0.2 - 1 % :oo:

Anche per me L-ascorbico rimane il top ma tant'è ..

Tu l'hai spignattato il SAP ? Secondo me x 'ammazzarlo' serve un AHA (che oltretutto lo veicolerebbe meglio)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 10/05/2008, 22:47 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 19/02/2008, 12:10
Messaggi: 233
scusate ma sono una sempliciotta e non capisco che cosa sia in pratica l'acido L-ascorbico, ossia come si presenta e dove si può trovare (sulla polvere che ho comprato per fare il tonico c'è scritto solo 'acido ascorbico').
vorrei qualche piccolo suggerimento pratico per fare anche io un siero con questo acido L-ascorbico o eventualmente aggiungerlo a qualche crema senza combinar corbellerie.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 10/05/2008, 23:00 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 16/11/2006, 22:55
Messaggi: 1484
Località: UK
parvin, usa tranquilla il tuo acido ascorbico per il siero, ma nelle creme non se puede :? non e' stabilizzato, campa troppo poco tempo per tenerlo in una crema, finisce che ti spalmi addosso un'ossidante, yuk!


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 10/05/2008, 23:26 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 01/10/2006, 21:12
Messaggi: 533
Località: Torino
Se non ricordo male l'acido ascorbico quando si ossida perde solo il potere antiossidante, ma non è dannoso :)

Parvin la L davanti sta per levogiro, dovrebbe essere più efficace rispetto alla D.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 15/05/2008, 10:54 
Non connesso
Spignattatore Esperto
Spignattatore Esperto

Iscritto il: 03/10/2006, 9:54
Messaggi: 4666
Argh .. è da un po' che non riguardo il malloppo stampato sulla C :roll:

-Se ossidata sicuramente non serve più a nulla. Se ossidata a causa di contaminanti metallici è anche pro-ossidante. Se ossidata x luce\aria\temperature mi sembra di ricordare un po' irritante e, anche se poco, pro-ox. Era un po' un casino.

I miei neuroni hanno trattenuto dopo l'enfasi iniziale solo il concetto pratico e cioè che NON deve ossidarsi.

Sull'L-ascorbico in emulsione ricordo che esistono dei brevetti di emulsioni multiple in cu 'intrappoli' l'ascorbico.

Sono difficili da fare e non è una cosa 'casalinga' e mi sa dai dubbi risultati visto che Lola mi diceva che una crema di una prestigiosa marca aveva lo strato superiore bello ingiallito.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 26/05/2008, 19:47 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 09/05/2007, 20:37
Messaggi: 85
mi aggancio al topic :

ho avuto dalla mia farmacia un po' di campioncini di skinceutical c+e+ferulic.
Ne ho aperto soltanto uno e il colore e' giallino...


è normale? qualcun'altro ha gia' usato skinceutical?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 26/05/2008, 20:41 
Non connesso
Spignattatore Esperto
Spignattatore Esperto

Iscritto il: 03/10/2006, 9:54
Messaggi: 4666
Si, è la vitamina E (tocoferolo - non acetato) che secondo me da il colore e in parte .. l'odore schifido (anche il ferulico non scherza)

Puzza vero? e unge pure :roll:

Però funziona molto bene grazie ai veicolanti.

Quando l'ho provato mi sono detto una cosa : Se l'informazione è giusta, il prodotto valido, il marketing adeguato NON è affatto vero che il consumatore vuole prodotti belli, spalmabili, profumati di fiori di campo, dalle confezioni accattivanti ....

Secondo me hanno avuto un gran coraggio.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 18/09/2008, 12:19 
Non connesso
novellino
novellino

Iscritto il: 27/07/2008, 14:17
Messaggi: 9
Ieri con una mia amica rilevavamo che c'è differenza tra la polverina che ti danno in una farmacia, e quella che ti possono dare in un'altra. In questo momento io ho due barattolini di acido L-ascorbico,presi in due farmacie diverse:in uno la polvere è finissima,"morbida", con un aspetto che somiglia alla farina; l'altra è finemente granulare,tipo zucchero. Le date di scadenza sono identiche (dicembre 2008). Abbiamo notato che mentre il primo si scioglie senza fatica in acqua demineralizzata, quello che pare zucchero rimane granellinoso per molto tempo, e bisogna girare con la spatolina di plastica molto a lungo prima di avere una soluzione decente,che però continua con i suoi granuli a "graffiarti" un po' il viso (cosa che non succede con la prima polvere,quella che sembra farina). Così, io uso la prima sul viso, e l'altra che si scioglie poco per os(adoro orripilare per il sapore acido). Secondo voi,a cosa può essere dovuta questa differenza? E tale differenza potrebbe significare una diversa efficacia dell'una rispetto all'altra,o un problema di conservazione,o che altro?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 19/09/2008, 16:02 
Non connesso
esimio cosmetologo
esimio cosmetologo

Iscritto il: 14/10/2006, 17:51
Messaggi: 94
Ciao Saleinzucca

La granulometria non pregiudica l’efficacia e a secondo del campo di applicazione la vitamina C può presentarsi di varie dimensioni di posto una scheda di un produttore di vitamina c da dove si può notare che viene prodotta in diverse dimensioni e dove viene utilizzata a seconda della granulometria.
Nota: se la vitamina C comincia a deteriorarsi tende ad assumere una colorazione giallastra dovuta all’ossidazione.


Gaton

Immagine

Immagine

Immagine


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 19/09/2008, 16:31 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 34844
Località: Monfalcone
Traduzione: se la forma in granelli tipo zucchero non ti piace passala al macinacaffè elettrico e otterai una polvere fine. :)

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 19/09/2008, 17:28 
Non connesso
esimio cosmetologo
esimio cosmetologo
Avatar utente

Iscritto il: 13/12/2006, 9:58
Messaggi: 689
Lola ha scritto:
Traduzione: se la forma in granelli tipo zucchero non ti piace passala al macinacaffè elettrico e otterai una polvere fine. :)


a meno che la formula a granuli grossi non sia la cosidetta VITAMINA C PROTETTA, cioè una forma di vitamina C rivestita di etilcellulosa o altro simile che circola abitualmente tra i farmacisti che forniscono preparazioni galeniche di vitamina C per uso os.

_________________
Paracelso -
stufo di bufale cosmetiche - http://www.nononsensecosmethic.org


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 20/09/2008, 19:03 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 19/04/2007, 15:47
Messaggi: 203
Ma esiste l'acido ascorbico "di sintesi"?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 154 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 8  Prossimo

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Ingredienti dei cosmetici


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Marinzola e 15 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Hosted by MondoWeb. Viaggi