Registrati    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Ingredienti dei cosmetici


Regole del forum


in questa sezione NON SI POSTANO INCI



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 217 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 11  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Dry Flo PC
 Messaggio Inviato: 24/01/2007, 18:12 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 02/10/2006, 17:51
Messaggi: 192
Località: varese
Buondi',

in che percentuali si puo' aggiungere alle creme viso?
c'e' un massimo da non superare? e con che oli si abbina bene? karite' e jojoba?

grazie a tutti

_________________
Elisa

..non esiste separazione definitiva finche' esiste il ricordo.. I.Allende


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 24/01/2007, 18:16 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 34512
Località: Monfalcone
Il dry flo è amido modificato (inci: aluminum starch octenyl succinate) ed è modificato affinchè:

-non sia più idrodisperdibile ma lipodisperdibile
-non crei geli collosi quando scaldato
-non sia attaccabile, in dispersione acquosa, dai batteri.

Praticamente perde i difetti dell'amido, mantenendone i pregi. Serve a dare effetto asciutto e setoso alla pelle, assorbendo anche un po' eventuale eccesso di sebo e lucidità, ma bisogna usarlo in modica quantità se non si vuole che il prodotto diventi un pastone pesante. Io consiglio dallo 0.5 all'1%.

Si disperde rigorosamente nell'olio, va in fase C a freddo: va stemperato in poco olio, poi lo si aggiunge al resto: se non si stempera bene, la crema viene puntinata.

Non esiste aggiungerlo alla fine alla crema pronta, senza bagnarlo in olio, la sua idrofobicità è tale che mai e poi mai si scioglierà nella crema e resterà a grumi piuttosto grossi.

Il fatto che sia in polvere bianca non significa affatto che possa essere sostituito da altre polveri vegetali bianche a vostro piacimento (e qui la vostra fantasia mi stupisce sempre, da amidi vari a farine, arrow root e amenità varie) per il semplice fatto che la differenza fondamentale tra queste e il nostro Dry Flo PC è che lui non gelifica, non dà problemi di conservabilità, non è idrodisperdibile, mentre i vostri amidi e farine lo sono.

In poche parole: il dry flo non ha sostituti, o ce l'avete o non troverete un'altra sostanza che gli possa assomigliare. Questo nelle creme.

Nelle preparazioni anidre (burri montati o burri solidi) in cui non c'è neanche una goccia d'acqua l'amido normale invece si può usare come opacizzante, proprio perchè solo l'acqua lo porta a gelificare e a venire attaccato dai batteri.

_________________
...perchè io VI VEDO.


Ultima modifica di Lola il 07/09/2010, 19:15, modificato 1 volta in totale.

Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 01/11/2009, 15:10 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 11/05/2008, 10:21
Messaggi: 522
Località: Roma
Mi attacco qui, dal momento che credo che il colpevole sia proprio il dry flo...è possibile che dopo un paio di settimane il dry flo si sia come "separato" dalla crema e io ne senta i granellini mentre la spalmo? Non c'è nessun altro ingrediente in polvere nella crema che ho fatto, quindi ho pensato ne fosse lui il responsabile :mah:
La crema è questa

Edit: errore...c'è anche l'allantoina, ma nella crema viso del marito non "sgranella" :)

_________________
Lory


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 01/11/2009, 21:50 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 34512
Località: Monfalcone
Il dry flo non sgranella mai, propendo per un'allantoina mal stemperata.

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 07/09/2010, 13:31 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 07/09/2007, 12:10
Messaggi: 3585
posso usare l'amido di mais AZ (Zea mays starch)? o dà problemi di conservazione, nelle creme? e forse è la stessa cosa della maizena?
o la polvere di riso micronizzata (Oriza sativa)? o anche qui, problemi di conservazione, ed è qualcosa che magari trovo uguale uguale al supermercato?
o l'arrow root? ( Maranta arundinacea root extract)
o la polvere di bambù (Bambusa arundinacea stem powder) ?

oppure, dove lo trovo il Dry Flo?

_________________
passo le notti
nero e cristallo
a sceglier le carte
che giocherei
a maledire certe domande
che forse era meglio
non farsi mai


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 07/09/2010, 13:54 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 29/10/2009, 15:22
Messaggi: 181
Località: Milano
Assolutamente no, tutti gli amidi naturali sono pappa ottima per i batteri e nelle preparazioni che contengono acqua le fa andare a male molto velocemente (quindi stiamo parlando di creme e tonici, NON di burri corpo od unguenti anidri).

Però ti posso dire che il dry flo, lo trovi da Vernile.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 07/09/2010, 20:19 
Non connesso
Spignattatore Esperto
Spignattatore Esperto

Iscritto il: 03/10/2006, 9:54
Messaggi: 4636
Non abbiamo segnalato che il Dry Flo dovrebbe avere una funzione di booster nei solari... almeno così dicono loro.

Nei solari attenzione però alla quantità di polveri che già uno ha inserito (zinco, titanio, gamma orizanolo, ma anche TinosrbM) perchè in questo caso si rischia un po' sulla scorrevolezza e piacevolezza d'uso..


Ultima modifica di anto il 07/09/2010, 22:12, modificato 1 volta in totale.

Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 15/12/2010, 10:09 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 34512
Località: Monfalcone
kalopsa ha scritto:
Il dry flo PLUS in che cosa differisce dal dry flo PC?


ho trovato questo: Also available is an irradiated
version of DRY-FLO called DRY-FLO
PURE (28-1850) [DRY-FLO PLUS
(28-1160) in Europe] which possesses
a clean microbiological profile.

In poche parole è uguale (ha lo stesso inci e stessi usi) solo che forse batteriologicamente è un pochino più sicuro. Questo lo dicono loro, nel senso che non possono vendere materie prime inquinate batteriologicamente, quindi questa mi pare una cosa in più; come quando noi disinfettiamo con l'alcool il vasetto in cui mettiamo la crema, ma non facciamo altrettanto coi piatti di plastica in cui mangeremo a pasquetta.

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 15/12/2010, 23:47 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 07/09/2010, 23:36
Messaggi: 306
Oh perfetto, grazie..

Io infatti, googlando, avevo trovato:

DRY-FLO® PLUS
INCI: Aluminum Starch Octenylsuccinate

Description: This product is only available in Europe. It is equivalent to DRY-FLO PURE starch.

Function: Function Description:
Enhance aesthetics - Increase slip / lubricity, Reduce greasiness, Talc replacement
Naturally based product - Gamma irradiated for cleaner microbiological profile, Naturally derived

Applications: Antiperspirants / Deodorants, Bath & Shower Products, Color Cosmetic, Conditioner, Powder, Self Tanner, Shampoo, Skin Cream & Lotion, Sun Protection, Wipe


..ma non sapevo se la faccenda del "gamma irradiated" avesse ripercussioni sul suo uso.

E' che vorrei usarlo al posto dell'amido per una sorta di detergente viso in crema associato al Sodium Lauroyl Sarcosinate..solo che non ho idea di come disperdere il dry flo visto che avevo intenzione di farlo quasi oil-free.

Più o meno avete idea di quanto olio ci vuole per disperdere ogni grammo di dry flo (nel mio caso il plus..ma non credo cambi molto)?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 30/12/2010, 16:57 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 26/07/2008, 16:20
Messaggi: 239
Secondo voi si può aggiungerlo al fondotinta minerale??? :D: ha senso??


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 30/12/2010, 19:41 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 29/10/2010, 15:26
Messaggi: 34
Lola hai detto che nelle preparazioni anidre si può tranquillamente mettere l'amido, l'importante è non aggiungere acqua. Eppure nelle ricette dei burri montati + aloe c'è l'amido... è quindi sufficiente aggiungere del conservante?
Spero di sì perchè l'ho appena fatto :D
Nei burri montati (con o senza aloe) si può usare questo Dry Flo?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 30/12/2010, 19:44 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 34512
Località: Monfalcone
io non ho mai fatto pasticci simili, il burro montato non vuole aloe, se uno ce lo mette, poi magari ci mette pure l'amido, e condisce tutto con olio ed aceto sale e pepe, così tanto per dargli un po' di sapore, lo fa a suo rischio e pericolo.

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 30/12/2010, 20:03 
Non connesso
utente
utente

Iscritto il: 29/10/2010, 15:26
Messaggi: 34
Il thread sui burri montati e aloe non l'ho mica aperto io!! :?
Anche essendo consapevole che può essere una formulazione "rischiosa" non pensavo fosse così "pasticciona"..e dato che il solo burro montato è troppo corposo per me (e non ho ancora gli emulsionanti per fare una vera crema) ho voluto seguire le ricette di quel thread e già che ho letto di questo Dry Flo ho espresso una mia domanda in merito.... fa niente ;)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 30/12/2010, 20:25 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 03/02/2010, 13:02
Messaggi: 1544
Dove ci sta acqua usa dry flo, dove ci sta solo oli usa amido o dry flo.
Quindi se fai un burro montato puoi mettere l'amido, se invece fai un burro montato con gel d'aloe ci metti il dry flo e anche un pò di conservante ;)

_________________
Me gusta spignattar, me gustas tu.



Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 30/12/2010, 20:35 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 26/07/2008, 16:20
Messaggi: 239
Prima ho provato, ho aggiunto il dry flo al fondotinta minerale, saranno stati 1/3 dryflo 2/3 fondo perché ero di fretta e me n'è andato giù tanto.. non ho avuto problemi e la pelle è rimasta piu opacizzata, però credo sia meglio non esagerare altrimenti si rischia l'effetto gesso e comunque un pochino schiarisce il fondotinta. Proverò con una parte su 10..

Posso aggiungerlo al deodorante fatto con alcool acqua e glicerina giusto?


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 30/12/2010, 21:31 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 21/05/2010, 15:02
Messaggi: 109
carlitadolce ha scritto:
Dove ci sta acqua usa dry flo

Ma non era liposolubile e decisamente idrofobico? O non ci ho capito una mazza? :mah:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 30/12/2010, 21:41 
Non connesso
maestrina moderatrice
maestrina moderatrice
Avatar utente

Iscritto il: 07/10/2006, 16:39
Messaggi: 10358
silvia87 ha scritto:
Ma non era liposolubile e decisamente idrofobico? .

Rileggi l'intervento di Lola ad inizio del topic perchè è chiarissimo ;)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 30/12/2010, 21:59 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 21/05/2010, 15:02
Messaggi: 109
Avevo fatto un po' di confusione... :mirmo: Rileggendo bene ho capito, come diceva Carlita se c'è l'acqua si usa il dry flo perchè l'amido normale verrebbe attaccato dai batteri, mentre nelle preparazioni anidre non c'è questo problema.
Grazie Laura! :)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re:
 Messaggio Inviato: 08/03/2011, 11:08 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 02/09/2009, 12:22
Messaggi: 368
Località: prov. di treviso
Lola ha scritto:
In poche parole: il dry flo non ha sostituti, o ce l'avete o non troverete un'altra sostanza che gli possa assomigliare. Questo nelle creme.

adesso so che mi arriverà questo :bam: :bam: ,ma fitocose usa il caolino nelle creme (almeno in quella per pelli grasse c'è...)e, visto il target a cui è destinata quella crema, volevo chiedere: ha un senso sostituire il dry flo con il caolino,almeno per chi ha la pelle grassa?Per le pelli secche forse è un po' troppo assorbente :mah:


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Dry Flo PC
 Messaggio Inviato: 08/03/2011, 11:21 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 34512
Località: Monfalcone
Ha effetto completamente diverso, ben più assorbente, o disseccante, del dry flo, che comunque mantiene un tocco setoso (ma per pelli ben grasse funziona poco).

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 217 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 11  Prossimo

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Ingredienti dei cosmetici


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
cron
Hosted by MondoWeb. Viaggi