Registrati    Login    Forum    Cerca    FAQ

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Ingredienti dei cosmetici


Regole del forum


in questa sezione NON SI POSTANO INCI



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 104 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Fattori di consistenza lipofili
 Messaggio Inviato: 20/07/2008, 13:58 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 9:57
Messaggi: 16447
Località: Milano
Assodato che dei fattori di consistenza idrofili (carbomer/carbopol nelle sue varie forme commerciali, xanthana e idrossietilcellulosa) ne abbiamo parlato in lungo e in largo, mi sembra che invece di quelli lipofili se ne sia parlato poco.

Per la precisione, vorrei saperne di più su SPERMACETI (cetyl palmitate) e CERA BELLINA (polyglyceryl-3 beeswax): li ho ma non li ho ancora usati appunto perchè ho qualche perplessità :(

E la STEARINA VEGETALE (stearic acid)? E' un fattore di consistenza o soltanto un emulsionante? :mah:

E i classici emulsionanti come ALCOOL CETILICO e ALCOOL CETILSTEARILICO in che misura sono anche addensanti? :mah:

Si vede che devo studiare un po' l'argomento? Emoticons by Follettarosa

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 20/07/2008, 23:10 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 04/10/2006, 10:01
Messaggi: 385
Località: provincia di Bari
Brava Tagliar!! Bella domanda! per esempio ho a casa il cetyl palmitato ma non l'ho mai usato...so che è consigliabile usarlo nelle creme viso al posto o in accoppiata col cetilico perchè credo sia piu' leggero ma ignoro le percentuali d'uso :mah:

_________________
L'unico modo di prevedere il futuro è cercare di unire gli sforzi e costringerlo ad essere come noi lo vogliamo. Z. Bauman


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 21/07/2008, 18:50 
Non connesso
Spignattatore Esperto
Spignattatore Esperto

Iscritto il: 03/10/2006, 9:54
Messaggi: 4654
Al volo perchè sto uscendo, poi se nessuno spiega meglio domani edito.

Cetyl Palmitate sono perle biancastre. Fattore di consistenza (da sciogliere in olio ) ma anche emolliente.

In pratica addensa una crema che altrimenti rimarrebbe un po' liquida e sulla pelle è come un olio\cera per nulla grasso.

La consistenza finale del prodotto si vede dopo 2-3 giorni (anche di più).

Ottimo prodotto, non fa la classica scia bianca ed è abbinabile a qualsiasi emulsionante.

PGE-3-Cera api.

E' un lipogelificante\emulsionante.

Sciolto negli oli li rende molto densi, quasi burro e questo aiuta ad aumentare la consistenza della crema.
Anche se è un emulsionante è meglio abbinarlo ad altri emulsionanti più leggeri (e soprattutto idrofili) come ad esempio il montanov68.

Come dose solitamente un 2-3% basta.

Cetilico \ cetilsteralico sono un po' poco 'emulsionanti' .

Si usano in particolar modo per dare consistenza all'1%. Suoerando tale soglia serve un 'antischiuma' come il silicone per limitare l'effetto scia bianca nel prodotto finito..

Se però fate una crema che vi serve da struccante l'effetto scia bianca che ricorda il syndet è utile (esteticamente) e commercialmente ci marciano su sta cosa.

Acido stearico .. un classico esempio è il burro di KOKUM ad alto contenuto di stearico. Bianco, asciutto, poco grasso e ottimo fattore di consistenza.
Lascia sulla pelle un effetto ceroso ma asciutto e meno fastidioso della cera d0api.


Ultima modifica di anto il 22/07/2008, 14:52, modificato 1 volta in totale.

Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 22/07/2008, 16:57 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 05/10/2006, 17:39
Messaggi: 670
Località: sulle dolci colline tra Pesaro e Urbino...
Cetilico e cetilstearilico sono più che altro fattori di consistenza... credo che siano classificati come coemulsionanti proprio perchè addensano.

_________________
"Quando l'ultimo albero sarà abbattuto,
quando l'ultimo fiume sarà avvelenato,
quando l'ultimo pesce sarà catturato,
allora vi accorgerete che i soldi non si possono mangiare"
(monito degli indiani Cree del Quebec)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 22/07/2008, 17:34 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 35456
Località: Monfalcone
Mah, io drei il contrario; sono più che altro emulsionanti e secondariamente addensanti. Altrimenti basterebbe usare il cetil palmitato ;)

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 22/07/2008, 18:22 
Non connesso
Spignattatore Esperto
Spignattatore Esperto

Iscritto il: 03/10/2006, 9:54
Messaggi: 4654
Boh ... :mah:

Come emulsionante (anche se anch'io opto per il temine co-emulsionante) vedo di più il cetilstearilico.

Il cetilico anche se è vero che tecnicamente può essere definito 'emulsionante' ha senso solo guardando al suo effetto 'addensante' ... per come lo uso io ...


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 22/07/2008, 18:50 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 05/10/2006, 17:39
Messaggi: 670
Località: sulle dolci colline tra Pesaro e Urbino...
Aspè... mi sa che non ho capito, Lola.
Cetilico e cetilstearilico da soli non emulsionano quasi niente, quindi la loro funzione è "di contorno"... aiutano a mantenere stabile l'emulsione e le danno consistenza. Una crema densa si separa più difficilmente di una crema fluida, ma senza di loro una crema può anche stare in piedi... senza l'emulsionante vero e proprio si smonta!
In fondo sono delle cere, diverse dalla cera d'api, ma pur sempre delle cere. Sbaglio concetto?

_________________
"Quando l'ultimo albero sarà abbattuto,
quando l'ultimo fiume sarà avvelenato,
quando l'ultimo pesce sarà catturato,
allora vi accorgerete che i soldi non si possono mangiare"
(monito degli indiani Cree del Quebec)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 22/07/2008, 19:24 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 35456
Località: Monfalcone
Tutto corretto.

Volendo possiamo fare un'emulsione solo con l'idrofilo (poi dipende da cosa usiamo naturalmente) e reggerà. Non si sa per quanto ma reggerà. Se vogliamo seguire tutte le regole e emulsionare in maniera giusta allora metteremo insieme un idrofilo che prende per mano l'acqua, un lipofilo che prende per mano il grasso, e questi due si prendono per mano facendo un bel girotondo... che non si smonta dopo un mese! ;)

A voi mancano quegfli esperimenti di base che ho fatto io non trovando la pappa pronta e andando per ragionamento... mai provato a mettere insieme cetilico e acqua a vedere che succede? Viene fuori una specie di crema bianca granulosa. Provato a fare una crema col puro idrofilo? Io sì, col cetearyl glucoside. Viene collosa, si sente che manca qualcosa; oltre che liquida.
Troppe cere senza gelificante? Densa e asciutta, ma poco emolliente.

In generale per scegliere questo o quel fattore di consistenza si guarda anche la materia prima grezza. Ad esempio la cera bellina è una cera, con l'aspetto di cera che se la strusciate sulla carta lascia deposito untuoso; addenserà molto, farà effetto asciutto e opacante sulla pelle; direi anche un po' occlusivo.
Il cetilico è bianco, asciutto e lascia più traccia del cetilstearilico; quindi sarà poco untuoso e poco opacante.
Il cetilstearilico è un po' più untuoso, meno facile a spezzarsi del cetilico; avrà un tocco leggermente più grasso (ecco perchè lo preferisco nei balsami e lo evito nelle creme corpo.
Il cetil palmitato è una cera bianca, non secca quanto il cetilico e ha un modo di riflettere la luce particolare; addensa senza occludere, senza fare scie bianche sulla pelle (naturalmente dipende dalla percentuale d'uso e dalla formula) ed ha un tocco più morbido.

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 23/07/2008, 14:24 
Non connesso
esimio cosmetologo
esimio cosmetologo
Avatar utente

Iscritto il: 13/12/2006, 9:58
Messaggi: 689
pur con tutti i suoi limiti penso che l'HLB sia un sistema corretto per definire cosa è emulsionante e cosa è "fattore di consistenza".
Nel caso degli alcoli grassi, se non ci sono appiccicate molecole di ossido di etilene ( quindi se non sono etossilati o legati a molecole idro) non li considererei degli emulsionanti.
Possono stabilizzare l'emulsione come fattori reologici ( vale anche per xantana e gellanti idro vari ) ma non si pongono sulla superfice di interfaccia acqua-olio.
Poi se pensiamo ai lipidi anche questi possono avere una leggera idrofilia ( ci sono molecole lipo che sono idrosolubili (minimamente) o che "fissano" l'acqua ) ed in questo comportamento si possono considerare co-emulsionanti ... ma è un concetto un po' complicato .
La modulazione della tensione d'interfaccia, tipico il caso delle polveri o dei sali nelle W/O , è materia complessa.

_________________
Paracelso -
stufo di bufale cosmetiche - http://www.nononsensecosmethic.org


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 23/07/2008, 16:20 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 9:57
Messaggi: 16447
Località: Milano
paracelso ha scritto:
pur con tutti i suoi limiti penso che l'HLB sia un sistema corretto per definire cosa è emulsionante e cosa è "fattore di consistenza".


E dici poco... cercare di avere queste informazioni è più difficile che imbroccare la combinazione esatta del superenalotto :firu: (tanto per cambiare, non sono dati riportati sulle schede tecniche, almeno quelle che ho visto io).

Sul catalogo Polichimica ho trovato questo:

Immagine

A questo punto sarebbe interessante sapere quale HLB hanno:

- ALCOOL CETILICO
- ALCOOL CETILSTEARILICO (30% cetilico, 70% stearilico)
- MONTANOV 68 (cetearyl alcohol 67%, cetearyl glucoside 33%)
- STEARINA VEGETALE (stearic acid (C18) 52,4%, palmitic acid (C16) 46,5%, myristic acid 0,35%)
- METHYL GLUCOSE SESQUISTEARATE
- SPERMACETI (cetyl palmitate)
- CERA BELLINA (polyglyceryl-3 beeswax)
- CERA D'API

Sei in grado di scovarlo su qualche testo, brochure, scheda tecnica, certificato d'analisi ecc.?

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 25/07/2008, 7:42 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 35456
Località: Monfalcone
- ALCOOL CETILICO 5.0
- ALCOOL CETILSTEARILICO (30% cetilico, 70% stearilico) 4.7 (sarebbe 5.0+4.3)
- MONTANOV 68 (cetearyl alcohol 67%, cetearyl glucoside 33%) 10.00
STEARINA VEGETALE (stearic acid (C18) 52,4%, palmitic acid (C16) 46,5%, myristic acid 0,35%) n.p.
- METHYL GLUCOSE SESQUISTEARATE 5.0
- SPERMACETI (cetyl palmitate) n.p.
- CERA BELLINA (polyglyceryl-3 beeswax) n.p.
- CERA D'API n.p.

- poliglicerile 10-laurato 15.0

questo da proserpio. Se fai una ricerca in rete con hlb e il nome della sostanza trovi dati un po' diversi.

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 25/07/2008, 8:59 
Non connesso
Spignattatore Esperto
Spignattatore Esperto

Iscritto il: 03/10/2006, 9:54
Messaggi: 4654
Che sappia io stearico e cet. palmitate non hanno alcun HLB (non sono emulsionanti)

Il PGE-3-api ha un HLB basso tipo il MGSequistearato (di cui io ricordavo un HLB un po' più alto .. sul 6) . Ancora più basso ovviamente la cera d'api.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 29/07/2008, 5:54 
Non connesso
esimio cosmetologo
esimio cosmetologo
Avatar utente

Iscritto il: 13/12/2006, 9:58
Messaggi: 689
Sull'HLB si dovrebbe aprire un topic apposito.
il modello originario , se non ricordo male presentato da Griffin, si e' evoluto, ma considera il rapporti tra il peso molecolare della parte lipo e di quella idro.
Non capisco proprio come Proserpio abbia calcolato l'hlb che riporta Lola per il cetylstearilico.
Personalmente considero valido il sistema hlb solo con emulsionanti non ionici , etossilati o con alcoli polidrossi ( direi che se non ci sono piu' ossidrili la componente idrofila viene a mancare ) . Con questo approccio l'alcol cetylico , stearilico o la miscela dei due sono emollienti e non emulsionanti, tra l'altro con un hlbr per le o/w relativamente alto ( direi 15o16). Ma ci sono modelli aggiornati del sistema hlb che considerano altri fattori...forse in quei modelli l'alcol stearico ha un suo hlb significativo.

_________________
Paracelso -
stufo di bufale cosmetiche - http://www.nononsensecosmethic.org


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio:
 Messaggio Inviato: 29/07/2008, 9:12 
Non connesso
Moderatrice VIP
Moderatrice VIP
Avatar utente

Iscritto il: 29/09/2006, 9:57
Messaggi: 16447
Località: Milano
paracelso ha scritto:
Con questo approccio l'alcol cetylico , stearilico o la miscela dei due sono emollienti e non emulsionanti


Allora come mai una crema fatta con cetilstearilico e sesquistearato si emulsiona? C'è forse il rischio che, a distanza di tempo, si separino le 2 fasi? :mah:

Posso dire che prima avevo le idee un po' confuse ma ora comincio a non capirci più niente? :firu:

_________________
Immagine

“Siate felici e se qualche volta la felicità si scorda di voi, voi non vi scordate della felicità” (R. Benigni)


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re:
 Messaggio Inviato: 02/03/2011, 1:40 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato
Avatar utente

Iscritto il: 03/02/2010, 13:02
Messaggi: 1544
Lola ha scritto:
Se vogliamo seguire tutte le regole e emulsionare in maniera giusta allora metteremo insieme un idrofilo che prende per mano l'acqua, un lipofilo che prende per mano il grasso, e questi due si prendono per mano facendo un bel girotondo... che non si smonta dopo un mese! ;)

... Provato a fare una crema col puro idrofilo? Io sì, col cetearyl glucoside. Viene collosa, si sente che manca qualcosa; oltre che liquida.


Trovata la risposta che cercavo, anzi la conferma, nel 2008 pensa te :D:
:allah:
Ho solo un dubbio, il cetearyl glucoside si può usare assieme al metilglucosio sequistearato? oppure è meglio assieme all'alcool cetilicoo al cetearyl alcool (l'alcool cetilstearilico) come il MONTANOV 68 ha cetearyl alcohol 67%, cetearyl glucoside 33?

_________________
Me gusta spignattar, me gustas tu.



Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Fattori di consistenza lipofili
 Messaggio Inviato: 21/09/2011, 17:45 
Non connesso
Moderatrice Spignattante
Moderatrice Spignattante
Avatar utente

Iscritto il: 13/11/2007, 15:27
Messaggi: 4161
Località: Venezia
Popò di sgridate!

_________________
E senza pace dentro al petto, so che non posso fare tutto.

Guida per novellini

blog


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Fattori di consistenza lipofili
 Messaggio Inviato: 14/11/2011, 17:11 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 23/11/2009, 22:47
Messaggi: 215
il cetil palmitato è lo spermaceti sintetico che vende vernile?

_________________
La solitudine non esiste, siamo io e la solitudine, siamo già in due


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Fattori di consistenza lipofili
 Messaggio Inviato: 14/11/2011, 17:15 
Non connesso
Grande Capa
Grande Capa
Avatar utente

Iscritto il: 28/09/2006, 10:47
Messaggi: 35456
Località: Monfalcone
è quello. Altro nome del cetil palmitato è spermaceti, in teoria dovrebbe essere ricavato dalle balene (e un secolo fa lo era), in pratica lo si ottiene comodamente per sintesi e a basso prezzo senza andare a scomodare i cetacei.

_________________
...perchè io VI VEDO.


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Fattori di consistenza lipofili
 Messaggio Inviato: 14/11/2011, 17:22 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 23/11/2009, 22:47
Messaggi: 215
Grazie Lola..e sono contenta per le balene!

_________________
La solitudine non esiste, siamo io e la solitudine, siamo già in due


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
 Oggetto del messaggio: Re: Fattori di consistenza lipofili
 Messaggio Inviato: 15/11/2011, 22:15 
Non connesso
utente avanzato
utente avanzato

Iscritto il: 23/11/2009, 22:47
Messaggi: 215
Mi è venuto un dubbio sul cetil palmitato..è un emulsionante o un addensante?qual'è il suo utilizzo più corretto?non ci capisco più niente :eyes:
:nonso:

_________________
La solitudine non esiste, siamo io e la solitudine, siamo già in due


Top 
 Profilo  
Rispondi citando  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 104 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Indice » L'inci, questo sconosciuto » Ingredienti dei cosmetici


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 18 ospiti

 
 

 
Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Hosted by MondoWeb. Viaggi